Open innovation, Edison apre le "Officine" dove far nascere l’innovazione | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L‘INIZIATIVA

Open innovation, Edison apre le “Officine” dove far nascere l’innovazione

20 Giu 2018

Il colosso dell’energia ha inaugurato uno spazio di innovazione a Torino, dove insieme a università, imprese del settore, startup e istituzioni, punta a sviluppare progetti innovativi nel settore energetico. «Vogliamo accompagnare il paese verso un futuro sostenibile» dice il CEO Benayoun

Accompagnare il Paese verso un futuro di energia sostenibile. È questo il motivo che ha spinto Edison a lanciare “Officine Edison”, un progetto di open innovation volto ad affrontare le sfide della digitalizzazione e del clima che cambia. “Officine Edison” è uno spazio polifunzionale, nel cuore di Torino, dove il gruppo, insieme al Politecnico di Torino, imprese del settore, startup e istituzioni, punta a sviluppare progetti innovativi nel settore energetico. In che modo? Creando relazioni, stabilendo connessioni con la città e il territorio e instaurando partnership con i principali attori dell’energia. Con l’obiettivo di animare il dibattito sugli argomenti che più interessano i player coinvolti: trasformazione digitale, smart home, mobilità elettrica e rigenerazione urbana.

Cos’è e cosa fa “Officine Edison”

Proprio grazie alla stretta collaborazione con il Politecnico di Torino e altre università, le grandi imprese, le startup e la Pubblica Amministrazione, “Officine Edison” punta a creare servizi innovativi di efficienza e risparmio energetico attraverso un approccio data science che sia in grado di accompagnare lo sviluppo del Paese verso un futuro sempre più green. Le aree tematiche ruotano intorno ai big data analytics, mobilità elettrica, ottimizzazione efficienza energetica per il territorio e soluzioni intelligenti per la casa connessa e per la città.

«L’intero ecosistema dell’innovazione potrà lavorare insieme in un ambiente che stimola la contaminazione e l’innovazione valorizzando la complementarietà e il know-how di tutti i soggetti coinvolti». Ha dichiarato Marc Benayoun, amministratore delegato di Edison. «Sono certo che Officine Edison e l’Energy Center House che lo ospita, diventeranno un caso esemplare di come imprese, istituzioni e mondo accademico siano in grado di dare un contributo concreto alla transizione energetica, accompagnando il sistema Paese verso un mondo sempre più low carbon e a misura delle comunità e delle imprese del territorio».

Inaugurato lo scorso 14 giugno, durante una cerimonia in cui sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, il Sindaco della Città di Torino Chiara Appendino, insieme all’amministratore delegato di Edison Marc Benayoun; “Officine Edison” è un vero e proprio hub di ricerca e sviluppo, in cui alcuni progetti sono stati già avviati. È in corso, per esempio, con il centro interdipartimentale smartdata@polito, un processo di modellazione degli edifici basato su open data. Su iniziativa di FCA Energy centrale e in collaborazione con il Centro Interdipartimentale per l’energia del Politecnico, “Officine Edison” sta inoltre lavorando alla modellizzazione e l’ottimizzazione di processi industriali utilizzando tecniche di machine learning.

Perché Edison ha scelto Torino per aprire le sue “Officine”

La scelta della città di Torino, d’altra parte, non è casuale. Il capoluogo piemontese, infatti, è il polo di riferimento per i servizi energetici e ambientali di Edison, tra le attività di business più significative del colosso dell’energia. Oltre al fatto che a Torino sorge un’ecosistema rilevante di aziende e istituzioni all’interno del quale si consolida la leadership di Edison nei servizi energetici. Tra le partnership più significative c’è quella con FCA. Inoltre le “Officine” fanno parte dell’Energy Center, un’iniziativa gestita dal Politecnico di Torino che ha inteso costituire, con il supporto del Comune di Torino, della Regione Piemonte, della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT, una nuova città dell’energia con l’obiettivo di sostenere la ricerca in ambito energetico, sviluppare scenari per la transizione energetica e promuovere la creazione di nuove attività e filiere imprenditoriali, tramite la crescita delle conoscenze nel settore

Va ricordato che “Officine Edison” sarà anche uno spazio per iniziative di informazione e divulgazione finalizzate a promuovere l’introduzione e l’utilizzo di servizi e prodotti nel campo dell’efficientamento e del risparmio energetico. Rappresenta di fatto un’altra iniziativa che testimonia il processo di trasformazione che il gruppo ha deciso di avviare a partire dal proprio interno.

Le altre iniziative di innovazione di Edison

A marzo scorso, per esempio, Edison si è data una nuova organizzazione con l’obiettivo di favorire un approccio sempre più rivolto all’innovazione. Senza dimenticare, per quanto riguarda invece le iniziative al di fuori dell’azienda, che Edison ha stretto di recente una partnership strategica con Idinvest Partners, operatore di private equity, per entrare nel fondo di venture capital Electranovacapital II, attivo soprattutto nel mondo delle startup dedicate a smart energy, smart building & industry e tecnologie abilitanti.

Idinvest Partners: ecco come facciamo venture capital con le grandi aziende (come Edison)

Articoli correlati