Siamo una "Talent Nation" con la tradizione dei distretti | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL DIBATTITO

Siamo una “Talent Nation” con la tradizione dei distretti

04 Dic 2014

Startup Nation o Startup Cities? Il business angel ricorda che la Ferrari è nata a Maranello e che oggi la vera necessità è guardare all’Europa come mercato interno. Ed evitare che il miglior prodotto del Paese, le persone, vengano tentate dalla… fuga

Marco Bicocchi Pichi, business angel dell'anno
Il Professor Cantamessa nel suo intervento su Startup Nation o Startup Cities cita un pensatore liberale e sviluppa un ragionamento logico. Per altro TechStars negli Stati Uniti è di Boulder (Colorado) e la “Collision Initiative” di Tony Hsieh (fondatore di Zappos) è a Las Vegas. Negli USA ci si allontana (in parte) dalla grandi città perchè troppo costose per fare start-up ma ci si va per fare scale-up.

La specializzazione dei distretti Italiani fu studiata da Michael Porter come esempio di successo e se l’Italia ha un problema di far scalare le proprie imprese questo non deriva dal dove hanno origine e si sviluppano ma dal nostro mercato finanziario e quadro regolamentare. La Ferrari è nata a Maranello tanto per dirne una, la Merloni a Fabriano, la Olivetti ad Ivrea. Il processo di sviluppo di un’impresa che nasce da imprenditori Italiani oggi deve guardare all’Europa come mercato domestico e sfruttare le opportunità che il mercato offre in termini normativi,di offerta di capitale e commerciali.

In questo momento l’Italia è una “talent nation” che offre come suo miglior prodotto le persone infatti queste vengono attratte all’estero in misura crescente. Perchè siano le imprese il prodotto attrattivo occorre lavorare senza ideologie e pregiudizi.

Personalmente continuerò ad andare a Trento, Bologna, Torino, Pisa, Ancona, etc. e cercherò di connettere gli imprenditori Italiani al sistema internazionale. Perchè alla fine per le imprese conta solo una cosa ed è il giudizio del mercato.

Articoli correlati