Bonus bancomat, super premio cashback, lotteria scontrini: domande e risposte | Economyup

PIANO ITALIA CASHLESS

Bonus bancomat, super premio cashback, lotteria scontrini: domande e risposte



Il Piano Italia Cashless, ideato per la lotta all’evasione fiscale, prevede incentivi per i pagamenti elettronici: il bonus bancomat, il super premio cashback, e la lotteria degli scontrini. Ecco cosa sono, come funzionano e quando entreranno in vigore

04 Dic 2020


Il Piano Italia Cashless, ideato per la lotta all’evasione fiscale, sta per vedere attuato il suo secondo punto con la messa in atto degli incentivi per i pagamenti elettronici: il bonus cashback bancomat e carte, il super premio cashback, e la lotteria degli scontrini.

Il primo step, il limite per i pagamenti in contante a 2.000 euro, è entrato in vigore il 1° luglio 2020. In attesa dell’ulteriore abbassamento della soglia a 1.000 euro previsto per il 1° gennaio 2022, saranno a breve operativi i tre provvedimenti per incentivare il cashless.

Ecco di cosa si tratta, come funzionano, e quando entreranno in vigore.

Bonus carta e bancomat 10% e Bonus Natale

Che cos’è il bonus bancomat o cashback di Stato

Il bonus bancomat, anche chiamato cashback di Stato, è il primo dei tre provvedimenti previsti dal piano cashless, e consiste in un rimborso del 10% delle spese effettuate tramite bancomat o carta in negozi fisici, fino ad un tetto massimo di spesa di 3000 euro (ovvero 300 euro di rimborso cashback) nel corso dell’anno.

Da quando sarà attivo

La data prevista è per l’attuazione del provvedimeto è il 1° gennaio 2021.

Bonus bancomat, come funziona

Il bonus bancomat è per tutti i consumatori maggiorenni e residenti in Italia che utilizzano carte e sistemi di pagamento digitali, ma solo a fronte del raggiungimento di un numero minimo di transazioni. Sono esclusi gli acquisti online, per i quali il pagamento digitale è la sola alternativa. Gli acquisti dovranno inoltre essere effettuati al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione.

Come già accennato, il cashback corrisponde al 10% delle spese per un massimo di 3000 euro nell’arco dell’anno, quindi può ammontare fino a 300 euro.

Per partecipare al programma serviranno minimo 50 transazioni a semestre e il rimborso potrà arrivare fino a 150 euro, su un tetto di spesa complessivo di 1.500 euro ogni sei mesi. Ogni sei mesi il conteggio delle spese effettuate sarà azzerato e ricomincerà per il nuovo semestre.

Che cos’è il bonus Natale 2020

Il bonus Natale 2020 – extra cashback anticipa il bonus bancomat per il mese di dicembre (a partire dall’8 dicembre) per incentivare i consumi del periodo natalizio. È un rimborso in denaro per chi effettua acquisti nel mese di dicembre 2020 pagando con mezzi elettronici, pari al 10% della spesa totale e fino ad un massimo di 150 euro (per 1.500 euro spesi).

Da quando sarà attivo

Sarà possibile usufruire del bonus Natale 2020 esclusivamente dall’8 al 31 dicembre 2020.

Bonus Natale 2020, come funziona

Il Bonus Natale 2020 funziona secondo le stesse logiche del bonus bancomat / cashback di stato: potranno ottenere l’extra rimborso di Natale solo i maggiorenni residenti in Italia che faranno almeno 10 acquisti pagando con carte di credito o debito per motivi personali e non per la propria attività lavorativa, che riceveranno un rimborso del 10% fino a un massimo di 150 euro.

Bonus Bancomat e Bonus Natale, come ottenere il rimborso

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

Per ottenere il rimborso del bonus bancomat e bonus Natale sul proprio conto corrente, è stato previsto l’utilizzo dell’app IO della Pubblica Amministrazione, in cui vanno inseriti i propri dati personali e delle carte di pagamento e indicato l’Iban su cui si vuole ricevere il rimborso. Per effettuare l’accesso sarà necessario utilizzare il proprio SPID o la CIE (Carta d’Identità Elettronica).

