Sem+, il successo italiano all'Intel Business Challenge Europe | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Concorsi

Sem+, il successo italiano all’Intel Business Challenge Europe

08 Lug 2013

Si è aggiudicata il primo posto al concorso rivolto agli studenti europei: è la startup che sviluppa moduli touch flessibili che l’utilizzo di robot e gli strumenti usati in campo riabilitativo. E dopo aver conquistato l’Europa, ora mira all’America nell’appuntamento di ottobre

Si scrive Sem+, si pronuncia “successo”. La startup dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) si è aggiudicata il primo ambito posto all’Intel Business Challenge Europe. Il premio, oltre al riconoscimento in sé, è il gettone di accesso alla fase finale dell’Intel Global Challenge. Si tratta di una delle principali competizioni mondiali per le società che operano nel settore delle tecnologie, e che continua a selezionare progetti ideati in tutto il mondo, facendo sfidare le eccellenze delle idee.

L’appuntamento è all’Università della California, a Berkeley, il prossimo ottobre. Lì arriveranno anche gli ideatori di Sem+ (Sensing ElectroMagnetic Plus). Nata nei laboratori dell’IIT di Genova e Pontedera e alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, la startup sviluppa una innovativa tecnologia brevettata: moduli touch flessibili che promettono di rivoluzionare oltre all’elettronica di consumo, anche l’utilizzo di robot e gli strumenti usati in campo riabilitativo.

Gli ideatori, che ora esporteranno il loro “gioiello” oltreoceano, sono Alessandro Levi, Silvano Furlan e Matteo Piovanelli, tre studenti di dottorato della Scuola Sant’Anna.

Con la vittoria della competizione europea, l’Italia ottiene un altro importante successo nel campo delle start up. Come accade ormai spesso, idee e progetti made in Italy emigrano e si impongono all’estero. Era successo già pochi mesi fa quando quattro società italiane erano state inserite nella speciale Top 100 Red Herring.

Il concorso Intel Business Challenge Europe è rivolto agli studenti europei ed è giunto ormai alla sua ottava edizione. La finale, che si è svolta a Dublino, ha visto sul podio anche un altro team italiano. La medaglia di bronzo, infatti, è andata a Tensive, progetto spin-off della Fondazione Filarete. A Sem+ e a Tensive sono arrivati i complimenti del ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, che ha invitato tutti i finalisti italiani al Miur per congratularsi di persona di questo successo tutto italiano.

Dopo aver convinto l’Europa, ora non resta che conquistare l’America.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati