A che punto è Mind-Milano Innovation District e quale ruolo avrà Cariplo Factory | Economyup

OPEN INNOVATION

A che punto è Mind-Milano Innovation District e quale ruolo avrà Cariplo Factory



Sono state annunciate le prime 55 aziende partner di MIND, il Milano Innovation District che sorgerà nell’area ex Expo con l’obiettivo di diventare un distretto dedicato alle tecnologie e alle scienze umane. A Cariplo Factory il ruolo di ideatore e gestore dei programmi di innovazione

27 Nov 2019


MIND- Milano Innovation District

Il progetto MIND prosegue e porta a bordo Cariplo Factory in qualità di orchestratore delle varie iniziative di innovazione. Il Milano Innovation District che sta sorgendo nell’area ex Expo ha visto di recente l’adesione delle prime 55 aziende al progetto di Lendlease, gruppo internazionale del real estate che provvederà alla creazione dei luoghi. Tra i protagonisti c’è, appunto, anche Cariplo Factory, che metterà a disposizione del distretto esperienze e competenze consolidate in oltre tre anni di attività nell’ambito dell’innovazione aperta e collaborativa. L’obiettivo finale del progetto MIND è dare vita a un distretto dell’innovazione dove convergeranno le nuove frontiere della tecnologia e delle bio-scienze. I primi spazi dovrebbero essere pronti già dall’anno prossimo.

Che cos’è MIND

Il Milano Innovation District è un distretto dell’innovazione in cui mondo accademico, istituti di formazione e ricerca, imprese, startup, incubatori e acceleratori scambieranno e condivideranno risorse, conoscenza e tecnologie. Innovazione e sostenibilità sono i driver di MIND che punta a diventare una nuova destinazione per l’Italia: un innovativo centro urbano integrato e un modello per i futuri progetti di rigenerazione, caratterizzato da inclusività, connettività e resilienza.

MIND nasce da una partnership pubblico-privata tra Arexpo, proprietaria del sito e titolare e coordinatrice del relativo piano di sviluppo, e Lendlease, responsabile della progettazione ed edificazione delle aree ad uso privato. La visione di MIND è il risultato dell’impegno congiunto di Lendlease, Arexpo e di Ospedale Galeazzi, Università degli Studi di Milano, Istituto di Ricerca Human Technopole e Fondazione Triulza.

Che cos’è Cariplo Factory

Cariplo Factory è un hub di innovazione che prevede percorsi di formazione esperienziale, programmi di accompagnamento imprenditoriale, progetti di open innovation, investimenti di venture capital e attività di supporto all’internazionalizzazione.

Nata nel 2016 per volontà di Fondazione Cariplo, agisce attraverso un modello inclusivo che coinvolge un network nazionale di università, centri di trasferimento tecnologico, incubatori, acceleratori, fablab, parchi scientifici tecnologici, startup, business angel, fondi di venture capital, piccole e medie imprese (pmi) e grandi aziende (corporate). Finora Cariplo Factory ha dato vita a oltre 20 programmi di innovazione, per un totale di circa 400 iniziative e oltre 14 mila opportunità di lavoro create.

Che cosa farà Cariplo Factory nel Milano Innovation District

Nella fase di avviamento di MIND, Cariplo Factory si occuperà di consolidare il modello di Federated Innovation ideato da Lendlease e di avviare le prime iniziative con le imprese aderenti al distretto.

Successivamente, nella fase esecutiva, Cariplo Factory sarà l’ideatore e il gestore dei programmi di innovazione che verranno realizzati all’interno del distretto MIND.

L’intervento di Cariplo Factory sarà modulato su tre livelli:

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

— il design strategico per supportare l’innovation roadmap di MIND e l’identificazione dei fabbisogni di innovazione delle aziende che parteciperanno attivamente al distretto;

— il networking per favorire il dialogo tra i protagonisti di MIND e tutto l’ecosistema dell’innovazione attraverso un modello inclusivo;

— l’orchestrazione delle iniziative collaborative di trasformazione tecnologica e innovazione sociale, gestendo direttamente alcuni dei servizi che caratterizzeranno l’offerta di innovazione di MIND.

In MIND Cariplo Factory ha individuato lo sviluppo naturale della propria missione: generare opportunità di crescita personale, imprenditoriale e industriale attraverso modelli di innovazione discontinua, inclusiva e responsabile. Missione che già porta avanti all’interno dell’area ex Ansaldo, nei 3 mila metri quadri di via Bergognone, con varie progettualità partecipative: dal Music Innovation Hub alla Milano Digital Week, dalla rete NEMA per la Manifattura Digitale al progetto Fabbrica Diffusa,

Carlo Mango (Cariplo Factory): “In MIND c’è la nostra visione di open innovation”

“Cariplo Factory è orgogliosa di contribuire alla creazione del più grande hub di innovazione italiano, uno dei più rilevanti a livello internazionale. E di farlo a Milano, città sempre più dinamica e attrattiva”, commenta Carlo Mango, Consigliere Delegato di Cariplo Factory. “Fin dal principio, Cariplo Factory si è collocata all’interno dell’ecosistema italiano dell’innovazione con l’obiettivo di incrementarne la competitività, in sinergia con tutti gli attori. Il nostro obiettivo è da sempre quello di promuovere l’open innovation quale strumento per oltrepassare logiche industriali settoriali, trarre il maggior beneficio dalle tecnologie esponenziali, attrarre talenti e valorizzare il nostro capitale umano, generare impatto non solo economico ma anche sociale. In MIND e nel suo modello di Federated Innovation abbiamo ritrovato questi valori e questa visione. Una visione che guarda, con prospettiva, al futuro del nostro Paese.”