Tuttavia, operatori quali Satispay, Nexi e Hype hanno previsto l’erogazione del bonus Natale direttamente sulle proprie piattaforme. Qui tutti i modi per ottenerlo

Il cashback sarà erogato dalla Consap (la concessionaria dei servizi pubblici) entro il 28 febbraio 2021. La prima tranche di rimborsi verrà quindi erogata considerando solo tre mesi di pagamenti elettronici. I rimborsi successivi arriveranno a luglio 2021, gennaio 2022 e luglio 2022. Per il bonus Natale,la data prevista di rimborso è febbraio 2021.

Per garantire il corretto funzionamento della misura senza pesare eccessivamente sugli esercenti, pare che il governo abbia previsto, in accordo con gli operatori del settore, un protocollo per garantire ai commercianti zero commissioni sui micro-pagamenti con le carte fino a 5 euro. La notizia è data dal Corriere della Sera, ma ancora non ha conferme ufficiali.

Il super premio cashback da 3.000 euro

Che cos’è il super premio cashback

Oltre al cashback del 10% per i pagamenti digitali, aperto a tutti, è previsto un super premio cashback per un totale di 3.000 euro, riservato ai 100mila italiani che usano maggiormente la carta – non per importo speso ma per numero di transazioni.

Da quando sarà attivo

Anche il super premio cashback sarà attivo dall’entrata in vigore del piano, prevista per l’8 dicembre 2020.

Super premio cashback, come funziona

Il super cashback, dal valore di 3.000 euro diviso in due premi da 1.500, sarà destinato ai 100mila italiani che si siano distinti per il maggior utilizzo di pagamenti digitali.

Il premio non prevede una soglia minima di spesa, poiché si basa unicamente sul numero di transazioni effettuate. Per esempio, un utente che utilizzi sistemi di pagamento digitale per 100 transazioni da 10 euro risulterà più in alto in classifica di chi abbia speso 20mila euro in 10 transazioni.

Per permettere il corretto funzionamento della misura, è in lavorazione un protocollo per l’abbassamento delle commissioni sui pagamenti elettronici.

La lotteria degli scontrini

Che cos’è la lotteria degli scontrini

La lotteria degli scontrini è una misura che rientra nel più articolato provvedimento relativo allo scontrino elettronico, e che mira a incentivare i pagamenti cashless e contenere l’evasione fiscale. Consiste un un’estrazione di premi a cui è possibile partecipare con il codice rilasciato su ogni scontrino per un acquisto superiore ad un euro, e prevede premi maggiori per gli acquisti cashless.

Da quando sarà attiva

La lotteria degli scontrini partirà il 1° gennaio 2021.

Lotteria degli scontrini, come funziona

Per ogni acquisto effettuato, il consumatore avrà diritto ad un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un massimo di 1000 biglietti per acquisti pari o superiori a 1000 euro.

Per partecipare è necessario fornire all’esercente il proprio “codice lotteria”, ottenibile tramite il “portale lotteria” dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli ha già da tempo attivato un portale riservato a quanti
vorranno partecipare alla lotteria (www.lotteriadegliscontrini.gov.it). Nella homepage del portale ci sono la sezione FAQ e la CHATBOT contenenti le risposte alle domande più frequenti e vari moduli informativi che spiegano tutti i meccanismi di funzionamento della nuova lotteria.

Per partecipare occorre digitare il codice fiscale nella sezione “partecipa ora” del suddetto portale, sezione che sarà attiva a fine anno. Dopodiché occorre memorizzare il codice lotteria. Alla presentazione del codice lotteria, l’esercente effettua il collegamento tra lo scontrino e il codice attraverso un lettore ottico collegato al registratore telematico, e trasmette i dati all’Agenzia delle entrate.

Sono previsti premi mensili tra 30mila e 100mila euro e un’estrazione annuale di un milione per gli acquisti fatti in contanti 5 milioni per i pagamenti cashless. I risultati delle estrazioni saranno visibili dall’area riservata del proprio portale lotteria.

Lotteria degli scontrini: quando parte e come funziona per utenti ed esercenti

Lotteria degli scontrini: quando parte e come funziona per utenti ed esercenti

Lotteria degli scontrini, i benefici per i negozianti

La lotteria degli scontrini rappresenta, in parte minore, un incentivo anche per gli esercenti. Infatti, l’estrazione aggiuntiva per gli acquisti cashless prevede premi anche per l’esercente che ha effettuato la vendita relativa allo scontrino che risulta vincente.

(Aggiornato 21/10/2020)

Maura Valentini

Laureata in lingue orientali, sono un'amante di Giappone e innovazione. Parte del gruppo Digital360 dal 2020, scrivo per le testate EconomyUp e InsuranceUp.