Startup, Inventia vince l'Oscar 2015 di Gartner | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nuovo commercio

Startup, Inventia vince l’Oscar 2015 di Gartner

07 Apr 2015

La società fondata poco più di due anni fa da Andrea Cinelli ha ottenuto il riconoscimento per Connect, la piattaforma di videocomunicazione che, mettendo insieme meccanica e digitale, permette la creazione di negozi gestiti a distanza. In vista un nuovo finanziamento per l’espansione internazionale

Andrea Cinelli, fondatore e Ceo di Inventia
Non è un risultato di poco conto per una startup con meno di tre anni di vita essere individuata e premiata da un soggetto come Gartner, società globale specializzata nella consulenza strategica, ricerca e analisi nel settore hi-tech. È successo a Inventia che ha ottenuto il riconoscimento di Cool Vendor 2015 per per la piattaforma Connect .
Connect è un sistema di “video customer engagement” multipiattaforma (chioschi- smartphone- tablet- web video chat- bancomat…) che consente alle aziende di vendere da remoto attraverso uno speciale sistema di video comunicazione capace di gestire processi commerciali anche complessi.
Gartner assegna ogni anno i suoi “oscar” in diversi segmenti tra i quali quelli dell’ innovazione digitale, del cosiddetto Video Customer Engagement, del Digital Signage e del CRM (Customer Relationship Management). Inventia è stata premiata nel settore del Video Customer Engagement e Crm.

► VIDEO – LA STORIA DI INVENTIA, startup snobbata dai venture capitalist

Le possibili applicazioni della tecnologia sviluppata con Connect sono numerose. La tecnologia d’Inventia è già utilizzata da grandi banche per offrire sportelli bancari virtuali con un “video cassiere” dove è possibile effettuare qualsiasi operazione bancaria (aperture conto corrente, mutui, bonifici, prestiti…) ma anche a ricevere il bancomat ed il carnet d’assegni da remoto attraverso speciali dispenser elettronici; come da società di telecomunicazioni per  creare negozi virtuali dove il venditore remoto potrà in videocomunicazione arrivare anche alla consegna della carta telefonica e del telefonino.

La soluzione di Inventia è stata già scelta da clienti come Monte dei Paschi, Tre Italia, Hutchinson, Wind, Tiscali, Carglass, Wincor Nixdorf. Importanti produttori di apparati Bancomat stanno già iniziando ad utilizzare la tecnologia Connect Inventia per offrire da un tradizionale banca un vero e proprio cassiere “in videocomununicazione”.

La startup si inserisce quindi in un’area di mercato intermedia tra il commercio elettronico e quello tradizionale, una nuova tipologia di punto vendita definita “street commerce”, come anche nel segmento dell’internet of things essendo possibile attraverso la tecnologia d’Inventia per un agente remoto in video comunicazione “tele pilotare” oltre 100 device, tecnologie e sistemi elettronici (ad esempio attivare un dispenser per consegnare un badge ad un cliente oppure attivare uno scanner per acquisire il documento d’identità del cliente da remoto..) che possono essere presenti sui chioschi come su smartphone.

Inventia punta nel 2015 a raggiungere il traguardo del milione di euro da vendite in Italia e sta siglando accordi di distribuzione internazionale in Germania e Regno Unito per poi puntare su gli Stati Uniti.  «Il potenziale di crescita di Inventia è fondata sull’ampio bacino retail che, grazie alla tecnologia proprietaria integrata su più punti di connessione, permette un nuovo modello di gestione delle operazioni commerciali e di assistenza a clienti e prospect, nel retail come nel commercio digitale: chioschi, insegne digitali, mobile, web, e atm si trasformano in punti di relazione viva, efficace ad a basso costo», dice il fondatore e amministraore delegato Andrea Cinelli
Inventia ha ricevuto un importante investimento da parte del fondo di Angel Investors “Italian Angel For Growth” di Milano ed è in procinto di sviluppare nuovi round di finanziamento per il suo sviluppo internazionale 

Redazione

Articoli correlati