Enel compra una startup della Silicon Valley ed entra nel mercato Usa della mobilità elettrica | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

STRATEGIE

Enel compra una startup della Silicon Valley ed entra nel mercato Usa della mobilità elettrica

25 Ott 2017

La società italiana ha acquisito eMotorWerks, specializzata in soluzioni avanzate per l’e-mobility. Settore che rappresenta “una delle tecnologie più rivoluzionarie con cui la moderna rete elettrica abbia mai avuto a che fare negli ultimi cento anni” afferma Francesco Venturini, Direttore della Divisione Globale e-Solutions

Entrare nel mercato americano della mobilità elettrica attraverso l’acquisizione di una startup della Silicon Valley. È questa l’ultima mossa di Enel, che ha acquisito la società californiana eMotorWerks, specializzata in soluzioni avanzate per l’energia e l’e-mobility. Obiettivo: utilizzare l’innovativa piattaforma della società acquisita per fornire soluzioni per la mobilità elettrica ai clienti finali.

Che cosa fa eMotorWerks

Fornisce stazioni di ricarica per veicoli elettrici, denominate JuiceBox. eMotorWerks, fondata nel 2010, è titolare di JuiceNet, piattaforma di Internet of Things (IoT) per la gestione intelligente della ricarica dei veicoli elettrici e di altri sistemi di accumulo distribuiti. La piattaforma JuiceNet permette il controllo e l’aggregazione da remoto dei flussi di elettricità unidirezionali e bidirezionali (vehicle-to-grid, V2G) per il bilanciamento della rete.

Con questa piattaforma gli utenti possono programmare e controllare da remoto i tempi più “ecologici” ed efficienti per ricaricare i propri veicoli elettrici. Ad esempio, JuiceNet consente agli utenti di programmare la ricarica di un veicolo elettrico quando c’è maggior disponibilità di energia prodotta dai pannelli solari domestici. Inoltre, tramite JuiceNet, è possibile utilizzare le infrastrutture di ricarica V2G e non, oltre agli altri sistemi di accumulo, per rispondere alle necessità della rete, aggregando la ricarica e la scarica per il bilanciamento dei flussi di energia quando richiesto. Per questi servizi di bilanciamento della rete i possessori dei veicoli elettrici possono essere remunerati riducendo così potenzialmente i costi di gestione.

eMotorWerks, la cui sede si trova a San Carlos, CA, ha 55 dipendenti. L’acquisizione da parte di Enel arriva a seguito dell’inserimento di eMotorWerks al 17° posto nella classifica delle società a più rapida crescita della Silicon Valley e al 19° posto tra le società di energia USA nella lista Inc. 5000, stilata da Inc, una delle principali pubblicazioni USA sulle aziende in crescita, che raggruppa gli imprenditori americani più importanti e innovativi. Fino ad oggi, eMotorWerks ha sviluppato oltre 25.000 colonnine di ricarica per smart-grid.

Perché Enel ha acquisito eMotorWerks

L’acquisizione di eMotorWerks segna l’ingresso di Enel nel mercato statunitense della mobilità elettrica, uno dei più grandi a livello mondiale.

“La mobilità elettrica ha il potenziale per diventare una delle tecnologie più rivoluzionarie con cui la moderna rete elettrica abbia mai avuto a che fare negli ultimi cento anni” afferma Francesco Venturini, Direttore della Divisione Globale e-Solutions di Enel. “La rivoluzione della mobilità elettrica sta portando le utilities, gli operatori di rete e i clienti a ripensare i tradizionali modelli di business, a investire in nuove infrastrutture e a lanciare nuove soluzioni che promuovano una rete flessibile e resiliente. La nostra missione è di essere all’avanguardia in questo cambio di paradigma, in cui i consumatori hanno la possibilità di svolgere un ruolo più attivo nella generazione e nell’utilizzo di energia. Quest’acquisizione arricchisce la nostra offerta di e-mobility ed integra una soluzione di ricarica smart di veicoli elettrici estremamente innovativa all’interno della nostra gamma di servizi per la flessibilità della rete, che comprende il più grande network mondiale di demand-response, sistemi di gestione della generazione distribuita di energia e soluzioni di accumulo.”

Nuova mobilità e auto del futuro: ecco perché è il momento migliore per essere in questo business

L’elettrificazione dei trasporti è una delle più grandi opportunità che il pianeta ha a disposizione per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e i veicoli elettrici stanno diventando rapidamente la più importante tra le risorse flessibili all’interno della rete. Con la gestione intelligente di energia di JuiceNet, i veicoli elettrici possono fornire la maggior parte della capacità di bilanciamento della rete, al fine di renderla rinnovabile al 100% in tutto il mondo. In aggiunta, con l’aumento dell’impiego di veicoli elettrici, le utility dovranno o costruire più infrastrutture per rispondere alla crescente domanda di energia elettrica o adottare soluzioni di ricarica smart. La soluzione intelligente di eMotorWerks per veicoli elettrici minimizza le emissioni e ottimizza da remoto la ricarica, in modo da ridurre i picchi di domanda e massimizzare le possibilità che i veicoli ricarichino quando l’energia sulla rete è più conveniente e più pulita –“ ha commentato Val Miftakhov, Fondatore e AD di eMotorWerks. “Come ultimo componente della famiglia di Enel, eMotorWerks ha ora tutte le risorse e gli accessi al mercato necessari per espandere la nostra soluzione a livello globale, avvicinandoci più velocemente al futuro della mobilità elettrica, più ‘smart’ e integrata con la rete.”

Quest’acquisizione non fa che consolidare l’impegno strategico di Enel nel fornire al mercato prodotti e servizi innovativi e incentrati sul cliente, inclusi quelli di ricarica intelligente e di integrazione tra veicoli elettrici e generazione distribuita, servizi di bilanciamento della rete e V2G.

Enel prevede di utilizzare le funzionalità della piattaforma JuiceNet in tutte le sue colonnine di ricarica EV a livello globale.

  • 30 Share

Articoli correlati