Il primo investor day di Luiss-EnLabs | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il primo investor day di Luiss-EnLabs

23 Giu 2013

L’acceleratore creato da Luigi Capello e aperto presso la stazione Termini di Roma in collaborazione con l’Università di Confindustria domani presenta sette start up agli investitori: due sono neonate e cinque hanno già ricevuto finanziamenti per andare sul mercato.

L’incubatore in stazione. Ecco EnLabs, nato nel dicembre 2010 su iniziativa di Luigi Capello, investitore che è riuscito a riunirsi con l’università in cui ha studiato, la Luiss con cui ha stretto una joint venture che ha portato all’apertura, nella primavera di quest’anno, alla “fabbrica delle startup” LUISS ENLABS. E’ così nato uno dei più importanti soggetti italiani nel campo dell’incubazione ed accelerazione: oltre 1.500 mq perfettamente attrezzato alla Stazione Termini di Roma, al binario 24, con oltre 120 postazioni di lavoro.

L’Investor Day del 25 giugno, il primo del nuovo incubatore, comincia alle 17 e si inserisce in una giornata di grande creatività per Roma con oltre 20 startup che verranno presentate. Luigi Capello ci racconta l’emozione e l’importanza di questo appuntamento qui. Il programma è molto intenso: in mattinata ci sarà l’incontro “FAME FOR CREATIVE INDUSTRIES” di Filas, mentre nel pomeriggio, saranno presentate le startup finaliste del concorso organizzato da Wind Business Factor.

Tra le sette startup LUISS ENLABS, due hanno partecipato al terzo programma di accelerazione, mentre le altre cinque hanno ricevuto già altri finanziamenti, sono sulla strada dell’ingresso sul mercato e necessitano di ulteriori risorse finanziarie. Le “neonate” sono Game Pix e Le Cicogne. La prima -GamePix – è una piattaforma ed aggregatore di video giochi che ha come punto di forza un forte coinvolgimento del giocatore. La società, nonostante sia nata 5 mesi fa, ha già vinto diversi premi in Europa e in questi giorni ha ricevuto un premio in denaro da Nokia App Campus. La seconda, Le Cicogne, ha realizzato un sito che mette in contatto le baby sitter con le famiglie; il contatto avviene normalmente in modo diretto, ma Le Cicogne stanno stipulando convenzioni con alberghi, aziende ed Enti interessati a fornire il servizio ai propri dipendenti o clienti. La società si sta sviluppando molto velocemente nella città di Roma e sta lavorando per “esportare” in autunno il business in altre città d’Italia e d’Europa.

Altre 5 società saranno presentate nell’ambito dell’Investor Day: Pubster (la prima app che offre da bere), Maison Accademia (crowd sourcing nel campo della moda), CoContest (piattaforma per interior designer), Atooma (app che permette organizzare e dare comandi alle app presenti sul cellulare) e Risparmio Super (comparatore di prezzi di prodotti dei supermercati, con nuove direttrici di sviluppo del business).

Articoli correlati