Compagnia di San Paolo (Intesa) e Fondazione CRT (Unicredit) alleate per un innovation hub a Torino | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ECOSISTEMA

Compagnia di San Paolo (Intesa) e Fondazione CRT (Unicredit) alleate per un innovation hub a Torino



Le due fondazioni, che controllano le due principali banche italiane, hanno firmato un accordo per favorire lo sviluppo di un ecosistema di rilevanza internazionale per l’innovazione a Torino. Ecco gli obiettivi del piano triennale e tutti i soggetti coinvolti. L’hub sarà ospitato nelle ex Officine OGR

17 Mag 2019


Che Torino si stia candidando a diventare una città di primo piano in campo innovativo era chiaro già nelle parole dell’assessore all’innovazione, Paola Pisano, che in un’intervista a a EconomyUp ci aveva raccontato  i progetti sull’auto a guida autonoma e non solo. Ora arriva l’ennesima conferma.

Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center hanno firmato un protocollo d’intesa con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di un ecosistema di rilevanza internazionale per l’innovazione nella città di Torino. Le due Fondazioni torinesi e la prima Banca del Paese, metteranno a fattor comune le rispettive competenze, idee, tecnologie con l’impegno di creare nuove opportunità per gli imprenditori italiani e non, attraverso la programmazione di iniziative nel triennio 2019 –2021.

L’assessora Paola Pisano: “Così Torino vuole diventare la città partner dell’innovazione”

Un innovation hub a Torino: scopi e obiettivi

Scopo della partnership è attrarre nuove startup e nuovi investimenti in startup e in fondi Tech attivi in particolare negli ambiti dell’intelligenza artificiale e della blockchain. Si definiranno inoltre le modalità di partecipazione congiunta alle iniziative per gli investimenti in fondi specializzati in programmi di accelerazione che intendono entrare in mercati e settori chiave con particolare riferimento ai trend d’innovazione della circular economy e della data-driven economy.

Nella partnership verranno valorizzati gli “spazi comuni per l’innovazione”, le Officine Grandi Riparazioni (OGR) di Torino, storico edificio recentemente trasformato da Fondazione CRT in centro di eccellenza per la cultura contemporanea e l’innovazione, la “finanza venture capital”, Neva Finventures il Corporate Venture Capital che fa capo a Intesa Sanpaolo Innovation Center e “le competenze per accompagnare l’innovazione”, LIFTT, l’ascensore hi-tech che nasce dall’alleanza pubblico-privato tra Politecnico di Torino e Compagnia di San Paolo per avvicinare le opportunità di investimento ai risultati della ricerca. Il tutto creando un “hub per l’innovazione di Torino”, unico in Italia e competitivo con quelli delle “città più innovative” in Europa.

Compagnia di Sanpaolo e Fondazione CRT, una partnership strategica

Grazie a questa partnership strategica, operatori specialistici a livello internazionale per l’accelerazione d’impresa, startup e scaleup contribuiranno allo sviluppo di un hub per l’innovazione con epicentro nei nuovi spazi delle Officine Grandi Riparazioni (OGR), adiacenti al grattacielo della Banca, al Politecnico di Torino, alla Fondazione LINKS e lungo il cosiddetto “Miglio dell’Innovazione di Torino”.

Le parti hanno già avviato uno studio di fattibilità per la definizione del piano di azioni che troverà già nel primo semestre 2019 la prima realizzazione operativa.

“Prende ulteriore corpo la scommessa della Compagnia di San Paolo sull’innovazione made in Torino, avviata nel 2016 con il progetto di creazione della Fondazione Links e, recentemente, di LIFTT. La partnership che sigliamo oggi con Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center è volta a e dare avvio alla creazione di un hub internazionale per sostenere il riassetto hi-tech della città. Solo attraverso la messa a sistema di competenze e conoscenze possiamo ottenere risultati di livello: è notizia di questi giorni che la nostra città è passata dalla seconda alla quarta posizione nella classifica nazionale per il numero di startup innovative. Grazie al lavoro in sinergia delle due Fondazioni torinesi e della prima Banca del Paese potremo cercare di portare avanti azioni di tipo strutturale che ci consentano di recuperare, con pazienza, il gap innovativo accumulato negli anni con gli altri Paesi. Oggi confermiamo il nostro impegno a fare sì che la filiera dell’innovazione delle università e degli enti di ricerca della città di Torino e la sua industria tecnologica innovativa conquistino un ruolo di primo piano nell’economia di domani” afferma Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo.

“Per la prima volta Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center uniscono insieme le forze per la creazione di un hub internazionale per l’innovazione a Torino. L’iniziativa, la cui portata è per molti versi storica, punta a generare un forte im- patto in termini di crescita e sviluppo per la città e per le comunità internazionali che si connetteranno a Torino presso le OGR, uno dei maggiori investimenti di venture philanthropy realizzati in Europa. Porre a sistema competenze, capacità di investimento e supporto al territorio delle due fondazioni torinesi e del Gruppo Intesa Sanpaolo costituisce una tan- gibile dimostrazione di come sia oggi possibile fare squadra tra il mondo della filantropia istituzionale evoluta ed il mondo corporate per lo sviluppo sinergico di progetti imprenditoriali innovativi e in grado di supportare la crescita del Paese” dichiara il Segretario Generale della Fondazione CRT e Direttore Generale delle OGR Massimo Lapucci.

