Poli360: ecco come sarà il fondo da 60 milioni di Politecnico di Milano e 360 Capital Partners | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

VENTURE CAPITAL

Poli360: ecco come sarà il fondo da 60 milioni di Politecnico di Milano e 360 Capital Partners

01 Ott 2018

Debutta il fondo nato dall’alleanza tra l’ateneo e la società di venture capital. Obiettivo: aiutare lo sviluppo di progetti e startup ad alto contenuto tecnologico basati su ricerca e/o proprietà intellettuale. Settori: manifattura industriale, energia, tlc, materiali avanzati, design. Primo investimento: Phononic Vibes

Partenza ufficiale per il fondo di venture capital da 60 milioni di euro, Poli360, unico nel suo genere in Italia perché scaturisce dall’incontro tra 360 Capital Partners, una delle più note società impegnate in investimenti di capitale di rischio, e il Politecnico di Milano, con le sue potenzialità di ricerca e il bacino di competenze, la sua piattaforma di Trasferimento Tecnologico gestita dal Technology Transfer Office  e il suo incubatore di startup PoliHub.

Dopo l’annuncio dato nei giorni scorsi, oggi c’è stata la presentazione ufficiale del fondo presso il Politecnico di Milano.  360 Capital Partners  lavorerà in stretta collaborazione con le strutture dell’Ateneo.

COME FUNZIONA IL FONDO POLI360

Gli investimenti andranno a sostenere lo sviluppo di progetti e startup ad alto contenuto tecnologico basate su ricerca e/o proprietà intellettuale nei settori della manifattura industriale e dell’automazione, della gestione efficiente dell’energia, delle infrastrutture civili e di telecomunicazione, dello sviluppo dei materiali avanzati e del design.

Gli investimenti copriranno l’intero ciclo di vita dei progetti di innovazione, dalle fasi più precoci, incentrate sullo sviluppo tecnologico (prototipazione e validazione in campo), a quelle di trasferimento di proprietà intellettuale all’industria e di creazione di impresa high-tech.

Poli360 conta sul sostegno di importanti gruppi industriali italiani come Brembo e Maire Technimont. È aperto alla partecipazione di ulteriori partner corporate interessati ad una collaborazione concreta sul fronte dell’Open Innovation e della creazione di impresa.

Poli360: presentazione e testimonianze

Poli360 è stato presentato dal Rettore del Politecnico di Milano Ferruccio Resta e da Fausto Boni, Founder & General Partner di 360 Capital Partners. Alla presentazione è seguita una tavola rotonda, moderata dal Direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana, cui hanno partecipato Cesare Maifredi, General Partner, 360 Capital Partners, Cristina Tajani, Assessore Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano e Matteo Tiraboschi, Vice Presidente Operativo di Brembo con Fabrizio Di Amato, Presidente e Azionista di maggioranza di Maire Tecnimont.

L’incontro si è concluso con le testimonianze di Electro Power Systems, azienda finanziata a suo tempo da 360 Capital Partners e Phononic Vibes, la prima startup ad usufruire del nuovo fondo.

Da oggi verranno avviate le attività di selezione, investimento e accelerazione delle più promettenti iniziative imprenditoriali high-tech da parte di un team dedicato da 360 Capital Partners e integrato da Roberto Tiezzi, Responsabile del TTO del Politecnico, e da Stefano Mainetti e Claudia Pingue, Amministratore Delegato e Direttore Generale di PoliHub.

Articoli correlati