Unicredit e LVenture Group puntano 595mila euro su Atooma | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Investimenti

Unicredit e LVenture Group puntano 595mila euro su Atooma

24 Apr 2015

La banca ha investito 105mila euro sulla startup fornitrice di una piattaforma software, il resto è arrivato dal gruppo di venture capital e altri investors. È il terzo finanziamento in un anno dell’istituto bancario a favore di una giovane impresa, dopo Qurami e TravelAppeal

Atooma
Terzo investimento in un anno a favore di una giovane azienda da parte di Unicredit: è la startup Atooma, che raccoglie complessivamente (non solo dalla banca) 595mila euro. A poco più di un anno dal lancio del programma di accelerazione UniCredit Start Lab, nato per favorire lo sviluppo delle startup innovative italiane, e a pochi giorni dall’erogazione del secondo finanziamento in equity, la banca ha effettuato ieri il suo terzo investimento, questa volta a favore della società nata nel società nata nel 2012 da un’idea dell’attuale Ceo Fabrizio Cialdea e fornitrice di una piattaforma software. 

► Il Ceo di Atooma racconta il successo della piattaforma di Internet of Things

L’investimento di UniCredit avviene in compartecipazione con LVenture Group, primario operatore di Seed Venture Capital giunto al secondo co-finanziamento nell’ambito di UniCredit Start Lab, oltre a vari Angel Investor e partner industriali. UniCredit, insomma, investe 105.000 euro nella startup Atooma, che raccoglie complessivamente 595.000 euro da LVenture Group e da altri investitori. Il 31 marzo Unicredit aveva effettuato il suo secondo investimento a favore di Travel Appeal, società nata nel 2014 in H-Farm Ventures dall’idea di Mirko Lalli con l’obiettivo di offrire al settore turistico italiano, attraverso l’analisi dei Big Data, gli strumenti per monitorare e gestire la reputazione digitale e per migliorare le eventuali criticità. L’investimento è avvenuto a un anno dal lancio del programma di accelerazione UniCredit Start Lab, promosso da UniCredit per favorire lo sviluppo delle startup innovative italiane e in  compartecipazione con H-FARM Ventures.

«Unicredit nel capitale di 10 startup all’anno»: guarda la video-intervista

Il round di investimento di complessivi 595mila euro permetterà un’ulteriore crescita di Atooma, società che propone una piattaforma software per permettere ad aziende operanti nel campo della Smart Home, Mobile, Wearable e Automotive di integrare a bordo dei loro dispositivi e dei loro servizi un’intelligenza artificiale, capace di attivare automatismi e suggerimenti contestuali, con l’obiettivo di fornire ai propri utenti un esperienza “magica”.

“Siamo felici di aver concretamente contribuito, con questo terzo investimento, alla crescita di una delle startup iscritte al nostro programma di accelerazione UniCredit Start Lab” ha sottolineato Gabriele Piccini, Country Chairman Italy di UniCredit. “Dal momento della sua nascita, UniCredit Start Lab ci ha dato l’opportunità di confrontarci con un patrimonio di migliaia di idee e progetti, mettendoci a contatto con persone che ci hanno contagiato col loro entusiasmo. E sono già più di 600 le startup innovative che hanno proposto la propria candidatura per l’edizione 2015, che annovera tra le principali novità un’attenzione particolare alle agevolazioni messe a disposizione da UniCredit grazie al Fondo Centrale di Garanzia per le Startup innovative”.

“Siamo molto soddisfatti della qualità delle nostre startup”  ha aggiunto Luigi Capello, founder e Ceo di LVenture Group. “ È la seconda volta che UniCredit sceglie di co-investire con noi in una delle startup del nostro portafoglio, rafforzando in questo modo la nostra partnership. Per Atooma, che ha già numerosi clienti a livello internazionale, si tratta di una spinta importante per far crescere un progetto ambizioso che ha tutti i numeri per guardare lontano”.   

Per Fabrizio Cialdea, co-founder e Ceo di Atooma “essere parte di un programma d’accelerazione e d’investimento come quello promosso da UniCredit è un’occasione unica per aziende del nostro calibro che puntano a stringere accordi con realtà generalmente più grandi e ben radicate nel territorio, con le quali UniCredit ha storicamente una forte connessione. La professionalità del loro team e le loro skill ci hanno permesso inoltre di capire e migliorare, passo dopo passo, la nostra proposta di business e la nostra struttura societaria, con il risultato di essere oggi ancora più competitivi e veloci sul mercato”.   

La possibilità di co-investimenti è infatti solo uno dei servizi messi a disposizione da UniCredit Start Lab a favore delle startup selezionate, che possono usufruire anche dei programmi di  training manageriale con Bootcamp, Startup Academy e Social Media Day. Ad oggi vi hanno partecipato oltre 40 startup selezionate dal programma che hanno potuto approfondire tutti i temi necessari a sviluppare al meglio le proprie idee d’impresa (Business Plan, Social Media Advertising, Marketing, Strategie di Business, etc…).

Alle startup di UniCredit Start Lab è anche offerto un programma di mentorship, tramite cui viene assegnato un mentor del network di UniCredit a ogni startup. I mentor sono professionisti di alto profilo che offrono alle startup un supporto qualificato mettendo a loro disposizione l’esperienza maturata nel corso della propria attività professionale, condividendo network di conoscenze e creando sinergie e nuovo valore. Per raggiungere questo scopo è stata già organizzata una giornata di incontri conoscitivi in cui oltre 30 startup selezionate hanno avuto la possibilità di confrontarsi con più di 15 mentor in incontri one-to-one.    

Unicredit è poi in grado di offrire networking mediante l’organizzazione di Business Meeting e incontri su settori specifici tra Startup e aziende Corporate interessate all’Open Innovation. Le startup che desiderino partecipare all’edizione 2015 di UniCredit Start Lab potranno iscriversi sino al 30 aprile sul sito www.unicreditstartlab.eu.  

E proprio in tema open innovation, il gruppo Digital360 ha sviluppato una piattaforma per capirne di più e trovare gli strumenti più utili per farla. Eccola

 

Articoli correlati