Vedo e non vedo, una tecnoindagine per i non vedenti | Economyup

Tecnologia solidale

Vedo e non vedo, una tecnoindagine per i non vedenti



Tablet e smartphone hanno cambiato radicalmente la nostra modalità di fruire del web. Un sondaggio destinato alle persone con disabilità visive e al modo in cui usano PC, tablet e smartphone

di Antonio Palmieri

06 Nov 2015


“Vedo e non vedo” non è un link equivoco ma il sondaggio destinato alle persone non vedenti e al modo in cui usano PC, tablet e smartphone.

Per la prima volta in Italia NvApple (che da sempre fa formazione sui prodotti Apple) lancia questa “TecnoIndagine”, che sarà aperta fino al 30 novembre e riguarda appunto le modalità di utilizzo di pc e telefoni cellulari o dispositivi mobili da parte delle persone non vedenti e ipovedenti.

Tablet e smartphone hanno cambiato radicalmente la nostra modalità di fruire del web. Per centinaia di milioni di persone del mondo il touch ha abbattuto la “barriera di ingresso” alla rete.

In termini di accessibilità, in questo modo può in realtà crearsi una nuova barriera architettonica digitale, specie per coloro che non ci vedono.
Capire come stanno le cose è il primo modo per porvi rimedio. Per questo vale la pena di diffondere questo sondaggio.

Antonio Palmieri

Antonio Palmieri, milanese, esperto di comunicazione, deputato. Da quando c'è Internet sono curioso della Rete. Dal 2002 cerco di valorizzare le possibilità che il digitale offre per una vita migliore