Anche online i 10 campioni del Manifesto di EconomyUp.it | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Edizione speciale

Anche online i 10 campioni del Manifesto di EconomyUp.it

09 Nov 2013

Dalla prossima settimana saranno pubblicati sul sito gli interventi raccolti nella rivista di carta lanciata alo SMAU e distribuita al World Business Forum. Un modo anche per sollecitare altre riflessioni sul Made in Italy e la crescita possibile

La copertina del Manifesto di EconomyUp.it

Palese, chiaro, evidente, offerto apertamente alla vista o all’intelletto altrui. Così si legge nel vocabolario Treccani alla voce “manifesto”. E siccome è ormai chiaro ed evidente (o almeno dovrebbe esserlo…) che non può esserci crescita senza nuove imprese e innovazione per la sua prima edizione speciale di carta, EconomyUp.it, il sito lanciato tre mesi fa dal Corriere delle Comunicazioni, ha scelto di fare un Manifesto, presentato allo SMAU e distribuito al World Business Forum.

Il Manifesto è una rivista da leggere e da guardare. Si sfoglia, ma si può anche aprire come un poster, con due lati entrambi importanti. Da una parte una grande infografica con la mappa dell’ecosistema italiano delle start up realizzata dall’associazione Italia Startup con gli Osservatori del Politecnico di Milano, SMAU e il Ministero dello Sviluppo Economico. Dall’altra le 10 parole chiave della crescita possibile, declinate da altrettanti imprenditori che hanno dimostrato che si può fare, nonostante tutto.

Vale la pena fare l’elenco (in ordine rigorosamente alfabetico per keyword): Coraggio di Oscar Farinetti, il signore di Eataly; Creatività di Nerio Alessandri, patron di Technogym; Digitale di Paolo Ainio, fondatore di Banzai; Futuro di Federico Marchetti, “inventore” di Yoox; Innovazione, di Sergio Dompé, industriale farmaceutico; Internazionalizzazione di Remo Pedon, amministratore delegato del Gruppo Pedon; Made in Italy di Brunello Cucinelli, imprenditore-filosofo; Ottimismo di Federico Grom e Guido Martinetti, creatori del primo brand globale del gelato artigianale; Gian Luca Sghedoni, amministratore delegato di Kerakoll, leader mondiale del green building; Startup di Fabio Cannavale, founder di VolaGratis.it e adesso executive chairman di BravoFly Rumbo, gruppo digitale leader in Europa. Ci sono quindi il lusso e l’ecommerce, il food e la meccanica, il commercio e il digitale. Insomma, quella “buona economia” che produce ancora fatturati in crescita a due cifre e, soprattutto, fiducia nel futuro.

Dalla prossima settimana tutti gli interventi saranno pubblicati anche sul sito di EconomyUp.it, per sollecitare nuove riflessioni di altri imprenditori su altri valori necessari per la crescita. 

Redazione

Articoli correlati