Case history: «Vi racconto come il fintech migliora la gestione delle spese in azienda» | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

DEMATERIALIZZAZIONE

Case history: «Vi racconto come il fintech migliora la gestione delle spese in azienda»

23 Ott 2017

Tutto tracciato in tempo reale, 24 ore su 24, massima sicurezza. E possibilità di personalizzazione. Francesca Barra, responsabile amministrativa di Tecnovision, società bergamasca che realizza ledwall e maxischermi, racconta come e perché la sua azienda usa i servizi di Soldo. E i vantaggi per i dipendenti

Supera gli otto miliardi di sterline all’anno il costo della gestione contabile delle spese aziendali, da parte di piccole e medie imprese. A rilevarlo è una recente ricerca realizzata da YouGov, che ha interessato oltre 120 Pmi in Gran Bretagna. Ognuna di queste aziende, poi, impiega in media quattro ore settimanali nella gestione della contabilità, producendo costi che incidono significativamente sui bilanci. Per questo, sempre più realtà imprenditoriali sono alla ricerca di soluzioni in grado di abbattere questi costi e garantire servizi adatti alle diverse esigenze di business.

Chi ha imboccato questa strada è Tecnovision srl, società italiana che si occupa della progettazione elettronica, strutturale e software di ledwall e maxischermi. La risposta dell’azienda bergamasca alle problematiche contabili arriva dal fintech: si chiama Soldo, un un sistema di carte prepagate, che ricarichi e controlli online in tempo reale. Da oltre sei mesi Soldo ha fatto il suo ingresso in Tecnovision, con l’obiettivo di rispondere alle diverse esigenze di società e dipendenti.

Come migliorare la gestione delle spese aziendali grazie a un’app

«Al momento abbiamo attivato una carta aziendale collegata al nostro account Amazon – spiega Francesca Barra responsabile amministrativa di Tecnovision, dedicata alla gestione del pannello di controllo di Soldo – che utilizziamo principalmente per gli acquisti online. Oltre a una decina di carte associate ad altri dipendenti». Un comportamento in linea con i trend attuali, dato che secondo il World Payments Reports 2017 sono in aumento, in Italia, le transazioni senza contante tra le aziende di piccole e medie dimensioni. Qui infatti i pagamenti “no cash” cresceranno anno su anno con un tasso medio del 6,5% da qui fino al 2020.

Oltre ai pagamenti (sia online che non) Soldo, garantisce soluzioni vantaggiose anche per quanto riguarda la gestione delle spese di trasferta: «I nostri dipendenti – racconta Francesca Barra – utilizzano le carte di Soldo nei modi più disparati. Per esempio per prelevare contante qualora ce ne sia la necessità, oppure pagare il carburante per gli spostamenti in auto, o ancora pagare una stanza d’albergo durante una trasferta di lavoro di uno o più giorni».

Nota spese dipendenti, ora la gestione può essere completamente elettronica

Anche se il vantaggio più significativo, nell’utilizzo di una soluzione di questo tipo, sembra essere legato al controllo in tempo reale di ogni tipologia di spesa: «Tempo fa in azienda – continua Barra – la prassi era quella di utilizzare bancomat aziendali. In questo modo però era impossibile avere il saldo del conto aggiornato in tempo reale. Oltre al pericolo di andare in rosso. Con Soldo invece ogni spesa è tracciata, e il saldo delle singole carte è aggiornato 24 ore su 24, sette giorni su sette. Inoltre, in qualità di amministratrice del programma, ricevo una notifica ogni volta che viene effettuato un pagamento».

Sul versante della sicurezza poi, l’esperienza di Tecnovision può essere considerata quasi un caso di studio: «Di recente, durante degli acquisti online, ci sono state clonate due carte Soldo. Il titolare della prima se n’èaccorto subito grazie alle notifiche della piattaforma, bloccando la carta all’istante. Nell’altro caso invece è stata l’assicurazione a rimborsarci la cifra sottratta. Ecco perché, da quel giorno, sulle carte poco utilizzate lascio un plafond che non supera mai i 10 euro».

Carte di credito, ecco quando servono per gestire al meglio il business delle aziende

Considerato un sistema di carte prepagate unico nel suo genere, Soldo è disponibile in Italia e Regno Unito. Ha l’obiettivo di dare autonomia finanziaria ad ogni dipendente dell’azienda. Basato sul circuito di pagamento Mastercard, Soldo è accompagnato da carte prepagate personalizzabili, insieme a piattaforma online e app per smartphone per gestire con facilità i flussi di denaro in tempo reale. Una soluzione che permette agli amministratori di tenere sotto controllo le spese in tempo reale, definendo regole e limiti di utilizzo per ogni collaboratore, garantendo a tutti l’autonomia necessaria per le esigenze di pagamento, secondo le regole definite dall’azienda.

Fintech: come funziona Soldo, l’app per gestire le spese in azienda

Articoli correlati