Luiss investe sui Mooc, già al lavoro sul primo corso online | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

E-LEARNING

Luiss investe sui Mooc, già al lavoro sul primo corso online

01 Ott 2014

Realizzato in partneship con Iversity, startup per formazione a distanza basata a Berlino, partirà a inizio 2015. Seguiranno altri tre corsi, previsti investimenti “a cinque zeri”. Anche l’Università di Firenze è in contatto con la società tedesca: a ottobre le nuove lezioni di Furio Cerutti, docente di Filosofia della Politica

La LUISS è al lavoro sui Mooc (Massive open online corse), corsi online per collegarsi a distanza con un vasto pubblico in modo interattivo, e lo fa attraverso la partnership con Iversity, startup basata a Berlino che fornisce appunto una piattaforma educativa per corsi di formazione sul web.

Attualmente Iversity, riferisce ad EconomyUp un portavoce della società tedesca, sta lavorando insieme alla Libera Università Internazionale degli Studi sociali Guido Carli alla produzione del primo di quattro corsi che probabilmente inizierà nel primo trimestre 2015.

La partnership tra l’Università con sede a Roma e la startup berlinese era stata preannunciata da quest’ultima a febbraio: “È il nostro primo accordo quadro con un’Università europea di alto livello che figura ai primi posti nella classifica italiane degli atenei e che investirà una cifra a 5 zeri nella produzione di quattro corsi online, offerti esclusivamente sulla piattaforma iversity.org”.

La collaborazione dunque è decollata e agli inizi del prossimo anno si dovrebbe concretizzare nel primo corso del tutto online offerto dall’Università di Confindustria. In precedenza si era parlato di una possibile collaborazione tra la Luiss e Coursera, società statunitense che opera nel campo delle tecnologie didattiche fondata da docenti di Scienza dell’informazione dell’Università di Stanford. Invece poi la scelta è caduta su Berlino, forse perché, rilevano alcuni esperti del settore, l’ateneo romano ritiene importante instaurare partnership con altri soggetti europei.

Procede intanto anche l’“intesa” tra Iversity e l’Università di Firenze nella persona del professor Furio Cerutti, che insegna questa materia alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’ateneo toscano. Come anticipa la piattaforma berlinese a EconomyUp, a ottobre il filosofo inizierà il secondo turno dei suoi corsi online sulla Filosofia della Politica. Un nome italiano d’eccellenza per i Mooc: Cerutti è un noto filosofo ed ha svolto attività d’insegnamento e di ricerca nelle Università di Heidelberg, Francoforte sul Meno, Manchester, Université libre de Bruxelles, Harvard Law School, Université de Paris 8 e Humboldt-Universität zu Berlin.

Lanciata a ottobre 2013, dopo solo 4 mesi di vita Iversity aveva raggiunto 500mila iscrizioni a 28 corsi. Circa 5mila studenti hanno completato i primi cinque corsi che sono terminati a gennaio 2014. Gli studenti hanno ottenuto crediti nei corsi di “Introduzione agli studi economici” e “Marketing”. Per poter conquistare la certificazione finale, hanno dovuto però completare il corso, tutto online, con un esame off-line, che si è svolto in diverse sedi della Germania.

di Luciana Maci

Articoli correlati