“L’innovazione è un elemento fondamentale per il sostegno all’economia del Paese”, afferma Carlo Messina, Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo. “Da tempo Intesa Sanpaolo è impegnata nel favorire la crescita di questo ecosistema, sempre più centrale per lo sviluppo delle imprese italiane. I Paesi con focus sull’innovazione evidenziano una maggiore crescita del PIL mentre in Italia il fabbisogno annuo di capitali per startup è stimato in circa un miliardo di euro, di cui il 75% risulta non coperto dagli operatori specializzati e dal comparto finanziario. Questo memorandum, frutto dalla visione attenta e strategica tipica delle Fondazioni bancarie, ha il duplice obiettivo di far diventare la città di Torino un polo internazionale dell’Innovazione e fungere da stimolo della nuova economia del Paese, favorendo sempre più l’incontro tra Università e Imprese, giovani e investitori”.

I protagonisti dell’operazione: chi accelera l’innovazione a Torino

Neva Finventures

Si tratta del veicolo di Corporate Venture Capital di Intesa Sanpaolo Innovation Center dedicato agli investimenti strategici con una dotazione di capitale iniziale fino a 100 milioni di euro. Investe, generalmente con quote di minoranza, in società fintech che possano diventare complementari alle attività del Gruppo, con mercati di riferimento preferenziali quali Europa, Israele e Usa. Investe, in Italia, anche in iniziative non fintech con l’ambizione di posizionare Intesa Sanpaolo come partner fondamentale per le startup che hanno intenzione di penetrare nuovi mercati e industrie chiave, focalizzandosi sull’economia circolare e sulla data-driven economy. Neva Finventures investe anche in fondi di venture capital.

Le OGR di Torino

Ex Officine dei treni sorte nell’Ottocento su un’area di 35.000 mq, le OGR sono state interamente riqualificate da Fondazione CRT con oltre 100 milioni di euro e rinate il 30 settembre 2017 come Officine delle idee, della creatività, dell’innovazione: un luogo aperto al mondo per la sperimentazione artistica, la ricerca scientifica, tecnologica e industriale, il food. Nel 2019 si caratterizzeranno ancora di più come centro dell’innovazione di respiro internazionale, con spazi per acceleratori di imprese, laboratori di ricerca e un centro sui Big Data. Diventeranno inoltre la “casa” italiana di BEST, il programma bilaterale Italia-USA per promuovere la cultura imprenditoriale high-tech nel nostro Paese, con l’obiettivo di costruire un ponte tra la Silicon Valley e Torino.

Intesa Sanpaolo Innovation Center

Intesa Sanpaolo Innovation Center ha come mission quella di esplorare e apprendere i nuovi modelli di business futuri per creare gli asset e le competenze necessarie per supportare la competitività di lungo periodo del Gruppo e dei suoi clienti e fungere da motore e stimolo della nuova economia in Italia. Intesa Sanpaolo Innovation Center vuole rappresentare una leva per accelerare lo sviluppo economico delle imprese italiane, con specifico riguardo ai megatrend della nostra società: Industry 4.0 ed Economia Circolare. Rivolgendosi all’ecosistema delle startup innovative per sostenerle nei loro percorsi di scalabilità e internazionalizzazione, Intesa Sanpaolo Innovation Center crea sul territorio una rete di relazioni con imprese, incubatori, centri di ricerca, università e realtà locali e internazionali. Un network aperto che facilita l’incontro di domanda e offerta d’innovazione. Attraverso i suoi laboratori e Competence Center genera know how e sviluppa nuovi asset e nuovi business. Intesa Sanpaolo Innovation Center contribuisce alla diffusione della “cultura dell’innovazione” attraverso iniziative formative ed eventi aperti a tutti, con lo scopo di trasmettere competenze e metodologie.

LIFTT s.r.l.

È la società nata dall’iniziativa di Compagnia di San Paolo, del Politecnico di Torino e della Fondazione LINKS dedicata alla valorizzazione verso il mercato dei prodotti della conoscenza (KEC – Knowledge Exchange & Commercialization). LIFTT opera nell’ambito del sistema delle convenzioni tra Compagnia d San Paolo e i cinque Atenei di riferimento (Politecnico di Torino, Università di Torino, Università del Piemonte Orientale, Università di Genova e Università Federico II di Napoli) per supportare lo sviluppo delle Proof-of-Concepts (PoC) orientando i risultati della ricerca verso la costituzione di imprese ad alto potenziale di crescita. LIFTT garantirà elevata visibilità alle idee e alle neo imprese nei confronti di investitori nazionali e internazionali attraendo capitali e garantendo il massimo impatto sul territorio locale e nazionale.