ACQUISIZIONI

Personal finance: l’americana Acorns acquisisce 2 startup di educazione finanziaria per bambini



Con l’acquisizione della francese Pixpay e dell’inglese GoHenry, Acorns, app specializzata in micro-investimenti, risparmio e consulenza, dà vita a un polo da oltre 2 miliardi di dollari dedicato al personal finance

di Redazione EconomyUp

Pubblicato il 05 Apr 2023


Noah Kerner, CEO di Acorns

L’americana Acorns, che fornisce un’app specializzata in micro-investimenti, risparmio e consulenza robotica, acquisisce Pixpay e GoHenry: nasce un polo da oltre 2 miliardi di dollari dedicato al personal finance. Le tre app contano insieme circa 6 milioni di utenti, una partnership che segna l’espansione europea di Acorns in 4 paesi: Francia, Italia, Spagna e UK. Ma vediamo meglio i dettagli dell’operazione.

Cosa sono le app di educazione finanziaria GoHenry e Pixpay

La società con sede a Irvine, in California, ha annunciato l’acquisizione strategica di GoHenry Pixpay, due app di educazione finanziaria per bambini e ragazzi in Europa, dando così vita ad un polo da oltre 2 miliardi di dollari dedicato al personal finance.

WHITEPAPER
Industria 4.0, ecco come accedere ai fondi della Nuova Sabatini
IoT
Startup

Pixpay

Pixpay, è una startup francese fondata da Benoit Grassin, Nicolas Klein e Caroline Ménager nel gennaio 2019, con lo scopo di fornire ai ragazzi, dai 10 anni, uno strumento di pagamento all’avanguardia e di educarli finanziariamente. In soli tre anni, Pixpay si è imposto come leader nel settore del teen banking in Francia e in Spagna, con 250.000 clienti all’attivo. Pixpay propone una carta conto prepagata e un’app, per permettere ai ragazzi di pagare ovunque, di farsi pagare, di risparmiare e d’imparare a gestire i propri risparmi in autonomia. L’app genitore è uno strumento sicuro, pedagogico e pratico per seguire e accompagnare i propri figli quotidianamente. Nel mese di luglio 2022, GoHenry, leader e pioniere dell’educazione finanziaria in Inghilterra, con oltre 2 milioni di membri in UK e USA, ha acquisito Pixpay per accelerare lo sviluppo in Europa e rendere bambini e giovani più smart nella gestione dei propri soldi.

GoHenry Group

GoHenry Group è una startup londinese, pioniera nell’educazione finanziaria per i ragazzi di età compresa tra i 6 e i 18 anni, che offre una carta di debito prepagata, gestita tramite un’app, che contiene sezioni di cash gaming progettate per insegnare a bambini e ragazzi come risparmiare e investire il proprio denaro in modo consapevole. Lanciata nel 2012, GoHenry fornisce a giovani e giovanissimi strumenti funzionali e pensati ad hoc per permettere loro di sperimentare in un ambiente sicuro, come gestire il proprio denaro, il tutto con la supervisione dei genitori. Le funzioni di educazione finanziaria in-app di GoHenry, le cosiddette Money Missions, rendono l’apprendimento più immediato ed efficace nella vita reale, grazie all’utilizzo di modalità ludiche interattive e divertenti per bambini e adolescenti. GoHenry conta oltre 2 milioni di membri nel Regno Unito e negli Stati Uniti e, più recentemente, in Francia e Spagna con l’acquisizione della FinTech francese Pixpay.

Perché Acorns ha acquisito le due società

Acorns consente a chiunque di risparmiare ed effettuare investimenti a lungo termine. Rendendo accessibili a tutti i migliori strumenti di pilotaggio e di investimento finanziario, Acorns è diventato uno dei più grandi servizi finanziari a pagamento negli Stati Uniti, con oltre 4,5 milioni di utenti negli USA. Ad oggi, sono più di 16 miliardi di dollari i soldi investiti nell’azienda dai suoi clienti. Gli utenti di Acorns dispongono di: investimenti automatizzati in portafogli diversificati; un prodotto pensionistico semplice; un conto bancario che li aiuta a spendere meno per investire di più e di investimenti bonus di 17.000 marchi, generati durante gli acquisti. All’interno della stessa app è compresa inoltre una funzione molto innovativa che permette agli utenti di investire facilmente per il futuro dei propri figli.

Acorns, i primi passi per la finanza delle famiglie

Nel 2020, Acorns aveva iniziato a muovere i suoi primi passi nel campo del benessere finanziario delle famiglie con il lancio di Acorns Early, un prodotto di investimento che consente non solo ai genitori, ma anche a familiari o amici, di investire facilmente per il futuro di un bambino, fin dalla sua nascita. Grazie alla nuova partnership con Gohenry e Pixpay si realizzerà una vera e propria accelerazione in questa direzione, proponendo un’offerta molto completa per bambini e ragazzi, ma anche per adulti, che mette a disposizione i migliori strumenti per imparare a gestire il proprio denaro in modo semplice e autonomo in ogni fase della propria vita, ponendo le basi per un futuro finanziario più brillante.

Insieme, Acorns, GoHenry e Pixpay contano oltre 6 milioni di clienti: negli Stati Uniti GoHenry diventerà GoHenry by Acorns, mentre in Francia, Spagna, Italia e nel Regno Unito Pixpay e GoHenry continueranno a operare con i propri marchi e sui propri target di riferimento.

Questa collaborazione dimostra che il settore delle finanze personali – ancora ampiamente sottosviluppato, soprattutto nella fascia d’età dei più piccoli- è in pieno fermento.

“Tutti i bambini del mondo meritano di avere accesso a strumenti efficaci per imparare a gestire il proprio denaro e diventare finanziariamente responsabili”, afferma Noah Kerner, CEO di Acorns. “La missione di GoHenry e Pixpay è perfettamente in linea con quella di Acorns. Insieme possiamo accelerare questo processo e aiutare ogni persona a gestire il proprio denaro facilmente in ogni fase della sua vita”.

Benoit Grassin, Cofondatore di Pixpay, aggiunge: “Negli ultimi anni abbiamo aiutato milioni di giovani a diventare sempre più responsabili finanziariamente e grazie all’acquisizione effettuata da Acorns, saremo in grado di amplificare i risultati raggiunti finora. Nel contesto attuale è essenziale sostenere bambini, ragazzi e adulti nello sviluppo di buone abitudini finanziarie. Nulla cambia nell’organizzazione dei nostri team nel Regno Unito, in Francia, in Spagna e in Italia, ma con l’unione dei nostri servizi con quelli di Acorns, saremo certamente in grado di cogliere nuove opportunità, sviluppando strumenti sempre più semplici, funzionali e innovativi”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Redazione EconomyUp