B Heroes, torna il programma di accelerazione per startup ideato da Fabio Cannavale | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CALL

B Heroes, torna il programma di accelerazione per startup ideato da Fabio Cannavale

08 Ott 2018

C’è tempo fino al 31 ottobre per candidarsi alla seconda edizione di B Heroes dedicato a società innovative con sede in Italia. A novembre gli eventi sul territorio per selezionare le aziende. Come l’anno scorso il percorso sarà raccontato in un format televisivo

Torna B Heroes, il percorso di accelerazione di circa 8 mesi rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia.

Il programma, ideato da lm foundation – fondazione nata dalla volontà di Fabio Cannavale di promuovere lo sviluppo sostenibile – è volto a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione nei nuovi business grazie a sostegno formativo, empowerment, accesso a finanziatori e supporto nella promozione e comunicazione. È rivolto in particolare a giovani imprenditori per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori.

CHI È FABIO CANNAVALE 

Cinquantadue anni, sposato, due figli, dopo una laurea in Ingegneria al Politecnico di Milano e un master in Business Administration alla Insead, Cannavale ha fondato e presieduto eDreams.it,ha ideato il motore di ricerca dei voli low cost lanciato in Italia con il brand Volagratis.it ed ha dato vita al Bravofly Rumbo Group, che oggi offre servizi a oltre 10 milioni di viaggiatori. È socio dei maggiori seed capital Italiani (Dpixel, H-Farm, Club Italia, Digital Magics) e negli ultimi anni ha cofondato o investito direttamente in startup o società quali segugio.it, duespaghi.it, prezzibenzina.it, sailogy.it, brandonferrari.it, siamosoci.it, Dentalpro e molte altre. Proprio il suo desiderio di giocare un ruolo attivo nelle realtà imprenditoriali emergenti lo ha portato a lanciare B Heroes: una call per startup che entreranno in un percorso di accompagnamento, supportate da mentor e altri imprenditori.

Fabio Cannavale

B HEROES, IL PERCORSO DELLA SECONDA EDIZIONE

Dal 9 ottobre è iniziato il roadshow del progetto in location selezionate e innovative. La prima tappa è prevista a Milano, presso Cariplo Factory: l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo. Gli eventi territoriali, nel corso dei quali verranno svolte le prime selezioni delle startup candidate, si protrarranno fino alla fine di novembre coprendo l’intero  territorio nazionale. Le selezioni saranno svolte in relazione alle migliori capacità di sviluppo imprenditoriale e valorizzazione delle competenze. Le imprese selezionate potranno accedere ad un percorso di formazione, coaching ed accelerazione durante il quale verranno effettuate eliminazioni che porteranno all’individuazione dei migliori partecipanti. Come la passata edizione, B Heroes sarà raccontato attraverso un format televisivo che si concluderà con la proclamazione dell’impresa vincitrice, la cui idea imprenditoriale potrà essere supportata da un investimento minimo di  500.000 euro.

B HEROES, COME PARTECIPARE ALLA CALL

Per partecipare alle selezioni, le startup interessate devono accedere al sito bheroes.. Per candidarsi devono garantire i seguenti requisiti: operare in Italia, proporre innovazione di prodotto, di servizio, di processo, di modello di business ed essere pronte per attivarsi sul mercato. Le candidature sono aperte fino al 31 ottobre. In questa prima fase di avvio, sono già 500 le startup candidate con una provenienza diversificata su tutto il territorio nazionale.

B HEROES, LA VINCITRICE DELLA PRIMA EDIZIONE

Lo scorso anno 542 startup hanno inviato domanda per partecipare al progetto. Delle 250 incontrate, 12 sono state selezionate per partecipare al processo di accelerazione in un’operazione che ha coinvolto 130 mentor – tra imprenditori, manager e innovatori italiani di successo –  e portato all’assegnazione di un investimento finale di 800.000 euro da parte della vincitrice Wash Out, la startup che lava l’auto (e la moto o lo scooter) con prodotti waterless, biodegradabili e non inquinanti. Basta registrarsi sull’applicazione, disponibile per iOS e Android, inserire i dati relativi al veicolo che si vuole far lavare, selezionare uno slot tra quelli disponibili specificando data e ora e indicare l’indirizzo in cui il veicolo è stazionato. Un incaricato Wash Out si recherà in bici o in moto nel luogo indicato a lavare il veicolo. Si può scegliere anche il tipo di lavaggio: solo esterno o completo di interni; per quest’ultimo è necessaria l’apertura del veicolo da parte del proprietario o di un delegato. Il pagamento avviene comodamente tramite app, con carta o PayPal. Il servizio è attivo su Milano e Roma, la prossima tappa è Torino e a seguire Firenze.

Wash Out, la startup green che vuole rivoluzionare il mercato dell’autolavaggio

“Siamo felici di annunciare l’avvio della nuova edizione di B Heroes. – afferma Fabio Cannavale, ideatore di B Heroes – Anche quest’anno aziende affermate ed imprenditori di successo metteranno a disposizione il proprio tempo e la propria expertise per il programma di accelerazione che nel 2018 ha aiutato a crescere alcune tra le migliori start up italiane che hanno raccolto complessivamente finanziamenti per oltre 20 milioni di euro. Per la realizzazione di questo grande successo è stato determinante il supporto del main partner, Intesa Sanpaolo, che ha attivamente sostenuto il progetto permettendone la realizzazione”.

Da anni la Banca dedica risorse significative al mondo della ricerca e dell’innovazione e numerose sono le iniziative rivolte al mondo delle startup e, fra queste, anche un’offerta commerciale dedicata.

Stefano Barrese, responsabile della divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo: “Investimenti, innovazione e cultura digitale rappresentano importanti acceleratori dell’economia reale e hanno contribuito a portare le aziende fuori dalla crisi favorendo il loro rilancio.  Il nostro sostegno a B Heroes per il secondo anno consecutivo testimonia la volontà del Gruppo di dare impulso ai percorsi di innovazione e di eccellenza per favorire la crescita del Paese, mettendo a confronto le  idee di impresa con i manager di aziende   strutturate più innovative. Con B Heroes l’anno scorso abbiamo fatto un grande lavoro di squadra e abbiamo dimostrato di avere a cuore la crescita di questo paese, supportando una iniziativa che ha in sè la vocazione del sogno. Dietro le startup, infatti, ci sono giovani imprenditori con un sogno da realizzare e siamo orgogliosi di poterli accompagnare in un percorso di crescita che ci pone come solido riferimento per quanti credono nelle opportunità di networking”.

Articoli correlati