Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

STARTUPBUSINESS

7 milioni per Sfera, la startup che coltiva gli ortaggi senza la terra

05 Lug 2017

A guidare l’investimento è stato Oltre Venture, fondo di venture capital italiano focalizzato su iniziative imprenditoriali con alto valore di innovazione sociale. La società fondata da Luigi Galimberti ha realizzato una serra per la coltivazione tecnologica sostenibile

Oltre Venture, fondo di venture capital italiano focalizzato su iniziative imprenditoriali con alto valore di innovazione sociale, ha guidato un round di investimento da sette milioni di euro nella startup Sfera. Sfera è una società italiana, attiva nel settore dell’agritech, che ha ideato una serra tecnologica per la produzione di ortaggi all’insegna della sostenibilità ambientale. E lo fa grazie all’utilizzo della tecnica di coltivazione idroponica, quella che permette di limitare l’utilizzo di acqua fino al 90% rispetto alla coltivazione a terra.

Il progetto consiste in una serra da 13 ettari, per un valore complessivo di 18 milioni di euro, che ha l’obiettivo di creare nuovi posti di lavoro nel Comune di Gavorrano (nella zona della Maremma) e contribuire così allo sviluppo economico delle provincia di Grosseto. Tuttavia questa struttura rappresenta in realtà solo un prototipo, visto che la società fondata da Luigi Galimberti, punta a costruire serre di questo tipo anche in altre parti del mondo.

Il nuovo round di finanziamento arriva a distanza di poco più di un anno dal seed da 150mila euro ottenuto sempre grazie all’azione di Oltre Venture. All’epoca il fondatore Luigi Galimberti spiegava così il senso della sua idea: «Abbiamo pensato a un luogo dove tecnologia e innovazione di processo soppiantassero la manipolazione genetica per produrre di più e meglio, il tutto secondo principi di sostenibilità alimentare, economica ed energetica».

E in effetti Sfera rappresenta la nuova agricoltura (agritech) che sfrutta tecnologie e innovative tecniche produttive per ridurre l’impatto ambientale: grazie al recupero delle acque piovane, alla riduzione del consumo energetico fino al 75% e all’ utilizzo di insetti antagonisti per combattere gli eventuali parassiti, le serre idroponiche di Sfera sono una risposta alle sfide future ambientali e alimentari.

Ad Oltre Venture, che ha guidato questo round, si sono uniti importanti investitori italiani che hanno deciso di credere in un settore che sta tornado centrale nell’economia del nostro Paese.

Continua a leggere su Startupbusiness