LVenture Group, nel nuovo piano industriale 12 milioni per investimenti e open innovation

 | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Venture capital

LVenture Group, nel nuovo piano industriale 12 milioni per investimenti e open innovation





La holding di partecipazioni guidata da Luigi Capello ha presentato gli obiettivi per il periodo 2016-2019: raggiungere 77 partecipazioni, puntando soprattutto su ambiti come big data, fintech e cleantech, fare rete a livello internazionale e attivare programmi di collaborazione tra aziende mature e startup

di Redazione EconomyUp

02 Mar 2016


Luigi Capello, amministratore delegato di LVenture Group
LVenture Group, holding di partecipazioni quotata sul MTA di Borsa Italiana che investe in startup digitali, ha presentato il piano industriale 2016-2019, le cui linee guida sono: l’investimento in startup digitali promettenti, selezionate tra quelle partecipanti al programma di accelerazione Luiss Enlabs o ricercate sul mercato, e supportarle nella fase di crescita e sviluppo al fine di massimizzare i valori di exit; la promozione dello sviluppo di una rete internazionale, attraverso joint venture con altri acceleratori per agevolare l’ingresso delle startup sui mercati esteri; l’ampliamento dell’ecosistema per massimizzare il supporto alle startup e in particolare incrementare gli spazi per permettere a un sempre maggior numero di nuove imprese di usufruire dei benefici derivanti dall’operare all’interno dell’acceleratore; l’incrementazione delle linee di business del gruppo mediante l’organizzazione di programmi di open innovation verso le corporate, di attività di formazione ed eventi, al fine di stabilizzare e diversificare i ricavi ordinari; Dividend Pay Out del 50% degli utili che si prevede verranno maturati a partire dall’esercizio 2018.

Il Piano prevede investimenti complessivi nel periodo 2016-2019 per circa 12 milioni di euro e il raggiungimento nel 2019 di 77 partecipazioni in portafoglio, al netto delle exit e dei write-off. In particolare i temi di investimento sono: marketplace, software as a service, Internet of things, lifestyle, gaming, big data, fintech e cleantech. “L’aumento di capitale approvato dall’assemblea è a supporto di un piano industriale che mira a consolidare il posizionamento di LVenture Group tra i maggiori operatori a livello nazionale e europeo negli investimenti seed e micro seed in startup digitali. Tra i principali temi di investimento per il futuro: big data, fintech e cleantech”, ha detto Luigi Capello, amministratore delegato di LVenture Group durante la presentazione del piano industriale a Palazzo Mezzanotte a Milano.

Nella sede della Borsa, durante l’incontro, tre startup partecipate da LVenture Group hanno presentato il proprio business model: Filo, un piccolo device Bluetooth che aiuta a tenere sotto controllo le cose importanti, suonando in caso di necessità per permettere di ritrovare più velocemente quello che si cerca; Soundreef, un sistema di management di diritti musicali tra i più innovativi in Europa; Tutored, una piattaforma che aiuta gli studenti a trovare in maniera pratica e veloce il giusto tutor per lezioni private, sia di materie universitarie che scolastiche.

Redazione EconomyUp