Vetrine digitali, Benetton a Londra: quando la vetrina si trasforma in esperienza | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CASE STUDY

Vetrine digitali, Benetton a Londra: quando la vetrina si trasforma in esperienza



La digitalizzazione delle vetrine dei negozi ha comportato un’esplosione delle possibilità espressive per i brand. Le nuove tecnologie propongono vetrine digitali interattive e installazioni a mattonelle e pannelli LED. Effetto scenico garantito. Come nel caso dello store Benetton di Oxford Street a Londra a cura di M-Cube

di Manlio Romanelli

23 Ott 2019


Vetrine digitali: lo store Benetton a Londra

Le vetrine sono state per secoli ambienti statici, legate allo stesso contesto di esibizione di un prodotto fisso, ma ora sono (anche) digitali. La digitalizzazione ha comportato un’esplosione delle possibilità espressive della vetrina che diventa così mezzo per comunicare più incisivamente i valori del brand, enfatizzarne i prodotti, lanciare e presentare un’intera gamma, ma anche spettacolarizzare il negozio. Anche secondo noi la vetrina del futuro è quella che diventa un fondamentale elemento della customer journey.

Grazie all’avanzare della tecnologia e alle possibili integrazioni con essa, è possibile costruire vetrine interattive con applicazioni di proximity marketing o interazioni coi social network dei consumatori, fino a soluzioni di gaming per intrattenere e invitare i passanti all’interno del punto vendita.

Vetrine digitali: l’uso di mattonelle LED scomponibili e customizzate

Nelle vetrine digitali è inoltre aumentata la versatilità dell’installazione che oggi può prevedere non solo monitor LCD o videowall, ma soluzioni di mattonelle LED scomponibili che creano artwall per effetti puramente scenografici ed emozionanti. Inoltre, pannelli LED possono essere utilizzati a moduli per creare tutte le tipologie di vetrine in trend. Infine, le mattonelle possono essere lavorate e customizzate al fine di creare vere e proprie composizioni con curvature come archi, strutture angolari e blocchi tridimensionali.

Focus sullo store Benetton a Londra

Queste possibilità sono state testate da noi di M-Cube sullo store Benetton di Oxford Street a Londra, in cui le arcate LED di grandi dimensioni rivestono i due piani del punto vendita, andando a creare un effetto scenico mozzafiato ben visibile da tutta la strada.

La vetrina, da sempre uno dei luoghi protagonisti del negozio fisico, è quindi diventata anche la protagonista del digital engagement e della customer experience, e in futuro lo sarà ancora di più, considerati i numerosi vantaggi che apporta.

Grazie infatti al posizionamento creativo e strategico degli schermi, è possibile spettacolarizzare la vetrina di un negozio così come, in generale, tutta la catena retail di cui fa parte, dove un ruolo importante è anche quello giocato dal contenuto mediale, in grado così di attirare il cliente con comunicazioni, immagini efficaci o promozioni chiare e stimolanti.

Manlio Romanelli

CEO di M-Cube