Come fa open innovation la multinazionale spagnola Iberdrola - Economyup

OPEN WORLD/ CASE STUDY

Come fa open innovation la multinazionale spagnola Iberdrola



Iberdrola, azienda energetica leader mondiale nella produzione di energia eolica, ha avviato le proprie attività di open innovation nel 2008 partendo dal corporate venture capital Perseo, diventato l’unità di open innovation del gruppo. Il modello, le key people, gli investimenti, le acquisizioni di startup.

di Alberto Onetti

01 Feb 2022


La Torre Iberdrola a Bilbao

Come fanno Open Innovation le grandi aziende europee? Una volta al mese qui su Open World in collaborazione con Mind the Bridge presenteremo un case study per rispondere alla domanda. Cominciamo con Iberdrola. Il report è stato curato da Daniele Graverini e Massimiliano Brigonzi

Iberdrola, il company profile

Iberdrola è una multinazionale spagnola specializzata nella produzione, distribuzione e commercializzazione di energia elettrica e gas naturale. Tra i maggiori produttori di energia elettrica al mondo è leader mondiale nella produzione di energia eolica. L’azienda ha un fatturato superiore a 30 miliardi di euro ed è attiva con 30.000 dipendenti in decine di Paesi in quattro continenti.

WHITEPAPER
Employee engagement da remoto: i tool che aumentano partecipazione e produttività
Digital Transformation
Risorse Umane/Organizzazione

Iberdrola, open innovation trajectory

Iberdrola ha avviato le proprie attività di open innovation nel 2008 partendo dal corporate venture capital (CVC): Iberdrola Ventures PERSEO. Nel tempo PERSEO da fondo di CVC è diventata l’unità di open innovation del gruppo, attivando prima un modello di Venture Client e aggiungendo, a inizio 2020, un Venture Builder.

Open innovation organization

PERSEO ha un team di circa quindici persone. Gestisce il fondo di CVC così come le attività di scouting di startups per le business units (Venture Client). Di recente ha avviato anche un Venture Builder. page2image27290448

Open innovation models

 

Iberdrola Open Innovation Key Pillars

1. PRESENZA NEI PRINCIPALI ECOSISTEMI

Un associate del fondo di CVC è di base in Silicon Valley.

2. INTRAPRENEURSHIP

Iberdrola svolge attività rivolte a stimolare la propensione imprenditoriale dei dipendenti senza tuttavia avere un programma strutturato.

3. VENTURE BUILDER

Lanciato ad inizio 2020 con l’obiettivo di avviare 6-7 iniziative strategiche nei prossimi 5 anni in partnership con altre aziende. Il primo progetto è Iberlyzer, lanciato in collaborazione con l’azienda basca Ingeteam e finalizzato a diventare il più grande produttore di elettrolizzatori in Spagna. Le attività di accelerazione in precedenza avviate sono state dismesse.

4. VENTURE CLIENT

Iberdrola si concentra su profili maturi (scaleup) attraverso Challenges. Il team di PERSEO individua regolarmente con le Business Units i bisogni di innovazione e di conseguenza lancia una Challenge a livello globale (supportata da scouting attivo). Dal lancio della Challenge alla selezione passano circa 3 mesi. Il pilota con le startup selezionate è finanziato dalla Business Unit. Iberdrola attiva 6-10 challenges in media all’anno e avvia 30/40 progetti pilota con startups.

5. STARTUP INVESTMENT

Lanciato nel 2008 il fondo di CVC Iberdrola Ventures PERSEO ha investito ad oggi 85 milioni, ed ha attualmente 8 startups in portafoglio. Tra le portfolio companies più interessanti sicuramente Wallbox, startup catalana attiva nel mercato degli EV Charger recentemente andata pubblica a Wall Street, con attuale valutazione di ~$2.3B

6. STARTUP ACQUISITION

Iberdrola ha comprato 2 startup, entrambe negli ultimi due anni. Una è la francese Aalto Power, piattaforma di investimenti relativi alla produzione di energia eolica per 100 milioni di dollari. L’altra è l’australiana Autonomous Energy, produttrice di pannelli solari, microgrids, e sistemi di energy storage e efficiency management, per una cifra che non è stata resa pubblica.