Andrea Ruckstuhl (Lendlease): “MIND ecosistema innovativo d’eccellenza”

Andrea Ruckstuhl, Head of Italy and Continental Europe di Lendlease, aggiunge: “Siamo felici di accogliere in MIND Cariplo Factory, che insieme alle realtà che già vi operano contribuirà a costruire un ecosistema innovativo d’eccellenza per le nostre imprese e per il territorio. È il punto di avvio di un ecosistema dell’innovazione che consentirà di far progredire i singoli condividendo risorse e infrastrutture. Non possiamo che essere orgogliosi per questa testimonianza concreta dell’interesse verso MIND, che ha l’ambizione di diventare un luogo centrale in Europa in cui l’innovazione sarà al servizio delle grandi sfide del futuro. Come Lendlease, l’impegno è quello di creare e facilitare le connessioni tra tutti i soggetti, per dare vita a un luogo in cui la contaminazione tra progetti e idee possa generare delle opportunità reali e concrete per tutti. A partire dal 2020, l’ecosistema diventerà operativo, con l’insediamento delle prime aziende sul sito e l’avvio dei progetti di innovazione”.

Che cosa fa Lendlease

Lendlease è un gruppo internazionale attivo nel real estate, in particolare nello sviluppo di aree urbane, quotato all’Australian Securities Exchange, con progetti in Australia, Asia, Europa e nelle Americhe. La visione di Lendlease è creare i luoghi migliori che possano ispirare e arricchire la vita delle persone in tutto il mondo. Ha sede a Sydney, in Australia, e conta circa 13.000 dipendenti a livello mondiale. L’attività si riflette in tre segmenti di business Development, Construction e Investment. Lendlease gestisce asset per un valore di 28,7 miliardi di dollari australiani (30 giugno 2019). In Italia, Lendlease è attiva in due dei maggiori progetti di rigenerazione urbana di Milano: Milano Santa Giulia, in partnership con Risanamento Spa, uno dei più grandi interventi di riqualificazione urbana a Milano; e appunto MIND-Milano Innovation District.

MIND: le prime 55 adesioni

Lo scorso 16 novembre Lendlease ha presentato la nuova fase di Mind Milano Innovation District in un incontro a porte chiuse alla presenza delle istituzioni governative nazionali e di vari altri attori, introducendo le prime 55 aziende aderenti. Il gruppo porta a MIND le eccellenze nazionali e internazionali per la sperimentazione scientifica, tecnologica e digitale. Le aziende sperimenteranno progetti di innovazione tecnologica, scientifica e digitale con una metodologia innovativa e collaborativa, il “Federated Innovation Model”, che unisce l’open innovation a quella più tradizionale delle aziende.

MIND: quali spazi saranno realizzati

Le aziende avranno a disposizione, a partire dalla metà del 2020, oltre 600 postazioni all’interno del Mind Village (in corso di definizione e sviluppo). Dal 2023 saranno invece realizzati gli edifici definitivi nell’area ovest di Mind (Westgate) la quale, complessivamente, avrà a regime una superficie di 200 mila metri quadrati e costituirà il primo sviluppo della parte privata di Mind.

Due i principali driver di MIND:

— “Cities of the Future” – Riunisce i progetti e le iniziative che saranno realizzate per cogliere le sfide tecnologiche, digitali e sociali dove sono protagoniste le città del futuro, le professioni e le nuove generazioni;

— “Future of Health” – I progetti e le iniziative per promuovere l’innovazione nei settori dell’agroalimentare, della nutrizione e delle scienze per la vita.

Andrea Ruckstuhl, Head of Italy and Continental Europe di Lendlease, ha commentato: “Queste aziende rappresentano il punto di avvio di un ecosistema dell’innovazione che consentirà di far progredire i singoli condividendo risorse e infrastrutture. Non possiamo che essere orgogliosi per questa testimonianza concreta dell’interesse verso MIND, che ha l’ambizione di diventare un luogo centrale in Europa in cui l’innovazione sarà al servizio delle grandi sfide del futuro. Come Lendlease, l’impegno è quello di creare e facilitare le connessioni tra tutti i soggetti, per dare vita a un luogo in cui la contaminazione tra progetti e idee possa generare delle opportunità reali e concrete per tutti. A partire dal 2020, l’ecosistema diventerà operativo, con l’insediamento delle prime aziende sul sito e l’avvio dei progetti di innovazione”.

Le aziende fondatrici dell’alleanza per l’innovazione

(Temi: Cities of the future, Life Science e Agrifood, Fintech e educazione allo sport, ecosystem enablers e startup garage)

ABB, Aecom, Ambrosetti, Area Science Park, Bio4Dreams, Bird&Bird, Bracco, Cariplo
Factory, Cisco, Confcooperative, Confindustria Dispositivi Medici, Cluster Alisei/CLAN,
Connected Health Now, EFM Spa (MyEFM), Elettronica Group, Elior, Enerbrain, ENAIP
Scuola Restauro Botticino, EnelX, EON, Fabrick (Banca Sella), Fast Man Service, FBP,
Fondazione ITS, Fleep Technologies, Fluentify, Gellify, GFG (Global Futures Group),
GiGroup, Graffiti for SmartCity, Gruppo Focchi, H Ventures, Hi-Interiors, IGenius,
INDACO, Intesa Sanpaolo, IoTty, Johnson Controls, Lendlease (ELI), LID, Ledcom,
Maire Tecnimont, Movendo, Moxoff, NewLab, NEXT, Planet Farms, PWC, Sacertis,
SEArch+Space Architects, Schneider, Techedge, TIM, UFL (New York Uni), Umana,
Village.