Da Regione Lombardia 15 milioni di euro per le imprese della moda | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Made in Italy

Da Regione Lombardia 15 milioni di euro per le imprese della moda

28 Set 2015

Altri argomenti

Si è chiusa la settimana della moda: con un totale di vendite nel mondo di 5.754 milioni di euro, il fashion è uno dei driver economici del Paese. Per sostenere il settore, Regione Lombardia lancerà a novembre il bando Smart Fashion and Design: finanziamenti a fondo perduto per progetti innovativi su moda e design

Si è chiusa la settimana della moda a Milano. Tra sfilate e passerelle, due cose emerse con chiarezza: il settore moda è uno dei maggiori driver economici, non solo in Lombardia ma in tutta Italia; inoltre la moda Made in Lombardia, per oltre la metà delle imprese presenti in regione, parla artigiano. Secondo quanto si apprende da Confartigianato Lombardia, infatti, sono infatti ben 8.502 le imprese artigiane del comparto lombardo, su un totale di 16.856 imprese. Il settore ha registrato un totale di vendite nel mondo di 5.754 milioni di euro, in crescita dell’1,7% nel primo semestre 2015 rispetto all’anno precedente.

È tutta un’altra moda: le storie di #EconomyUpTv

“Tutto il mondo riconosce l’abilità e la creatività espressa dalle imprese artigiane del comparto della moda. Un comparto in continua crescita, che rappresenta un driver per l’economia lombarda e che deve essere opportunamente sostenuto” ha dichiarato Eugenio Massetti, Presidente di Confartigianato Lombardia.

Pitti Uomo: quale ruolo per le startup nella moda?

E proprio per sostenere le imprese della moda, entro fine novembre Regione Lombardia pubblicherà il bando Smart Fashion and Design. “Si tratta di una misura innovativa, che con una dotazione finanziaria di 15 milioni di euro, consentirà di finanziare, a fondo perduto, progetti di sviluppo sperimentale ed innovazione realizzati da  aggregazioni di imprese del settore moda”, spiega Mauro Parolini, Assessore regionale con delega alla Moda.

Durante la fashion week, l’assessore Parolini ha anche illustrato il Progetto regionale “Magazzini Aperti”, finalizzato a far incontrare i giovani fashion designer con le imprese del settore, e ha invitato Confartigianato Lombardia ad essere uno dei soggetti facilitatori nella realizzazione dello stesso. 

Se la moda scopre il valore della tecnologia

“Aderiremo con entusiasmo all’iniziativa Magazzini Aperti, che ci trova in profonda sintonia nell’incentivare e valorizzare le relazioni tra scuola e impresa  – afferma il Presidente Massetti, accogliendo l’invito -. In Confartigianato crediamo da sempre nel confronto con i giovani, che possono diventare depositari delle tradizioni artigiane e motori dell’innovazione: in una parola, elemento di continuità indispensabile per dare un futuro brillante ad un artigianato che tutto il mondo ci invidia”.

Altri argomenti

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articolo correlato