Gestire il lavoro da remoto globale: 300 milioni per l'unicorno USA Remote - Economyup

LA TENDENZA

Gestire il lavoro da remoto globale: 300 milioni per l’unicorno USA Remote



Il round arriva a 8 mesi dal precedente, da 150 milioni, portando la valutazione di Remote a quasi 3 miliardi. Il CEO: “Vogliamo creare un mondo in cui ogni persona e azienda appartenga veramente al mercato globale”

05 Apr 2022


Marcelo Lebre e Job van der Voort, Founders di Remote

Remote, unicorno che opera come fornitore di servizi per la gestione di lavoratori internazionali, ha ottenuto un round di finanziamento di serie C da 300 milioni di dollari, guidato da SoftBank Vision Fund 2 con la partecipazione di investitori esistenti tra cui Accel, Sequoia, Index Ventures, Two Sigma Ventures, General Catalyst, 9Yards, Adams Street e Base Growth.

Mentre sempre più aziende cercano di impiegare talenti in tutto il mondo, il round di finanziamento arriva sulla scia di una crescita esponenziale che si traduce in un aumento del 900% dei dipendenti e in una crescita di oltre 13 volte delle entrate ricorrenti annuali nell’ultimo anno, rendendola -secondo le stime della stessa Remote- l’azienda EOR (Employer of Record) con la crescita più rapida.

Arrivato solo otto mesi dopo il round di serie B da 150 milioni, che ha cementato lo status di unicorno della startup, il round di serie C di Remote porta il totale raccolto a 495 milioni, e la valutazione a quasi 3 miliardi.

“La mission di Remote fin dal primo giorno è stata quella di contribuire a creare un mondo in cui ogni persona e azienda appartenga veramente al mercato globale. Questa significativa dimostrazione di sostegno da parte degli investitori, insieme alla rapida crescita della nostra attività, è la prova che questa esigenza non è solo palpabile, ma che la visione e le soluzioni che offriamo sono innovazione di prima classe”, ha dichiarato Job van der Voort, co-fondatore e CEO di Remote. “Con questo finanziamento aggiuntivo, saremo in grado di costruire più prodotti, tra cui piattaforme per contractor e piattaforme globali di gestione delle retribuzioni, ed espandere la nostra offerta di servizi e benefit”.

Che cosa fa Remote

Fondata nel 2019 in Silicon Valley da Job van der Voort e Marcelo Lebre, Remote consente alle aziende di costruire i loro team con i migliori talenti di tutto il mondo. Tra i suoi clienti figurano GitLab, DoorDash, Loom e Paystack. La piattaforma Remote fornisce gli strumenti e le competenze necessarie per consentire ai clienti di assumere a livello globale, pagare i team nelle valute da loro preferite e rimanere conformi alle normative in continua evoluzione.

WHITEPAPER
Ripensare il performance management. Quali nuovi approcci possibili? Scopri l’app Feedback4You!
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

Possedendo e gestendo pienamente le persone giuridiche in ogni paese, incluso il personale sul campo in ogni mercato, Remote consente ai clienti di offrire pacchetti di lavoro competitivi e culturalmente consapevoli tra cui buste paga, benefici, tasse, stock option e conformità normativa per distinguersi nel mercato globale dei talenti.

“Il modo in cui le persone lavorano è cambiato in modo permanente e il passaggio al lavoro remoto e ibrido ha permesso alle aziende di assumere ovunque mondo, ma questo può essere un processo intenso, costoso e rischioso”, ha affermato Brett Rochkind, Managing Partner di SoftBank Investment Advisers. “Remote ha creato una piattaforma globale full-stack che crea un’esperienza rapida e senza soluzione di continuità per assumere e integrare nuovi dipendenti indipendentemente da dove si trovino. Siamo entusiasti di collaborare con Job, Marcelo e il team per sostenere la loro mission di aprire il vasto potenziale del mondo per ogni persona, azienda e paese”.

Nel 2021, Remote è stata nominata tra gli Inc’s Best Workplaces., nominata Leader in Multi-Country Payroll da G2 e ha ricevuto i premi di Comparably per Best Company for Diversity e Best Company for Happiness.

Remote, le novità 2022

Nel 2022, Remote ha lanciato un programma per fornire supporto pratico per aiutare le aziende a dare la possibilità ai propri dipendenti di spostarsi in altri paesi attraverso la ricollocazione remota, che fornisce guida e sponsorizzazione per i visti, immigrazione locale e guida fiscale, assicurazione e formazione interculturale.

La società ha anche lanciato Remote for Refugees, un programma che rende facile ed economico per le aziende investire in talenti per rifugiati, incluso l’occupazione globale gratuita per tutti i rifugiati.

Remote continua a innovare le sue offerte tecnologiche: ha da poco lanciato la prima API remota sul mercato, in collaborazione con le principali piattaforme software HR tra cui AngelList e Sequoia Consulting per aiutare le aziende a scalare e gestire i team internazionali direttamente attraverso le loro piattaforme.

La conferenza inaugurale

Remote ospiterà la sua conferenza inaugurale Remote Connect su Building Belonging in the New World of Work dal 5 al 6 aprile 2022. L’evento completamente virtuale presenterà una lineup di autori famosi, leader aziendali ed esperti del settore tra cui Ariana Huffington, Adam Grant e Priya Parker.

Qui è possibile registrarsi all’evento