Fastweb Digital Academy, la scuola che formerà 1000 giovani nelle professioni digitali | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Digital transformation

Fastweb Digital Academy, la scuola che formerà 1000 giovani nelle professioni digitali

30 Set 2016

Fastweb e Fondazione Cariplo lanciano un programma di formazione aperto e gratuito in ambito digitale rivolto a giovani dai 20 ai 35 anni. Il percorso prevede corsi di 4-6 settimane dal digital fashion alla stampa 3D, passando per robotica e digital marketing. Già aperte le iscrizioni online, i primi corsi dal 24 ottobre negli spazi di Cariplo Factory

Formare mille giovani alle professioni digitali. È l’obiettivo ambizioso di Fastweb Digital Academy, il programma di formazione aperto e gratuito, realizzato da Fastweb e Fondazione Cariplo, rivolto a giovani diplomati o laureati compresi tra 20 e 35 anni che ha l’obiettivo di creare figure professionali con competenze specializzate in diversi settori sfruttando la leva digitale. Presentato venerdì 30 settembre negli spazi di Cariplo Factory, dove tra l’altro si svolgeranno i corsi, il programma prevede percorsi formativi di 4-6 settimane che spaziano dal digital fashion alla stampa 3D, passando per robotica e digital marketing.

«Il progetto che stiamo sviluppando – ha commentato durante la presentazione Sergio Scarpelli, direttore relazioni esterne di Fastweb – è una scuola aperta che vuole favorire e insegnare un mestiere. Puntiamo a formare mille giovani con la prospettiva di instillare cultura digitale oltre che dargli la possibilità di realizzare una chance di vita. La digitalizzazione è un fenomeno ormai irreversibile e le aziende hanno necessità di figure professionali di questo tipo per affrontare le sfide che si presenteranno in futuro. Abbiamo deciso di farlo qui a Milano perché pensiamo che questa città possa rappresentare l’hub dell’innovazione per i prossimi anni, oltre ad essere una rete di collegamenti con le realtà europee».

A fargli eco anche Marco Salvadori, responsabile innovazione di Fastweb: «Abbiamo la responsabilità di creare figure professionali con competenze digitali. Il programma rappresenta un filone di formazione digitale e si pone l’obiettivo di coprire quel buco di mercato nazionale dovuto proprio alla mancanza di figure professionali di questo tipo. Ci aspettiamo che a frequentare il nostro programma siano giovani motivati alla ricerca di formazione specifica, che poi è anche quello che cercano le aziende, che risultano più invogliate ad assumere persone con una base di competenze già pronta».

Dagli Stati Uniti, con un video messaggio registrato, anche Massimo Banzi, fondatore di Arduino, ha voluto dare il suo personale contributo congratulandosi per l’iniziativa: «Il mondo che ci circonda è ormai totalmente digitale, tutto ciò che viene realizzato ha a che fare con le tecnologie digitali, dalla musica al cinema fino all’arte. In questo contesto è necessario che sempre più persone imparino a capire come utilizzare queste tecnologie per non rischiare di rimanere tagliati fuori dai processi di innovazione. Penso che l’iniziativa di Fondazione Cariplo e Fastweb rappresenti l’opportunità di creare figure che troveranno spazio nelle cosiddette industrie4.0».

Si comincia il 24 ottobre con i primi corsi di digital marketing, per la formazione di professionisti nel mondo della pubblicità e della comunicazione digitale, e di Digital Fashion, per progettare abiti e accessori utilizzando il computer e laser cut. Successivamente partiranno anche i corsi di robotica, stampa 3D, UX/UI design per la realizzazione di prototipi funzionali, virtual reality, art and animation e gaming.

La selezione delle candidature avverrà tramite una valutazione che prende in considerazione innanzitutto motivazioni e capacità personali, nell’ottica di una valorizzazione dei talenti individuali. Le iscrizioni sono già aperte su www.fastwebdigital.academy

Fabrizio Marino
Giornalista

Sono stato responsabile della sezione Innovazione e Tecnologia de Linkiesta, ho gestito la comunicazione di Innogest, sono Content Creator per PoliHub. Per EconomyUp mi occupo di innovazione e startup.

Articoli correlati