Blue Financial Communication, primo editore italiano a diventare impresa fintech | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

NUOVI SERVIZI

Blue Financial Communication, primo editore italiano a diventare impresa fintech

20 Dic 2017

La società quotata all’AIM, che ha ottenuto la qualifica di PMI innovativa, lancia una piattaforma digitale dedicata a tutti i professionisti della consulenza finanziaria. Ha anche aderito ad AssoFintech, l’associazione presieduta da Fabio Brambilla

Blue Financial Communication, società quotata sul mercato Aim di Borsa Italiana ed editrice dei mensili Forbes, Bluerating e Private, è il primo editore italiano ad entrare ufficialmente nell’era del Fintech. La società ha infatti ottenuto la qualifica di “PMI Innovativa”, che riconosce agli investitori i benefici fiscali previsti dalla “Legge di Stabilità 2017” a riconoscimento della propensione verso l’attività digitale e l’innovazione tecnologica e l’orientamento del proprio modello di business nell’area del fintech.
La svolta verso il fintech si concretizza con  BlueAdvisor, la piattaforma MiFID II compliant dedicata a tutti i professionisti della consulenza finanziaria, fruibile, anche da mobile, e caratterizzata da uno sviluppo modulare che permette di acquistare solo i servizi di volta in volta necessari ad esercitare la professione in modo semplice ed economico nell’era di MiFID II. “Un prodotto nato per essere adattabile a ogni esigenza, dall’utilizzo facile e intuitivo” spiega Denis Masetti, presidente di Blue Financial Communication “ma allo stesso tempo ricco di contenuti e in grado di supportare a 360 gradi l’attività quotidiana del professionista della finanza alla luce delle novità introdotte dalla direttiva europea, che verrà recepita in Italia a partire dal prossimo 3 gennaio 2018. Si tratta di uno strumento utile per gestire la clientela in modo semplice, economico, completo e costantemente aggiornato, con un costo accessibile, che consente di risparmiare tempo e di aumentare la produttività e che garantisce totale sicurezza informatica”.
BlueAdvisor è un vero e proprio toolkit per l’operatività di chi lavora nel mondo finanziario moderno. Una piattaforma Fintech che punta quindi ad essere un alleato affidabile per i circa 55.000 consulenti finanziari iscritti all’Albo unico tenuto dall’Ocf, che operano per banche, sim e sgr, assistendo circa 3,7 milioni di clienti. Ma anche per i fee only, che presto confluiranno nell’Albo, e per i commercialisti, che alla luce del recente emendamento , potrebbero trovare spazio nello stesso Albo nel settore della consulenza e per i professionisti in generale del settore bancario/assicurativo. La piattaforma a partire dal 3 gennaio 2018 si arricchirà anche di tutta la modulistica e la documentazione MiFID II compliant.
Blue Financial Communication ha anche aderito ad AssoFintech, l’Associazione Italiana Fintech e Insurtech, che ha lo scopo di rappresentare l’attività delle società del settore, nata recentemente e presieduta da Fabio Brambilla.

Articoli correlati