Manifattura, Italia e Spagna spingono la crescita in Europa | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Manifattura, Italia e Spagna spingono la crescita in Europa

05 Ott 2016

Altri argomenti

Secondo l’indice PMI (purchasing managers index) calcolato da Markit, a settembre il Belpaese sale a quota 51 da 49,8 del mese precedente, meglio delle stime che prevedevano un più modesto rialzo a 50,3. Ancora meglio fa la Spagna, che cresce a 52,3 dal precedente 51. Ecco tutti i dati

A settembre il settore manifatturiero europeo torna a crescere dopo la contrazione del mese precedente, e a guidare l’espansione sono la Spagna e l’Italia. Secondo l’indice PMI (purchasing managers index) manifatturiero calcolato da Markit, il Belpaese sale a quota 51 (dunque ben sopra la soglia di 50 che separa la crescita dalla contrazione) da 49,8 del mese precedente, meglio delle stime che prevedevano un più modesto rialzo a 50,3. Ancora meglio fa la Spagna, che cresce a 52,3 dal precedente 51, mentre a seguire si trovano la Germania con una crescita di 0,7 punti (da 53,6 a 54,3). Migliora anche la Francia, che però resta sotto la soglia di 50 punti a 49,7, contro il precedente 49.5. In calo invece la Grecia, che passa da 50.4 di agosto a 49.2.

 

Manifattura hi-tech, con il corporate venture capital può nascere la Silicon Valley italiana

 

 

Commentando i risultati, il capo economista di Markit, Chris Williamson, ha spiegato che “il messaggio è che l’economia europea nel settore manifatturiero sta crescendo a un ritmo incoraggiante, e l’indice PMI sale a un solido ritmo del 2% l’anno nel terzo trimestre, con un picco a settembre. La crescita è spinta dai segnali di aumento della richiesta sia dal mercato interno sia dall’esportazione”.

  Cos’è l’Industria 4.0 e perché è importante saperla affrontare

Secondo Wlliamson, è una buona notizia anche il fatto che “in un’area ancora assediata da un alto tasso di disoccupazione la ripresa stia generando posti di lavoro, e l’ultimo incremento della forza lavoro è stato uno dei migliori negli ultimi quattro anni nell’Eurozona”.

Altri argomenti

di Concetta Desando

Articoli correlati