Open innovation, HarperCollins Italia acquisisce la startup delle storie 20lines | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Acquisizioni

Open innovation, HarperCollins Italia acquisisce la startup delle storie 20lines

19 Feb 2016

La sezione italiana del secondo più grande editore a livello internazionale ha rilevato il social network per condividere e leggere testi brevi nato nel 2012 all’interno di H-Farm e trasferitosi in Silicon Valley per crescere

Un caso di open innovation nell’editoria digitale. HarperCollins Italia, la sezione italiana del secondo più grande editore a livello internazionale, ha acquisito 20lines, il social network delle storie che permette agli utenti di condividere e leggere testi brevi. Nata a fine 2012 all’interno di H-Farm dalle idee di Alessandro Biggi, Pietro Pollichieni, Marco Pugliese e Francesco Scalambrino, 20lines conta più di 220 mila utenti registrati, oltre a 15 mila nuove storie pubblicate ogni mese.

Come startup ha raccolto capitali da United Ventures e Club Italia Investimenti e si è sviluppata a livello internazionale anche in seguito al trasferimento del team in Silicon Valley.

L’applicazione, disponibile in 7 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese e russo), è stata di recente riconosciuta da Apple tra le “Best Social Networking and Books Apps” in ben 96 Paesi.

Sono molto felice – dichiara Paola Ronchi, direttore generale HarperCollins Italia – di aver messo a segno questa importante acquisizione che rappresenta lo strumento ideale per rafforzare la presenza digitale di HarperCollins Italia. 20lines darà voce a nuovi talenti e offrirà la possibilità di interagire direttamente tra scrittori e lettori”.

Questa acquisizione rappresenta un passaggio naturale per 20lines e per la nostra community – afferma Alessandro Biggi, CEO di 20lines – Si tratta del coronamento di un percorso di startup ricco di sfide e soddisfazioni che ci ha portato fino in Silicon Valley e siamo convinti che un gruppo importante come HarperCollins sia ideale per sostenere la crescita del progetto anche a livello internazionale”.

Per approfondire il tema dell’open innovation, conoscerla e soprattutto capire come guidarla e trarne vantaggio, si può far riferimento all’iniziativa del Gruppo Digital360: una piattaforma che a 360° tocca tutti i temi dell’innovazione aperta.   

Maurizio Di Lucchio

  • piodalcin

    Scrivo lo stesso commento che ho postato su G+ :
    come scrittore trovo questa idea grandiosa. Come “social everywhere” trovo troppo macchinosa l’entrata per iscriversi. A mio parere dovrebbe essere facile come un click. Sto facendo il giro del globo per entrare nel sito, iscrivermi e scrivere ste benedette 20 righe. Visto che viaggiamo tutti alla velocità 2.0 perchè non è più facile di cosi? Vabbè, mi direte che c’è l’APP, che siete in Beta, OK! Perchè devo per forza scaricare l’app sul samsung di mia figlia e non posso averla sul mio Iphone? Non voglio essere polemico ma se ci fosse un linketto facile facile per entrare dal desktop non sarebbe più easy?. Just my $.002

Articoli correlati