Pontremoli (Dallara Automobili): «Sbagliando si innova e il digitale ci permette di farlo a basso costo» | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Pontremoli (Dallara Automobili): «Sbagliando si innova e il digitale ci permette di farlo a basso costo»

di Redazione EconomyUp

19 Gen 2017

L’amministratore delegato dell’azienda di Parma sottolinea l’importanza dell’errore dei processi di innovazione. E per passare dalla teoria alla pratica sono fondamentali i rapporti con il territorio per accrescere la consapevolezza digitale e le competenze. Così la Motor Valley emiliana può esaltare la sua eccellenza a livello internazionale

Andrea Pontremoli, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Dallara Automobili
Un’azienda automobilistica con forti radici sul territorio che sta scommettendo su tecnologie digitali e Internet of Things nell’ottica della fabbrica 4.0: questa è Dallara Automobili, gruppo di Varano de’ Melegari (Parma) guidato da Andrea Pontremoli, già manager per 27 anni in IBM.

“L’innovazione nasce dall’errore: più posso sbagliare più sono innovativo. E il digitale ci permette di realizzare e utilizzare macchine per sbagliare a basso costo”, ha spiegato Pontremoli in occasione dell’evento La via italiana all’Industry 4.0 organizzato da Cisco in collaborazione con Internet4Things.it ed EconomyUp.it in qualità di media partner, si è tenuto proprio nella sede di Dallara Automobili.

Andrea Pontremoli, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Dallara Automobili, sta scommettendo sulla costruzione di competenze e collaborazioni sul territorio per esaltarne le eccellenze a livello internazionale e trasformare la Motor Valley emiliana in un punto di riferimento per l’automobilismo mondiale.

Passando dalla teoria alla pratica, Pontremoli ha spiegato in che modo Dallara sta contribuendo a portare questa consapevolezza sul territorio. Sette anni fa, per esempio è partito un progetto di formazione da remoto per le scuole superiori che ha coinvolto 250 ragazzi della valle. È stata inoltre creata una classe ad hoc dedicata ai software CAD per formare 25 disoccupati in possesso di diploma. “Terminato il corso, tutti hanno trovato lavoro e senza doversi spostare” ha commentato il Ceo.

E il tema della formazione è al centro del programma Digitaliani di Cisco che ha fatto partire una importante collaborazione con il MIUR e che si colloca nel solco delle iniziative volte a favorire lo sviluppo delle competenze del Piano Industria 4.0 sia sotto il profilo della formazione didattica sia come sviluppo e promozione di case history.

Per continuare a leggere l’articolo su Internet4Things clicca qui

Redazione EconomyUp

Articoli correlati