Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

#DIGITALIANI

Chief Digital Officer: cosa fa e quanto guadagna una delle figure più richieste

04 Lug 2017

Una pmi italiana su 3 vuole assumere un esperto di trasformazione digitale entro il 2020, dice una ricerca di TAG Innovation School con Cisco Italia e Intesa Sanpaolo. Il CDO deve guidare il cambiamento culturale, di business transformation e quello legato alla tecnologia. Ecco un master per apprendere le skill

Una piccola e media impresa italiana su tre vuole assumere un esperto di trasformazione digitale entro il 2020. È per questo che sta prendendo piede la figura professionale del Digital Officer, ovvero un esperto di Digital Transformation in grado di guidare le aziende nella economia digitale migliorando processi organizzativi, prodotti e servizi e impiegando le più innovative tecnologie e metodologie digitali.

♦ LO SCENARIO – Una nuova figura professionale per uno scenario in costante mutamento ed evoluzione: le nuove tecnologie stanno cambiando il volto della società e dell’economia e le aziende sono chiamate a innovare i propri business per poter restare in un mercato sempre più rapido e fluido. Gartner afferma che 125.000 grandi organizzazioni stanno lanciando iniziative di Digital Transformation e gli amministratori delegati si aspettano che le entrate dal digitale aumentino di oltre l’80% entro il 2020. Inoltre, secondo una recente ricerca realizzata da TAG Innovation School in collaborazione con Cisco Italia e Intesa Sanpaolo su un campione di 550 piccole e medie imprese italiane,  ben il 32% delle piccole e medie imprese (pmi) dichiara di volere assumere un esperto di trasformazione digitale entro il 2020. Anche gli investimenti previsti per i prossimi
3 anni sono coerenti con questo nuovo approccio: il 39% delle pmi ritiene importanti sia le partnership con startup sia le strategie basate sui Big Data.
Ben il 37% ritiene invece che l’ecommerce sarà il prossimo trend, a dimostrazione del fatto che ancora molte aziende non hanno un presidio nel canale di vendita online.

 

 

♦ CHE COSA FA IL CHIEF DIGITAL OFFICER – Il Digital Officer lavora all’interno delle aziende o come consulente, è attento alle continue innovazioni e guida un processo di cambiamento che è prima di tutto culturale, poi di business transformation e quindi connesso alla tecnologia. Tra le skill maggiormente apprezzate dalle aziende troviamo competenze imprenditoriali, expertise in ambito tecnologico, comprensione dei processi collaborativi, dell’importanza della User Experience, di strutture agile e predisposizione al business. Lo stipendio medio annuo è tra i più alti in assoluto con cifre fino ai 50 mila euro per una figura junior e fino agli 80 mila per una figura senior. I Digital Officer sono soprattutto uomini, con solo il 20% delle donne che ricoprono questo ruolo professionale. Tra i professionisti maggiormente richiesti, ci sono coloro che hanno maturato almeno 5 anni di esperienza in questa posizione.

♦ Il MASTER – La trasversalità del ruolo del Chief Digital Officer, ancora relativamente poco diffuso in Italia, rende necessario lo sviluppo di competenze e abilità multidisciplinari, fondamentali per riuscire a coordinare diversi profili professionali. Solo in questo modo, infatti, il CDO potrà operare efficacemente attivando strategie di imprese innovative e competitive. Per questo il Master part time in Digital Transformation offerto da TAG Innovation School, la scuola dell’innovazione digitale di Talent Garden, ha l’obiettivo di formare 25 Chief Digital Officer, i professionisti in grado di supportare le aziende nel proprio processo di digitalizzazione.

♦ Chief Digital Officer, come funziona il master di TAG

Per accedere alla selezione per il Master in Digital Transformation è necessario presentare la propria candidatura sul sito.

  • 191 Share