Al via SeedCamp Roma, il più importante fondo di microseed per startup digitali | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Appuntamenti

Al via SeedCamp Roma, il più importante fondo di microseed per startup digitali

di Ilaria Orfino

24 Mag 2014

Il 5 giugno il fondo europeo per i piccoli finanziamenti selezionerà le migliori startup italiane da inserire nel suo programma di accelerazione a Londra: solo tre finora ci sono riuscite

L’ecosistema startup romano mostra ancora una volta di avere sempre più una spiccata vision internazionale: il prossimo 5 giugno, infatti,  SeedCamp, il più importante fondo di microseed per startup digitali in Europa, sarà a Roma per selezionare le migliori startup italiane da inserire nel programma di accelerazione. L’evento, ospitato dal Centro Studi Americani in via Caetani 32, è organizzato da Asset Camera in collaborazione con InnovActionLab, LUISS EnLabs, BizSpark e Stamplay .

Il programma della giornata inizia alle 9:00 e prevede due momenti:
•    la mattina è dedicata alle startup. 10 team selezionati tra quelli che si candideranno entro il 25 maggio attraverso Angel List o su F6s saranno chiamati a fare un elevator pitch e riceveranno i feedback da parte del team di Seedecamp e di un panel di esperti;
•    il pomeriggio sarà animato da una serie di lezioni il cui filo conduttore è la crescita internazionale di una startup. Tra i relatori Carlos Eduardo Espinal, fondatore di Seedcamp, e Luca Sartoni, growth hacker di Automattic, la società che produce la popolare piattaforma di blogging WordPress.

I team che supereranno la selezione di Roma saranno invitati a partecipare alla SeedCamp Week a Londra, il prossimo settembre. In questa occasione, dopo 5 giorni di lavoro a stretto contatto con oltre cento mentor, verrano scelti i team che entreranno nel prossimo programma di accelerazione. Finora, hanno superato la dura selezione, solamente tre startup italiane, Mopapp, Stamplay e Tanaza, che saranno presenti all’evento per raccontare la propria esperienza.

“La possibilità di rimanere nel sistema economico del territorio guardando però all’Estero è un’ottima opportunità che l’ecosistema startup deve sfruttare: con l’organizzazione del Mini SeedCamp, Roma dà una ulteriore prova della sua capacità di dialogare con la rete europea dell’innovazione. È con questo obiettivo che abbiamo coinvolto i partner locali che sono punti di riferimento fondamentali. L’innovazione vive di confronto, è un momento di arricchimento per tutti: di accrescimento della conoscenza, di creazione di sinergie e di valore. L’invito è ad andare oltre ogni campanilismo miope e conquistare uno sguardo lungimirante, che sappia cogliere e coniugare il positivo di ogni paese e di ogni esperienza”, ci ha detto Patrizia Polito, uno degli organizzatori dell’evento.

 

Ilaria Orfino

Articoli correlati