Working Capital, la festa funky dell'Italia che spera nel futuro | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Acceleratori

Working Capital, la festa funky dell’Italia che spera nel futuro

15 Nov 2013

La Triennale di Milano ha ospitato la finale del programma di Telecom Italia che aiuta il talento a trasformarsi in impresa. Sul palco, i giovani che non si rassegnano davanti ai dati sulla mancanza di lavoro. E ora in programma c’è una call internazionale

La Triennale di Milano ha ospitato una festa davvero “funky”: dinnanzi ad istituzioni, investitori ed influencer del settore si è infatti celebrata la finale dell’edizione 2013 di Working Capital, il programma di Telecom Italia che dal 2009 aiuta l’innovazione, le idee e il talento a trasformarsi in impresa, supportando in modo diretto la nascita e lo sviluppo delle startup.

L’edizione 2013 ha visto l’ apertura di 3 acceleratori a Milano, Roma e Catania; l’istituzione dell’albo veloce, il programma di accelerazione per le 15 startup selezionate nel corso della prima call for ideas e l’assegnazione di 30 grant d’impresa.

Il bilancio è, dunque, più che positivo. Un ruolo importante è stato rivestito senz’ombra di dubbio dagli acceleratori: Come hanno affermato Fabio Lalli, Gianluca Dettori e Antonio Perdichizzi, mentor del programma di accelerazione, la loro apertura ha conferito valore aggiunto non solo alle 15 startup accelerate, ma anche alle community locali gravitanti intorno a questi spazi.

Prima di dar spazio ai pitch delle nuove startup, sul palco del Salone d’Onore della Triennale si è fatto il punto sullo stato dell’innovazione e della crescita in Italia con le Istituzioni e  ospiti d’onore, quali Mariana Mazzucato, docente di Economia dell’Innovazione presso l’Università del Sussex e autrice del libro “The Enterpreuneral State”, e Alì Jafari, VP TWITTER.

Il momento più emozionante è stato senza dubbio quello della premiazione: un radioso Salvo Mizzi ha chiamato ognuna delle 15 startup  premiate nel corso della seconda call for ideas consegnando loro, in modo simbolico, un grant d’impresa.

E’ stato bello vedere sul palco un’Italia sorridente, fiduciosa nei confronti del futuro. I ragazzi che erano lì sul palo rappresentavano l’Italia bella che non si rassegna dinnanzi ai dati catastrofici sui livelli occupazionali e sulla mancanza di lavoro.

L’impegno di Working Capital per promuovere l’innovazione in Italia non si ferma qui: Salvo Mizzi, infatti, ha annunciato l’apertura del quarto acceleratore a Bologna entro la fine del 2013 e le novità dell’edizione 2014. Working Capital, infatti, nel 2014 intende varcare i confini nazionali e lanciare una call internazionale.

THERE’S ONLY MAKE!

di Ilaria Orfino