Progetto CupCake, cosa succede quando l'impresa incontra il creativo | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Formazione

Progetto CupCake, cosa succede quando l’impresa incontra il creativo

03 Lug 2015

Il 7 luglio al Polihub di Milano si presenta la seconda edizione dell’iniziativa che mette in contatto imprese di moda, design e comunicazione con giovani attualmente disoccupati e con un idea di business. I selezionati parteciperanno a uno stage in azienda in vista di eventuali collaborazioni future

Da un lato imprese creative nel settore della moda, del design, del tech e della comunicazione.  Dall’altra creativi con un idea e al momento senza occupazione. Il Progetto CupCake, creativity and  design for new markets and new needs (qui il form di registrazione per partecipare) punta proprio a  connetterli e farli lavorare insieme. Sviluppato dalla fondazione Politecnico di Milano, con PoliHub, e il Dipartimento di Design e proposto per la seconda edizione, CupCake vuole  promuovere lo sviluppo occupazionale nel settore culturale e stimolare i creativi a sviluppare idee  che innovino settori tradizionali e non del manifatturiero lombardo ed europeo e a dare nuovi  impulsi a startup del settore.  

L’appuntamento con la presentazione è per il 7 luglio alle 16.30 nella sala Arena di Polihub, in via  Durando 39 a Milano. Oltre ai saluti e all’introduzione di una dei padroni di casa, Claudia Pingue  CTO dell’incubatore, interverranno anche Domenico Pannofino, project manager della fondazione Politecnico che presenterà alla platea CupCake e sarà dato ampio spazio alla presentazione dei  progetti selezionati. Ogni creativo infatti, grazie a uno stage che lo cala direttamente nell’azienda  per la quale ha pensato un’idea innovativa, avrà la possibilità di lavorare al suo sul ‘campo’ e non  più in linea teorica. Alla fine del percorso ‘learning by doing’ in azienda, i partecipanti saranno  messi in contatto con imprese e investitori che potranno deciderli di supportarli nello sviluppo di  app e prototipi.

A spiegare come ha funzionato concretamente il percorso Marco di Norcia, founder di Fusedrops, la prima piattaforma italiana di crowdfunding a tema sociale e incubata in #PoliHub.   Ma le opportunità per gli studenti del Politecnico non vanno in vacanza: Nicola Restifo e Arianna Vignati, Project Manager dell’Università, illustreranno il programma Erasmus per Giovani  Imprenditori e CREA, un Network europeo di Summer Academy per lo sviluppo imprenditoriale  di idee innovative che puntano su Creatività ed ICT. Seguirà aperitivo di networking.  

 

Articoli correlati