Omnicanalità, come affrontarla acquisendo una startup: M-Cube compra la startup Stentle | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

RETAIL E OPEN INNOVATION

Omnicanalità, come affrontarla acquisendo una startup: M-Cube compra la startup Stentle



Il gruppo italiano che sviluppa soluzioni audiovisive per il marketing instore ha acquisito il 66% della società nata nel 2015 per proporre e retail, grande distribuzione e turismo gli strumenti per affrontare iniziative omnicanali (l’interconnessione tra mondo fisico e digitale). I progetti internazionali

06 Feb 2019


M-Cube Digital Engagement, gruppo italiano impegnato nella realizzazione di soluzioni audiovisive per il marketing instore, espande la sua offerta sul mercato con l’acquisizione strategica del 66% del capitale di Stentle, startup creata per intercettare i trend evolutivi in ambito retail.  L’operazione si inserisce nella strategia di crescita a livello internazionale che M-Cube sta portando avanti dalla sua creazione a Trieste nel 2001.

Che cosa fa Stentle

Stentle è una startup innovativa nata nel 2015 che ha come obiettivo quello di fornire ai propri clienti gli strumenti per poter affrontare iniziative omnicanali nel mondo del retail, GDO e del turismo. Fondata da un team di ex-consulenti e dirigenti d’azienda con più di 40 anni di esperienza sul campo di progetti di innovazione e digitali, ha costruito la piattaforma di Omnichannel Customer Engagement (SaaS) in grado di portare i benefici del mondo online nel mondo fisico sia per i commessi che i clienti finali.

Fondata e guidata da Alexio Cassani, Stentle ha infatti lanciato la piattaforma Just Commerce, un kit di strumenti come servizi cloud e app mobile per le catene retail. Le soluzioni di Stentle, integrandosi con i sistemi legacy del brand cliente, permettono di supportare il personale del punto vendita in tutto il processo commerciale, dal riconoscimento del cliente fino al percorso personalizzato che ripropone le logiche del mondo online all’interno del negozio fisico.

Stentle è dunque in grado di offrire valore grazie a una serie di servizi e strumenti che servono a rendere continuativo il customer journey attraverso tutti i touch point fisici e digitali, oltre che rafforzare l’esperienza di acquisto. M-Cube ha colto da subito il potenziale e l’importanza strategica che la collaborazione delle due realtà avrebbero potuto generare per i portfolio clienti di entrambe, pertanto ha percorso con decisione questa opportunità.

Negozi del futuro, che cos’è la omnicanalità e perché è strategica per il retail

Stentle: dopo l’acquisizione via libera al mercato internazionale

”L’ingresso nel Gruppo M-Cube”, commenta il CEO di Stentle Alexio Cassani, “ci ha convinto fin dal primo giorno: per una startup rappresenta l’opportunità tanto attesa di accedere a un mercato internazionale, accelerando fin da subito le vendite e rendendoci più solidi sia nei confronti dei clienti che dell’organizzazione interna”.

Manlio Romanelli, CEO del Gruppo M-Cube, afferma: “Con questa operazione M-Cube affronta la crescente domanda del mercato di trasformare la visita del consumatore all’interno del negozio in un’esperienza sempre più unica, con il duplice obiettivo di farlo sentire riconosciuto e coccolato e di moltiplicare le opportunità di acquisto”.

Stentle SRL, entrando a far parte del Gruppo M-Cube, mantiene la sua autonomia operativa sotto la gestione del Socio e Amministratore Delegato Alexio Cassani. Manlio Romanelli sarà Presidente della società e Massimo Ceola Direttore Commerciale.