Edison premia le migliori startup dell'energy | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

OPEN INNOVATION

Edison premia le migliori startup dell’energy

05 Lug 2017

Dispositivi per Smart Home, strumenti per migliorare le vendite, soluzioni utili in caso di sisma: sono alcuni dei progetti che hanno vinto questa edizione del contest Edison Pulse. L’AD Benayoun: “Nascita e sviluppo di nuove idee imprenditoriali essenziale per vincere le grandi sfide del mondo dell’energia”

Edison è nata 130 anni fa dalla forza di un’idea imprenditoriale in cui hanno creduto gli investitori e oggi scommette a sua volta in progetti innovativi che necessitano del suo supporto per decollare e diventare storie di successo. Lo fa anche attraverso Edison Pulse, concorso rivolto alle startup più innovative nell’ambito delle categorie Energia, Smart Home, Consumer e Ricostruzione Sisma che si è concluso oggi con la premiazione delle migliori.

Ad aggiudicarsi il primo premio  di questa edizione sono state Elemize Technologies, Nuvap, Sellf ed Edilmag, dopo che le 20 startup finaliste si sono sfidate davanti alla giuria in un pitch di 3 minuti per convincere i giurati a investire sul loro progetto.

Un premio che è anche una applicazione concreta di open innovation, modalità in base alla quale le aziende cercano idee, spunti, prodotti e soluzioni innovative al loro esterno tra le startup, gli innovatori, le università, i ricercatori, i fornitori.

♦ Che cos’è l’open innovation (e perché tutti dicono di volerla fare)

Edison è tra i principali operatori di energia in Italia ed Europa con attività nell’approvvigionamento, produzione e vendita di energia elettrica, nei servizi energetici e ambientali grazie anche alla propria controllata Fenice e nell’E&P. Oggi opera in Italia, Europa e Bacino del Mediterraneo, impiegando 5.000 persone. Nel settore elettrico Edison può̀ contare su un parco impianti per una potenza complessiva di 6,5 GW. Un big, insomma, che non si fa problemi a farsi “illuminare” (è il caso di usare questo termine) dai più piccoli.

Nella giornata finale di Edison Pulse le startup hanno presentato soluzioni altamente innovative e originali: Elemize propone un dispositivo intelligente in grado di gestire e migliorare le prestazioni delle batterie d’accumulo collegate ai pannelli fotovoltaici. La proposta si rivolge al cosiddetto prosumer, ossia il consumatore che è a sua volta produttore di energia. Il sistema permette di adattare l’uso delle batteria alle abitudini energetiche di chi abita la casa, prelevare la corrente dalla rete quando è economicamente più conveniente e rivendere energia alla rete in modo più efficiente, generando un ricavo per il cliente. Nuvap progetta e distribuisce un apparecchio per il monitoraggio dell’inquinamento all’intero di luoghi chiusi, come case o uffici. Attraverso un algoritmo indica la tipologia di inquinamento presente, quali sono i rischi per la salute e indica le possibili soluzioni. Sellf è un’applicazione che supporta e motiva i team commerciali a vendere di più un prodotto e a raggiungere i propri obiettivi lavorativi attraverso il principio della gamification. Edilmag è la prima piattaforma per condividere con la Protezione Civile le attrezzature e le macchine edili già pagate e rimaste in giacenza nei magazzini delle imprese. I fondatori della startup si sono mossi con l’obiettivo di fornire uno strumento utile per aiutare i soccorsi in caso di calamità, come i recenti eventi sismici nel Centro Italia.

Le quattro startup riceveranno un finanziamento di 50.000 euro ciascuna, un programma di supporto e di incubazione in un acceleratore di impresa per un mese a Milano e una campagna di comunicazione. Inoltre, dopo il periodo di incubazione, se sufficientemente mature, avranno la possibilità di stringere anche una partnership con Edison per lo sviluppo congiunto del prodotto o servizio proposto.

“La nascita e lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali è essenziale per vincere le grandi sfide del mondo dell’energia di oggi” ha detto Marc Benayoun, amministratore delegato di Edison. “Anche Edison 130 anni fa nasceva dalla forza di un’idea imprenditoriale a cui hanno creduto gli investitori. I progetti innovativi hanno bisogno di supporto per decollare e diventare storie di successo. Con il premio Pulse investiamo sulle idee e le tecnologie che possono accrescere la competitività nell’attuale contesto energetico e migliorare la vita dei clienti. Sono felice di premiare le startup vincitrici del premio Pulse. Sono anche fiducioso che Edison possa costruire delle partnership per sviluppare soluzioni innovative nelle categorie del premio, quindi Energia Smart home e Consumer”.

A vincere la menzione speciale sono state: Enerbrain (categoria Energia), che propone una soluzione per rendere gli edifici intelligenti, sostenibili e confortevoli, abbattendo le emissioni del 30%; Friendz (categoria Consumer), che propone una app con cui le persone creano contenuti e li pubblicano sui social network divertendosi e ottenendo crediti convertibili in buoni e-commerce; Lyt Sonic (categoria Smart Home), un innovativo sistema di allarme integrato in una lampadina che grazie a un algoritmo ascolta e interpreta le onde subsoniche generate da porte e finestre, riconoscendo i tentativi di effrazione e attivando azioni dissuasive, come l’accensione delle luci di casa, l’invio di notifiche e l’attivazione della sirena; aGesic (categoria Ricostruzione Sisma), una app studiata per la sicurezza dei lavoratori solitari o isolati: rileva gli spostamenti dell’utente e lo stato di salute, segnalando l’emergenza in caso di malessere.

Durante la premiazione, presieduta dall’amministratore delegato di Edison Marc Benayoun, ai vincitori è stato consegnato il box Edison Smart Living, lo starter kit per trasformare qualsiasi abitazione in una casa intelligente e connessa, su misura delle esigenze di chi la abita. Edison Smart living è composta da una console, dotata di telecamera, sirena e batteria integrata, per la gestione di tutti i device intelligenti di casa attraverso un’unica App; un sensore di movimento, luce e temperatura; un sensore porta/finestra che avvisa in caso di intrusioni o aperture accidentali; e una spina intelligente per accendere e spegnere da remoto gli elettrodomestici e conoscere i consumi in tempo reale.

Le iscrizioni al premio Edison Pulse 2017, che si sono concluse il 28 aprile, hanno raggiunto quota 296 startup. Le proposte sono arrivate da tutta Italia: Lombardia in testa con ben 64 progetti, seguita dal Lazio, 45 progetti, e dall’Emilia Romagna, 23 progetti. Le proposte sono così ripartite: 127 appartengono alla categoria Consumer, 71 alla categoria Energia, 56 alla categoria Ricostruzione Post Sisma e 42 alla categoria Smart home.

Edison Pulse, oggi alla sua quarta edizione, è nato nel 2013. Ha visto la partecipazione di oltre 1.700 iscritti tra startup, organizzazioni no profit, centri di ricerca e studenti, e ha finanziato complessivamente i vincitori con 900.000 Euro, affiancandoli con una specifica attività di consulenza.

  • 65 Share

Articoli correlati