Innogest investe 3 milioni di dollari in CornerJob, la startup del digital recruitment | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

VENTURE CAPITAL

Innogest investe 3 milioni di dollari in CornerJob, la startup del digital recruitment



Con il nuovo round di finanziamento la società spagnola, co-fondata dall’italiano Mauro Maltagliati, completa un aumento di capitale da 19 milioni di dollari. Ha 200mila aziende che usano la piattaforma, mobile first, per ridurre i tempi di contatto con i candidati in Italia, Francia, Spagna e Messico

01 Ago 2017


Tre milioni di euro per completare l’aumento di capitale da 19 milioni di dollari annunciato ad aprile 2017. CornerJob, piattaforma attiva nel settore del digital recruitment (la ricerca di candidati attraverso l’utilizzo di una piattaforma digitale) ha annunciato la raccolta di un nuovo investimento da parte di Innogest, fondo di venture capital italiano specializzato in progetti digitali e healthcare. Con questo nuovo round la società spagnola fondata da Mauro Maltagliati, Miguel Vicente, Gerard Olivé e David Rodriguez porta il totale di finanziamenti ricevuti a oltre 57 milioni di dollari, capitale che ha gli ha permesso di posizionarsi ai vertici di mercato nel settore del digital recruitment in Italia, Francia, Spagna e Messico.

Con quasi meno di due anni di vita (il lancio della piattaforma è avvenuto a ottobre 2015) CornerJob vanta numeri piuttosto rilevanti: otto milioni di download dell’app – secondo i dati forniti dalla società in un comunicato – e oltre 200mila imprese che hanno utilizzato la piattaforma per i loro annunci. La tipologia di aziende che si affida a CornerJob per la ricerca dei propri candidati è variegata: dalla ristorazione e ricezione turistica alla distribuzione, dall’edilizia al settore pubblico. Non mancano all’appello le multinazionali come, ad esempio, Adecco, Eataly, Geox e Amnesty International per citarne alcuni. Inoltre, come riportato da CorCom, CornerJob ha da poco raggiunto un’intesa con FederTurismo allo scopo di rendere più agevole la selezione del personale nelle Pmi del settore.

Per ovviare alle difficoltà nelle quali si trovano le imprese che non possono più permettersi di rispettare la lunga e tradizionale “liturgia” della selezione dei candidati, CornerJob punta soprattuto sul mobile. Nel dettaglio dal momento in cui il candidato è invitato a presentarsi sulla piattaforma Corner Job selezionando le poche informazioni che illustrano le sue competenze, le aziende avranno 24 ore per decidere se, potenzialmente, le candidature rispondono alle loro esigenze. In caso affermativo, avranno la possibilità di parlare con il candidato via chat, per poi proseguire con incontri di persona e giungere ad una decisione in tempi molto brevi. In questo modo, un processo che prima poteva durare anche mesi, ora si può finalizzare in poco più di una settimana.

«Siamo molto contenti di poter entrare a far parte della compagine societaria di CornerJob – ha dichiarato Stefano Molino partner di Innogest – e di poter contribuire allo sviluppo del business della società sia sul mercato italiano che su quello internazionale. CornerJob è oggi un leader europeo nel mercato del recruiting nel segmento dei profili professionali con competenze di base e di medio livello che rappresenta una parte molto rilevante del mercato HR. Le caratteristiche uniche di semplicità, immediatezza della user experience e la sofisticazione degli algoritmi di profilazione e matching di CornerJob costruiscono un elemento di differenziazione importante e un vantaggio significativo sia per le aziende che per gli utenti del servizio».

«Siamo soddisfatti di poter annoverare Innogest tra i nostri investitori – ha dichiarato David Rodriguez, co-fondatore e CEO di CornerJob – questo nuovo investimento ci aiuterà a rendere ancora più solida la nostra leadership nei mercati in cui siamo presenti, Italia in primis».

Con questo nuovo investimento, Innogest va ad aggiungersi a numerosi altri investitori. Tra cui: Mediaset Italia, Groupe TF1, RTL, Northzone, Randstad Innovation Fund, e.ventures, Samaipata Ventures, Caixa Capital Risc, Sabadell Venture Capital, Mediaset España, 5M Ventures, Media Digital Ventures, Augesco Ventures e TV Azteca.