Colvin, eCommerce spagnolo dei fiori, acquisisce la startup italiana Bloovery - Economyup

EXIT

Colvin, eCommerce spagnolo dei fiori, acquisisce la startup italiana Bloovery



Exit per la milanese Bloovery, grossista digitale di fiori e piante, acquisita dall’azienda fondata a Barcellona per portare la trasformazione digitale nel commercio dei fiori. Per Colvin l’Italia è il secondo mercato dopo la Spagna. Bloovery sarà integrata nel Gruppo, ma i founder resteranno alla guida del team locale

11 Mag 2022


Michele Dondi e Simone Guzzeti, cofounder di Bloovery

Colvin, startup spagnola dell’eCommerce dei fiori diventata ormai azienda tecnologica, ha acquisito la startup italiana Bloovery, grossista digitale di fiori e piante dedicato a trasformare la catena di approvvigionamento del mercato florovivaistico europeo. L’operazione consentirà a Colvin di ampliare il proprio team e le proprie competenze in Italia, ritenuto uno dei paesi più importanti dell’UE nel settore di fiori e piante. A seguito dell’accordo, Bloovery sarà integrata come parte del Gruppo Colvin, mantenendo i suoi fondatori alla guida del team a livello locale. La società milanese fa dunque la sua exit: ma è l’ennesimo esempio di una startup italiana che non riesce ad internazionalizzarsi e finisce per essere acquisita da un gruppo straniero? Vediamo intanto come funziona e cosa fa. Partendo dal business di Colvin.

Cosa fa Colvin

Colvin è un’azienda fondata nel 2016  a Barcellona che ha rivoluzionato il settore della vendita al dettaglio di fiori e piante online con un modello di business disruptive, creando il primo network senza intermediari. La visione di Colvin è costruire il nuovo ecosistema digitale che connette coltivatori, grossisti, fioristi e clienti finali in un modo migliore attraverso la tecnologia. Il Gruppo conta un team di oltre 300 persone, con magazzini a Barcellona, ​​Firenze e Berlino, e opera in Spagna, Portogallo, Italia, Germania e anche in Francia con il suo partner Monsieur Marguerite. Dal 2017, Colvin ha raccolto un totale di circa 70 milioni di euro. A giugno 2020 ha chiuso il round di Serie B da 14 milioni di euro, guidato da Milano Investment Partners sgr, insieme a P101 sgr, Samaipata e Bynd, a cui si somma l’ultima iniezione di capitale del Round C da 45 milioni condotto da Eurazeo, insieme a Capagro e insieme ai precedenti investitori.

WHITEPAPER
Senza social media in Cina non vendi: leggi tutte le regole per usarli nel modo giusto
Manifatturiero/Produzione
Marketing

Colvin, perchè l’e-commerce dei fiori raddoppia il fatturato e ottiene 45 milioni

 

 

Come è nata Bloovery

Fondato nel 2016 a Milano, Bloovery è il principale grossista digitale di fiori e piante in Italia. È nato per cambiare le regole del  mercato floreale europeo – un mercato da 14 miliardi di euro – con l’obiettivo di stravolgere il modo in cui fiori e piante vengono importati, distribuiti e venduti. Il team fondatore opera da anni nel settore floreale e ha una profonda conoscenza del mercato, in particolare in Italia e Olanda.

“Siamo all’inizio di un lungo e meraviglioso viaggio. C’è ancora così tanto da innovare nel settore. Insieme a Colvin siamo pronti a creare la prima azienda flowertech al mondo”, ha affermato Simone Guzzetti, co-founder e CEO di Bloovery. “Siamo molto entusiasti di entrare a far parte della famiglia Colvin. Combinando la loro esperienza internazionale con l’esperienza B2B di Bloovery, abbiamo la possibilità di lasciare il segno nel settore floreale” ha affermato Michele Dondi, co-founder e COO di Bloovery.

Italia secondo mercato di crescita dopo la Spagna

“Continuiamo ad andare avanti passo dopo passo nella nostra strategia di crescita coinvolgendo partner come Bloovery nel Gruppo Colvin, che apportano enorme conoscenza ed esperienza nel settore. L’Italia è il nostro primo mercato in crescita subito dopo la Spagna e questo accordo ci consentirà di continuare ad aggiungere valore al settore professionale dell’industria, non solo sul territorio italiano, ma anche in Europa”, afferma Sergi Bastardas, co-founder di Colvin.

“Siamo sicuri che l’arrivo di Bloovery in Colvin rappresenterà un grande impulso per accelerare il nostro business B2B a livello globale. Condividiamo la visione disruptive del mercato nella quale la tecnologia potrebbe migliorare la catena di approvvigionamento del settore florovivaistico e il ruolo rilevante che i coltivatori devono avere in questo processo evolutivo”, spiega Andrés Cester,  co-founder di Colvin.

Bloovery è stata fondata nel 2016 come servizio di consegna di fiori online. Nel 2018, dopo aver testato il potenziale del commercio all’ingrosso di piante e fiori, è diventato il primo grossista di fiori al 100% digitale in Europa. Con Bloovery, i fioristi possono acquistare online da un catalogo di oltre 15.000 prodotti e riceverli comodamente nel loro negozio entro 36 ore. La visione di Bloovery è quella di portare il mondo dei fiori nel 21° secolo. La mission dell’azienda è aiutare i professionisti del settore a valorizzare al meglio il proprio lavoro.