Startup innovative, mai così alta la crescita settimanale | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il report

Startup innovative, mai così alta la crescita settimanale

24 Feb 2015

Secondo l’ultimo rapporto delle Camere di commercio, le nuove aziende iscritte alla sezione speciale del Registro imprese sono 3.348, 81 in più rispetto alla settimana precedente: sui sette giorni, è il maggiore incremento registrato. Lombardia in testa alle regioni più “popolose”. Napoli scalza Trento al quinto posto tra le province. Le neoimprese “milionarie” sono 31

Il numero delle nuove imprese innovative aumenta di continuo. E nell’arco di sette giorni l’incremento non è mai stato così alto. È quanto emerge dall’ultimo report di Infocamere, aggiornato al 23 febbraio, sulle startup iscritte alla sezione speciale del Registro delle imprese. La rilevazione più recente ne ha registrate 3.348, 81 in più rispetto alla scorsa settimana. Si tratta della maggiore crescita settimanale mai registrata.

La Lombardia è in testa alla classifica delle regioni con il più alto numero di startup (740), seguita da Emilia Romagna (382), Lazio (322), Veneto (253) e Piemonte (243). È lombarda anche la provincia con maggiore concentrazione di nuove imprese: Milano, con 494 startup. Dietro ci sono Roma (246), Torino (185), Bologna (103) e Napoli (101), che scalza Trento alla quinta posizione.

Va da sé che la macroarea più “popolosa” in termini di aziende neonate sia il Nord, con il 56,61%. Il Sud è secondo, con il 22,07%. Terzo il Centro: 21,32%.

Per quanto riguarda i settori, al primo posto ci sono i servizi (2.572), di cui software (1.024), ricerca & sviluppo (551), IT (283). In seconda posizione, c’è la manifattura (594 su 3.348): hardware (125), macchinari (113), apparecchi elettrici (78). Sono 401 le startup innovative ad alto valore tecnologico in ambito energetico.

Quanto al valore della produzione, tenendo presente che per 1.355 startup innovative su 3.348 non sono ancora disponibili dati di bilancio 2014, il report registra che 924 startup appartengono alla classe A (da 0 a 100 mila euro), 355 alla classe B (da 100 a 500 mila euro), 45 alla classe C (da 500 mila a 1 milione), 19 alla classe D (tra 1 e 2 milioni) e 12 alla E (tra 2 e 5 milioni). Le “milionarie” sono quindi 31.

In termini di occupazione, contando che hanno posizioni Inps 1.067 startup innovative su 3.348, 916 hanno tra zero e quattro dipendenti, 106 tra 5 e 9 addetti, 38 da 10 a 19 addetti e 7 tra 20 e 49 dipendenti.

Per quanto riguarda la natura giuridica, la maggioranza delle startup (2.680) sono srl, 407 sono srl semplificate, 120 sono srl a unico socio, 69 sono cooperative, 52 sono società per azioni e 20 hanno altre forma giuridica. 

Articoli correlati