Target verticals

Iberdrola è allo stato attuale interessata a startup che offrano: soluzioni intelligenti per clienti residenziali, commerciali e industriali, soluzioni riguardanti la rete elettrica del futuro, soluzioni in ambito gestione di risorse energetiche distribuite, tecnologie per l’integrazione di rinnovabili, tecnologie avanzate in ambito maintenance e field operations, e soluzioni di mobilità elettrica.

Key people

La persona che ha plasmato e guida le attività di open innovation è Diego Díaz Pilas, Global Head of Ventures & Technology at Iberdrola. Al suo fianco sta crescendo Oscar Cantalejo che gestisce le challenges. Il Venture Builder è al momento gestito da Alvaro Portellano Alvarez.

3 domande a… Diego Díaz Pilas

Diego Díaz Pilas, Global Head of Ventures & Technology di Iberdrola

Quali sono i pilastri della strategia di Open Innovation di Iberdrola?

Nonostante Iberdrola sia leader in ambito green energy, ci rendiamo contro che nessuna azienda da sola può possedere la risposta a tutte le sfide del mondo di oggi, in particolare a quelle relative ai cambiamenti climatici e alla transizione energetica. Abbiamo bisogno di lavorare a stretto contatto con i migliori imprenditori e le migliori startup del mondo per andare avanti con la nostra missione. Ecco perché collaboriamo con le startup da quasi 15 anni attraverso il nostro programma “Iberdrola Ventures – Perseo”. Utilizziamo diversi strumenti per incanalare l’innovazione della community delle startup. Ad oggi sono stati investiti oltre 85 milioni di euro di Venture Capital e vantiamo 2 unicorni nel nostro portfolio. Anche l’Open Innovation è uno strumento importante: organizziamo circa 10 innovation challenge all’anno e abbiamo migliaia di aziende nel nostro ecosistema. Con i nostri strumenti Venture Client supportiamo più di 25 pilot all’anno per testare e scalare le migliori soluzioni tecnologiche e di recente abbiamo anche lanciato un programma di Venture Building.

Quali sono i 3 consigli che ti senti di dare a un innovation manager?

Innanzitutto, consiglierei di misurare l’impatto di ogni strumento utilizzato in termini di KPI sia finanziari che non finanziari. Ogni programma deve essere sostenibile e restituire risultati nel tempo. In secondo luogo, consiglierei di essere flessibili nel lanciare nuovi strumenti e programmi che possano promuovere l’innovazione nella propria azienda senza tuttavia esitare a escludere quelli che sembrano non funzionare correttamente. E terzo, consiglierei di avere pazienza, perché l’innovazione la richiede. Programmi di successo come Iberdrola Ventures – Perseo di solito richiedono del tempo per mostrare risultati tangibili.

Quali sono i punti chiave del piano di innovazione a 3 anni di Iberdrola?

Crediamo che gli anni venti del 2000 rappresenteranno il decennio dell’elettrificazione. Le rinnovabili stanno contribuendo a decarbonizzare il “mix elettrico” in modo molto competitivo e saranno ancora più competitive nei prossimi anni. Quindi, oltre a distribuire le energie rinnovabili in ogni area geografica, dobbiamo spingere affinché l’elettricità aumenti la sua quota e raggiunga tutti gli usi energetici come modo più veloce ed efficiente per decarbonizzare il nostro mondo. Da Iberdrola Ventures Perseo la nostra massima priorità è quella di collaborare e supportare i migliori imprenditori e le migliori startup che lavorano per elettrificare l’economia con particolare attenzione all’elettrificazione dei trasporti, dell’industria e degli edifici.

Alberto Onetti

Chairman (di Mind the Bridge), Professore (di Entrepreneurship all’Università dell’Insubria) e imprenditore seriale (Funambol la mia ultima avventura). Geneticamente curioso e affascinato dalle cose complicate.