Al via Magic Wand: ecco le startup selezionate per il primo acceleratore fintech | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Al via Magic Wand: ecco le startup selezionate per il primo acceleratore fintech

15 Gen 2018

Il progetto, promosso da Digital Magics con un gruppo di partner, punta a portare innovazione nel settore finanziario e assicurativo. Otto i progetti selezionati a cui andrà un primo grant di 5mila euro e la possibilità di accedere al percorso di accelerazione e mentorship di sei mesi nella sede milanese dell’incubatore

Modelli di business innovativi, che hanno l’ambizione di scardinare le dinamiche tradizionali del settore finanziario e di quello assicurativo. Stanno provando a svilupparli le startup selezionate per partecipare a “Magic Wand” – il programma di accelerazione lanciato da Digital Magics (tra i principali incubatori di startup digitali Made in Italy) rivolto a startup fintech e insurtech – e presentate il 15 gennaio a Milano presso il fintech district.

Fra le oltre 50 idee inviate sulla piattaforma dedicata – si legge in una nota della società – sono stati selezionati i migliori progetti che vincono un primo grant di 5mila euro e accedono al percorso di accelerazione e mentorship di sei mesi, all’interno della sede di Milano dell’incubatore. A selezionare le startup partecipanti è stata una Giuria composta da Digital Magics e dai partner dell’iniziativa: BNL gruppo Bnp Paribas, Credito Valtellinese, Ersel Investimenti, Innovation Center di Intesa Sanpaolo, Innogest, Poste Italiane, Sella Lab, Sisal Pay, Società Reale Mutua di Assicurazioni e UBI Banca.

Che cos’è Magic Wand e che cosa offre alle startup

Magic Wand è un programma di accelerazione lanciato da Digital Magics. I migliori migliori progetti selezionati vincono un primo grant di 5mila euro e accedono a un percorso di accelerazione di 6 mesi. L’obiettivo del programma? Supportare e accelerare la crescita delle startup italiane fornendo il sostegno economico allo sviluppo del business a livello internazionale, grazie alla creazione di un centro di eccellenza italiano per innovare il settore finanziario e assicurativo.

Le tappe del programma saranno numerose e articolate e 10 partner leader di mercato metteranno a disposizione le loro competenze, insieme a quelle di Digital Magics, per favorire la crescita e il miglioramento dei KPI (Key Performance Indicator) delle startup, con l’obiettivo di crescere rapidamente e posizionarsi in modo primario sul mercato.

Intorno a marzo, ovvero a conclusione dei primi due mesi di accelerazione, si svolgerà una seconda selezione, che consentirà alle 6 startup che hanno dimostrato di poter crescere secondo gli obiettivi stabiliti, di proseguire e concludere il percorso di accelerazione, ricevendo un secondo grant di 15mila euro e partecipando alla fase finale dell’Investor Day di “Magic Wand”.

Tutte le startup partecipanti a Magic Wand

Ma quali sono le startup selezionate per partecipare a Magic Wand? I business delle giovani realtà imprenditoriali scelte spaziano dall’assicurazione social tramite community, al sistema per la creazione e archiviazione di fatture e documenti di vendita, fino alla piattaforma assicurativa automatica per raccogliere analizzare i dati. Ecco l’elenco delle partecipanti con una breve descrizione dei progetti che stanno sviluppando.

#InvestFT

È un robo advisor degli investimenti della finanza alternativa, che collega in un unico portale tutte le opportunità delle piattaforme italiane ed europee di Peer to Peer Lending (privati e PMI), equity crowdfunding (startup e PMI), invoice trading (PMI) e real estate crowdfunding (lending ed equity).

Axieme

Offre un servizio innovativo per fornire assicurazioni con un meccanismo social. Gli utenti acquistano la propria assicurazione con un gruppo di persone che conoscono (amici, parenti, colleghi) o che hanno esigenze simili. Condividendo le informazioni all’interno della community, i rischi vengono ripartiti e se non accadono sinistri si ottiene un rimborso.

Cloudesire

È una suite che abilita operatori finanziari e service provider di ogni tipo a servire più efficacemente la propria base clienti, attraverso la distribuzione automatizzata di prodotti e servizi di ogni tipo – sia propri che di terze parti – e la riscossione contestuale applicando modelli di prezzo “as a service” come sottoscrizione periodica, pagamento a consumo, e tutti gli altri. In passato ha ricevuto 600mila euro da Tim Ventures.

Coverholder

Ha creato una piattaforma per semplificare, integrare e personalizzare il processo di intermediazione assicurativa, rendendolo autonomo. Attraverso un sistema integrato di algoritmi, riduce drasticamente le tempistiche relative al ciclo di quotazione ed emissione della polizza, eliminando lo scambio manuale di dati e migliorando il volume e la qualità delle informazioni sul rischio.

DIAMAN Tech

Sviluppa soluzioni tecnologiche per il mondo del risparmio gestito come le piattaforme web exAnte, per la creazione di portafogli di investimento in fondi ed ETF e iRating, Software brevettato di selezione e controllo del rischio obbligazionario con rating implicito numerico. Qui una testimonianza del fondatore Daniele Bernardi dall’ultimo web summit.

Duedot (sviluppata dalla startup Quokky)

È una piattaforma che integra l’archiviazione Cloud alla messaggistica istantanea, consentendo alle imprese di automatizzare operazioni di routine tramite tecnologie di machine learning e di collaborare direttamente con i propri clienti. Tramite un link è possibile visualizzare documenti (come contratti, dichiarazioni dei redditi, finanziamenti, ecc…), interagire via chat e condividere altre informazioni. Una volta archiviata, la pratica rimane a disposizione di entrambi. In questo articolo il fondatore Filippo Veronese racconta del suo incontro con Tim Cook.

EasyTax Assistant

È un’applicazione per la gestione fiscale: un assistente virtuale che in modo semplice e intuitivo aiuta a gestire al meglio le spese passive e permette di ottimizzare il risparmio fiscale. L’app approfondisce quali e quante tasse si pagano, compresa la lista delle detrazioni e deduzioni, acquisisce e salva in automatico e in Cloud tutte le spese.

Moneymour
È un metodo di pagamento per e-commerce: permette di ricevere prestiti istantanei per acquisti online e pagare poi a rate. L’algoritmo proprietario calcola il rischio di frode e di credito, considerando sia storia creditizia, sia migliaia di altre variabili social, di dispositivo e di comportamento sul sito degli utenti, automatizzando il processo di approvazione delle pratiche, oggi manuale per gli operatori italiani.

Fabrizio Marino

Sono stato responsabile della sezione Innovazione e Tecnologia de Linkiesta, ho gestito la comunicazione di Innogest, sono Content Creator per PoliHub. Per EconomyUp mi occupo di innovazione e startup.

Articoli correlati