Appathon, Unicredit premia le app più creative per il mobile banking | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Fintech

Appathon, Unicredit premia le app più creative per il mobile banking

23 Giu 2014

Si è chiuso l’hackathon finanziario organizzato dalla banca nella sua sede. Hanno partecipato 75 developer, 50 web designer e 14 esperti di marketing. Primo premio (10mila euro) all’applicazione di edu-finance Hatly, che coniuga le funzionalità della “lista dei desideri” e del crowdfunding

Innovare il mondo della finanza in 24 ore? Ci si può provare. Un tentativo lo hanno fatto i 139 giovani – 28 anni l’età media – che hanno partecipato all’Appathon, il primo hackhathon finanziario organizzato da Unicredit nell’Unicredit Tower. La maratona, che si è conclusa il 22 giugno, ha visto 75 sviluppatori, 50 web designer e 14 esperti di marketing dei servizi finanziari, divisi in 35 team di lavoro multidisciplinari provenienti da tutta Italia e assistiti da 27 mentor di Unicredit.

Numerosi i progetti messi a punto durante la gara: 11 prototipi di applicazioni edu-finance, pensate diffondere in modo semplice e immediato una migliore cultura finanziaria tra i più giovani attraverso le tecniche del gaming, del social e dell’entertainment; 24 prototipi di applicazioni daily app, sviluppate per far diventare di uso quotidiano il mobile banking di Unicredit.

Unicredit è la prima banca in Italia a lanciare un hackathon sulle applicazioni di mobile banking. “Appathon è un’importante occasione per ‘contaminare’ il mondo bancario con idee nuove e avvicinarci così alle esigenze dei clienti attraverso risposte e soluzioni innovative, che portino alla nostra attenzione servizi ai quali non avevamo pensato o disegnati in un modo che non avevamo previsto”, ha dichiarato il direttore generale di Unicredit, Roberto Nicastro

Le 35 applicazioni create durante la maratona sono state sottoposte al vaglio di una giuria composta da otto manager di Unicredit e di Unicredit Business & Integrated Solutions, focalizzati sulle aree di competenza Multicanalità, Online & Mobile Banking, Innovazione, ICT, R&D e Sviluppo di nuove imprenditorialità, e da otto rappresentanti delle aziende partner dell’iniziativa (Accenture, Rcs, Adobe, Fastweb, LinkedIn, Polihub, Experientia e Hagakure). I giurati hanno espresso il proprio parere valutando le creazioni dei concorrenti in base ai quattro parametri dell’innovazione, della customer experience, del graphic design e dell’attinenza al tema scelto.

Ad aggiudicarsi il primo premio di 10 mila euro è stato il gruppo Superflat, composto da Rubens Cantuni, Kanako Tada, Roberto Casanovi e Davide Jones, che ha sviluppato Hatly, un’app di educazione al risparmio quotidiano che coniuga le funzionalità della “lista dei desideri” e del crowdfunding.

Il secondo premio di 5 mila euro è andato invece al gruppo Quick Future, composto da Simone Federico Giordano, Dario Palumbo, Simone Fumagalli, Alessandro Scauzillo, Luigi D’Acunto e Tommaso Sorrentino, per la daily app U4U, che propone tra le altre funzionalità una preventivazione semplificata dei finanziamenti, il prelievo via smartphone e lo scambio di bonifici tra dispositivi mobili. Il gruppo ha ricevuto anche il premio speciale per il miglior graphic design, assegnato da Adobe.

Il terzo gruppo classificato, Flotte Folk, composto da Alessandro Caliandro, Federica Delisi, Houssem Cherifi, Cristian Stanescu e Claudio Presca, ha invece vinto 3 mila euro con l’app UniCredit 24/7, una daily app costruita intorno al concetto di real banking che si pone l’obiettivo di essere simple e social. 

Maurizio Di Lucchio

Articoli correlati