Auto a guida autonoma, Toyota investe 400 milioni di dollari sulla startup Pony.ai | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

OPEN INNOVATION

Auto a guida autonoma, Toyota investe 400 milioni di dollari sulla startup Pony.ai



Toyota accelera sulla driverless car e punta sulla startup della Silicon Valley (con sede anche a Pechino e Guangzhou) che sta sviluppando tecnologie per la guida autonoma e vuole lanciare un servizio di robotaxi. Obiettivo: rafforzare la presenza in Cina, il più grande mercato al mondo di veicoli autonomi

27 Feb 2020


Toyota ha investito 400 milioni di dollari nella startup di guida autonoma Pony.ai, che in totale, nell’ultimo round di finanziamenti, ha raccolto 462 milioni di dollari per sostenere i programmi di sviluppo di tecnologie per la guida autonoma, oltre che per lanciare un servizio di robotaxi.

Auto a guida autonoma: che cosa sono, come funzionano, le applicazioni in Italia

Pony.ai, la startup della Silicon Valley che piace ai cinesi

La startup ha sede nella Silicon Valley (oltre che a Pechino e Guangzhou) ed è finanziata quasi interamente da capitali cinesi. È stata fondata da due ex dirigenti Baidu (Lou Tiancheng e James Peng) e ora è valutata 3 miliardi di dollari (una della più valutate al mondo nel settore della guida autonoma, secondo quanto riferito dalla startup). Pony.ai sta realizzando test di guida autonoma di livello 4.

L’obiettivo di Toyota: rafforzare la presenza in Cina, mercato n.1 dei veicoli autonomi

Digital360 awards
Presenta il tuo progetto digitale ad una platea di CIO delle più importanti aziende
Digital Transformation
Open Innovation

Toyota, con il suo investimento, ha ottenuto il 13% della startup e un posto in Consiglio d’amministrazione. L’investimento della casa automobilistica giapponese è solo l’ultimo di una serie di interventi negli ultimi due anni in aziende affini come Uber e Didi Chuxing, e rafforza la presenza di Toyota in Cina, Paese che secondo McKinsey ha il potenziale per diventare il più grande mercato al mondo di veicoli autonomi (e dove Toyota ha subito, ultimamente, una brusca flessione delle vendite).

Toyota e l’auto a guida autonoma

La guida autonoma occupa un posto centrale nelle attività di Toyota. L’anno scorso a maggio il colosso giapponese ha svelato di essere al lavoro per la creazione di mappe ad alta definizione per veicoli autonomi dallo spazio e di aver messo sul piatto 200 milioni di dollari da investire sul settore L’obiettivo è chiaro: conquistare la leadership in uno dei megatrend del mondo automotive.

Toyota accelera sulla guida autonoma: mappe HD per i veicoli autonomi dallo spazio e 200 milioni di investimenti