Modello Polimi, come funziona un Technology Transfer Office: dalla ricerca alle startup | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ECONOMYUP TV

Modello Polimi, come funziona un Technology Transfer Office: dalla ricerca alle startup



Valorizzare la ricerca universitaria attraverso i brevetti e portarli nel mondo delle imprese. È il lavoro dei TTO. Roberto Tiezzi racconta come lavora l’Ufficio del Polltecnico di Milano di cui è responsabile e che ha raggiunto risultati di eccellenza anche per numero di brevetti. I casi Phononic Vibes e Greenvalve

15 Feb 2019


Il Technology Transfer Office (TTO) è un centro di servizi per valorizzare i risultati della ricerca favorendo la nascita di nuove imprese. “il TTO del Politecnico di Milano ha un posizionamento di eccellenza nel ranking nazionale sia in termini di produzione brevettuale sia di valorizzazione, ovvero di brevetti trasferiti al mondo industriale”, dice in questo video Roberto Tiezzi, responsabile del TTO, fornendo ulteriori dettagli sulla struttura nata per agevolare il trasferimento di tecnologie dall’università al mondo delle imprese.

“Solo nell’ultimo anno – prosegue – grazie al lavoro del Technology Transfer Office sono stati depositati 80 brevetti, circa il  70% in più degli anni precedenti”. Tra i progetti di maggior successo Roberto Tiezzi ricorda Phononic Vibes, startup che propone una nuova tecnologia brevettata per l’isolamento delle vibrazioni e del rumore, o Greenvalve, un’innovativa valvola di regolazione progettata per il controllo del flusso fluidico e il recupero dell’energia dissipata. Progetti valorizzati attraverso l’innesto in nuove imprese o contratti di licenza con aziende.