Auto a guida autonoma: che cosa sono, come funzionano, le applicazioni in Italia | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA MOBILITÀ DEL FUTURO

Auto a guida autonoma: che cosa sono, come funzionano, le applicazioni in Italia



Auto a guida autonoma circolano già sulle nostre strade, da Parma a Torino. Il futuro è già realtà, anche se ha diverse fasi di attuazione. Dai 5 livelli della guida alle norme, dai primi test ufficiale alla storia della tecnologia, ecco tutto quello che c’è da sapere su uno dei trend forti dell’industria automobilistica

08 Lug 2019


L‘auto a guida autonoma è uno dei trend forti del settore automotive, la sfida numero uno dei player del settore ma anche, diciamoci la verità, qualcosa che incuriosisce chiunque. Anche in Italia, dove potrebbe adesso capitare di vederne circolare qualcuna, pur se solo in via sperimentale.

Avere un’auto in grado di muoversi da sole ci libererà del tempo: invece di guidare, potremo fare altro.

VIDEO – L’AUTO AUTONOMA IN 1 MINUTO

Che cos’è la guida autonoma e come funziona: i 5 livelli

Un’auto a guida autonoma è un veicolo che utilizza una combinazione di sensori, telecamere, radar e intelligenza artificiale (AI) per spostarsi tra diverse destinazioni senza necessità di intervento umano, su strade che non siano state pre-adattate allo scopo. Nel mondo dell’automotive è stata adottata una scala di classificazione da 0 a 5 che permette di valutare il livello relativo di automazione di ciascun veicolo.

Livello 0, Nessuna automazione

è l’auto tradizionale, in cui il conducente controlla l’auto senza alcun tipo di supporto da parte di un sistema di assistenza alla guida.

Livello 1, Assistenza alla guida

sono presenti ausili cruise control adattivo, controlli elettronici di stabilità del veicolo (ESC), il supporto dinamico di frenata, i sistemi di mantenimento della corsia di marcia

Livello 2, Automazione parziale

ci sono almeno due funzioni primarie automatiche di controllo del veicolo che agiscono congiuntamente (ad esempio cruise control adattivo combinato con il lane centering) e consentono al guidatore di cedere il controllo di alcune funzioni in situazioni limitate.

Livello 3, Guida autonoma limitata

il guidatore può cedere al sistema di guida autonoma il pieno controllo delle funzioni critiche di sicurezza, ma limitatamente a precise condizioni di traffico e ambientali.

Livello 4, Automazione elevata

si tratta di una guida autonoma sostanzialmente piena, in cui il veicolo può svolgere tutte le funzioni critiche di sicurezza e monitorare costantemente le condizioni della strada per l’intero viaggio, ma non in condizioni meteo estreme.

Livello 5, Automazione completa

è richiesta solo l’indicazione della destinazione e l’avvio del sistema, senza altro intervento da parte del guidatore, in tutte le casistiche possibili.

Applicazioni delle auto a guida autonoma in Italia

I test dell’auto a guida autonoma in Italia: il decreto a marzo 2018

Il 16 marzo 2018 il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Del Rio, ha firmato il provvedimento che permette la sperimentazione delle driverless car sulle strade italiane. Con questo decreto si dà il via alla sperimentazione su strada di veicoli a guida autonoma. Il decreto, infatti, autorizza “costruttori del veicolo equipaggiato con le tecnologie di guida automatica, nonché istituti universitari e enti pubblici e privati di ricerca” alla sperimentazione delle auto a guida autonoma in Italia. Una mossa prevista nel Decreto Smart Road sull’ammodernamento digitale delle rete stradale nazionale.

 

Self driving car: che cosa dice il decreto che le autorizza anche in Italia

I primi test con auto da remoto a Torino nell’ottobre 2018

Un primo mini-test, che era più che altro una sorta di dimostrazione pubblica, si era già svolto alla fine di ottobre 2018 a Torino. Si è trattato di un evento nato dalla collaborazione tra Tim, Ericsson e Comune di Torino per far conoscere e sperimentare le potenzialità della nuova rete 5G, ultraveloce e con basso tasso di latenza, attraverso servizi che saranno disponibili da Tim. Nell’ambito della due giorni di demo e prova dei servizi 5G rivolti al grande pubblico, un pilota ha guidato una vettura da remoto, restando dentro Palazzo Madama, e in piazza i passeggeri, tra cui Paola Pisano, assessore all’Innovazione del Comune di Torino, hanno viaggiato con la macchina che svoltava, accelerava e frenava da sola. Nel pomeriggio hanno potuto provarla i cittadini.

Auto a guida autonoma, il Ministero dei Trasporti autorizza i test sulle strade pubbliche

Il primo test su strada dell’auto a guida autonoma a Parma il 27 maggio 2019

Dopo le prove su circuiti, il 27 maggio 2019 sono iniziate le sperimentazioni dell’auto a guida autonoma a Parma. Il test è stato effettuato da Vislab: Spinoff dell’Università di Parma, VisLab è, nel 2019, la prima società autorizzata dal Ministero dei Trasporti a testare l’auto a guida autonoma su strada in Italia. Unica società ad aver ottenuto l’autorizzazione anche perché, come riferisce il ministero stesso, è la sola ad aver presentato la richiesta di autorizzazione. Ma, soprattutto, è una società americana: nel 2015, infatti, VisLab, è stata acquisita dalla statunitense Ambarella. Dunque, benché VisLab si presenti ancora come società italiana perché ha mantenuto la sede a Parma e il team italiano, è in realtà una società americana. Qui puoi leggere la sua storia

Il veicolo impiegato per le sperimentazioni è un Ambarella modello L. I collaudi consisteranno nell’esecuzione di sperimentazioni del sistema di guida automatica al fine di testare le capacità di circolazione del veicolo nel traffico cittadino. In particolare verranno testati i sistemi di percezione visiva e mediante radar, il sistema di pianificazione del percorso e il comportamento del veicolo nelle intersezioni, negli incroci e nelle rotonde.

La sperimentazione è stata effettuata lungo le tratte stradali adiacenti a Via 9 Novembre 1989, Via Indro Montanelli, Via Caduti di Nassirya, e anche su Viale delle Esposizioni, Via delle Scienze, Parco Area delle Scienze.

Storia dell’auto a guida autonoma

Self driving car, tutto sull’auto a guida autonoma: quando arriverà, come sarà, chi la produrrà