Nasce EY Yello, per mettere insieme trasformazione digitale e creatività

MARKETING

Nasce EY Yello, per mettere insieme trasformazione digitale e creatività



EY organizza le più recenti acquisizioni (da Applix a Italian Brand Group) in una nuova divisione guidata da Fabio Dotti e dedicata alla comunicazione e alle strategie di brand: parte da un fatturato di circa 15 milioni. Il team è costituito da 180 persone in Italia

04 Dic 2018


EY Italia mette ordine tra le ultime società acquisite nel corso e crea vita a YELLO, una struttura che unisce competenze creative e consulenza orientata al processo di digitalizzazione. La nuova unità punta a integrare strategia di business e di comunicazione delle aziende, ponendosi come interlocutore unico capace di coprire tutti gli ambiti e le fasi del processo di posizionamento del marchio.

EY Yello, la creatività per rispondere alle esigenze delle imprese

YELLO nasce con l’obiettivo di fondere le professionalità dell’area di consulenza strategica Customer Transformation di EY con quelle conseguite attraverso alcune recenti acquisizioni: le agenzie Nery Wolff e Italian Brand Group, seconda realtà creativa italiana, e Applix, specializzata in applicazioni e soluzioni mobile. Dall’analisi del business alla definizione della strategia, all’implementazione della campagna alla misurazione dei risultati, l’innovazione nasce dall’incontro dell’esperienza di creativi ed esperti di branding con quelle di consulenti specializzati nei processi di trasformazione digitale orientati alla centralità del cliente. Sono oltre 180 i professionisti di comunicazione, branding e consulenza strategica e digitale coinvolti nel nuovo progetto EY, che prospetta entro 3 anni un fatturato di 25 milioni.

Perché le società di consulenza devono reinventarsi

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Per aumentare il valore del marchio e il ritorno sugli investimenti in comunicazione le agenzie di comunicazione devono trasformare la propria strategia. Allo stesso tempo, anche le società di consulenza sono chiamate dal mercato a reinventarsi e a coprire le aree della comunicazione digitale cross canale. “Con YELLO, EY viene incontro a questa nuova esigenza del mercato, unendo branding e consulenza abilitate dalle tecnologie digitali, per accrescere la forza della marca e apportare maggiore valore economico alle imprese”, dichiara Paolo Lobetti Bodoni, Partner EY e responsabile dell’area Strategy e Operation.

Paolo Lobetti Bodoni, Partner EY e responsabile dell’area Strategy e Operation

EY Yello: 180 persone in Italia

Il team di YELLO conta oltre 180 professionisti sul territorio nazionale e vanta un’esperienza di oltre trent’anni in tutti i settori di business. Solo negli ultimi anni ha gestito oltre 250 progetti con 100 sono i clienti attivi. La squadra è connessa all’ecosistema internazionale di EY, nell’ambito del quale è giù diventata un punto di riferimento anche per i grandi gruppi europei. La nuova divisione ha all’attivo un fatturato di 15 milioni di euro che prevede di raddoppiare nei prossimi 3 anni, arrivando a raggiungere i 60 milioni di euro tendendo conto anche dei clienti internazionali.“YELLO viene incontro a un’esigenza che abbiamo percepito lavorando con i nostri clienti” commenta Fabio Dotti, Partner EY che guida la nuova divisione. Il progetto conta anche sull’esperienza di Franco e Mauro Di Rosa, fondatori di Italia Brand Group e Rita Neri di Neri Wolff che, insieme a Dotti, guideranno la struttura. Il team si avvale anche della presenza  di Alexandre Gabriel Levy, già Ogilvy con il ruolo di Head of Business Development e Federico Gasparotto, già Accenture Interactive, a capo della Unit di Omnichannel & Digital Experience, cui seguiranno altri importanti ingressi

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link