ENERGIE RINNOVABILI

L’auto a energia solare arriva in Italia: la portano Arval e la startup Lightyear



Arval ha preordinato 10.000 unità di Lightyear 2, il nuovo modello di Lightyear: un’auto elettrica che grazie a tetto e cofano fotovoltaici può raddoppiare la sua autonomia fino a oltre 800 km per carica usando l’energia solare

Pubblicato il 18 Gen 2023


Lightyear 2, l'auto a energia solare realizzata dalla startup Lightyear

Arriverà anche in Italia l’auto a energia solare. Lightyear, l’azienda high-tech olandese che produce la prima auto elettrica a energia solare al mondo, ha firmato un accordo di preordine con Arval, azienda europea di noleggio a lungo termine di veicoli multimarca e attore chiave nelle soluzioni di mobilità sostenibile di proprietà del Gruppo BNP Paribas.

Il preordine consta di 10.000 unità di Lightyear 2, il nuovo modello di Lightyear. Grazie a questo accordo, l’azienda ha un nuovo partner di mobilità di riferimento per i clienti aziendali e i consumatori privati per sperimentare la mobilità solare-elettrica nei mercati chiave di Arval in Europa.

La notizia del preordine Arval arriva una settimana dopo che Lightyear ha aperto la lista d’attesa di Lightyear 2 per consentire ai consumatori di ottenere la priorità nel processo di preordine entro la fine dell’anno.

Lightyear, com’è nata l’auto a energia solare

Fondata nel 2016 da Lex Hoefsloot a Helmond, Olanda, Lightyear mira a eliminare le due maggiori preoccupazioni per le auto elettriche: l’elevata frequenza di ricarica e l’autonomia limitata. Attraverso l’utilizzo dell’energia solare. L’azienda, in rapida crescita, attualmente impiega oltre 600 persone, un team formato da un mix di giovani talenti e nomi esperti del settore automobilistico e tecnologico.

WHITEPAPER
Uso razionale dell’energia: tra bisogno urgente e apprezzata responsabilità sociale
Legal
Manifatturiero/Produzione

Nel giugno 2022, la società ha presentato il suo veicolo destinato alla produzione, il Lightyear 0, che ha iniziato la produzione limitata nel successivo novembre dopo essersi assicurata un round d’investimento da 81 milioni di euro. Ha aperto ora la sua lista d’attesa la successiva serie, Lightyear 2, che dovrebbe iniziare la produzione nel 2025.

Auto a energia solare: la startup olandese Lightyear pronta a lanciarla a novembre

Il totale complessivo dei preordini di Lightyear 2 da parte dei partner B2B supera ora le 21.000 unità, per un fatturato di quasi 840 milioni di euro.

Arval e Lightyear insieme per la mobilità pulita

Sia Arval sia Lightyear hanno ambizioni comuni verso la mobilità sostenibile e la loro partnership ha l’obiettivo di supportare l’ingresso di Lightyear non solo nel mercato europeo con eventi di customer experience nel 2023/24, ma anche a livello internazionale.

“La tecnologia di Lightyear è collaudata, accessibile e rispettosa dell’ambiente, rappresentando un’ottima risorsa aggiuntiva per la nostra flotta”, afferma Alain van Groenendael, Presidente e CEO di Arval. “La nostra ambizione è noleggiare 700.000 veicoli elettrificati come parte della nostra flotta globale entro il 2025 e non vediamo l’ora di accogliere 10.000 auto Lightyear 2, che ci aiuteranno a raggiungere questo obiettivo e, cosa più importante, a supportare ulteriormente i nostri clienti con una soluzione che risponda alle loro esigenze di transizione energetica e sostenga la sfida infrastrutturale in Europa”.

Lex Hoefsloot, CEO e co-fondatore di Lightyear aggiunge: “Oltre a offrire le nostre auto elettriche solari ai singoli consumatori, Arval svolge un ruolo cruciale come società di noleggio a lungo termine nel rendere le nostre tecnologie disponibili per il maggior numero di persone possibile. Siamo grati per la loro fiducia e per essere in grado di avere al nostro fianco la loro esperienza e la loro presenza internazionale nel lancio di Lightyear 2″.

Come funziona e quanto costa l’auto a energia solare

Lightyear 2 promette di soddisfare i bisogni dei consumatori in cerca di soluzioni di mobilità pulite e convenienti, grazie a un tetto e a un cofano solari che consentono all’auto di raddoppiare la sua autonomia fino a oltre 800 km per carica. Complessivamente, Lightyear 2 necessita di una ricarica tre volte inferiore rispetto a un veicolo elettrico convenzionale. La sua “impronta” di CO2 è inoltre cinque volte inferiore a quella di una normale auto elettrica.

Dopo che Lightyear ha dimostrato la fattibilità di un veicolo elettrico solare producendo il suo primo modello, Lightyear 0, in numero di produzione limitato, Lightyear 2 è il passo successivo dell’azienda verso la mobilità pulita disponibile per tutti, ovunque. Il veicolo arriverà sul mercato a prezzi inferiori a 40.000€.

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!