Scontrino elettronico 2020, come funzionerà la lotteria degli scontrini | Economyup

SMART PAYMENT

Scontrino elettronico 2020, come funzionerà la lotteria degli scontrini



Dal 1° gennaio 2021 si potrà partecipare all’attesa lotteria degli scontrini. Vantaggi per clienti ed esercenti. Ecco come funzionerà

05 Set 2020


La lotteria degli scontrini

La data di avvio della Lotteria Nazionale degli Scontrini è stata posticipata al 1° gennaio 2021. Sarebbe dovuta partire il primo luglio 2020 la lotteria che assicura vari premi ai cittadini ma anche agli esercenti che pagano attraverso strumenti elettronici. Una misura che rientra nel più articolato provvedimento relativo allo scontrino elettronico, e che mira a incentivare i pagamenti cashless e contenere l’evasione fiscale, sull’esempio di quanto già fatto in altri Paesi quali il Portogallo.

Per partecipare è necessario fornire all’esercente il proprio “codice lotteria”, ottenibile tramite il “Portale lotteria”. Ogni acquisto, anche se effettuato in contanti, dà diritto ad 1 biglietto virtuale per ogni euro speso. È prevista anche un’estrazione aggiuntiva, detta “zero contanti”, riservata a chi effettua acquisti con pagamenti digitali e per la quale saranno previsti premi più elevati.

La lotteria degli scontrini rappresenta, seppur in misura inferiore, un incentivo anche per gli esercenti. Infatti, l’estrazione aggiuntiva “zero contanti” prevede premi anche per l’esercente che ha effettuato la vendita relativa allo scontrino che risulta vincente. Dall’altro lato, però, è prevista una sanzione amministrativa per l’esercente che al momento dell’acquisto rifiuti il codice lotteria del consumatore o non trasmetta i dati all’Agenzia delle Entrate.

Occorre insomma possedere un “codice lotteria” (ottenibile tramite il “Portale Lotteria” dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli) e c’è 21la possibilità di premi più sostanziosi se si paga senza contante. Saranno previsti premi mensili tra 30mila e 100mila euro e un’estrazione annuale di un milione per gli acquisti fatti in contanti, mentre si arriverà a 5 milioni per i pagamenti cashless.

Scontrini elettronici, via libera dal Garante della Privacy

Con scontrino elettronico, lo ricordiamo, si intende la memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi giornalieri per coloro che hanno un’attività di commercio. Il fine con cui il legislatore ha stabilito questa necessità, che va ad affiancarsi all’obbligo di fatturazione elettronicaè contrastare l’evasione fiscale. Sarà infatti possibile verificare in tempo reale le vendite, l’IVA incassata e così via. Per mettersi in regola gli esercenti devono dotarsi di registratori di cassa telematici (che rispettino regole e specifiche stabilite dall’Agenzia delle Entrate). 

Voluta dal governo Gentiloni nel lontano 2016, la lotteria degli scontrini è stata annunciata nella seconda metà del 2019, ma solo più tardi hanno iniziato a definirsi i contorni. Ha ricevuto il via libero definitivo dal Garante per la privacy circa la riservatezza dei dati dei partecipanti, che sarà tutelata dal “codice lotteria” invece che dal codice fiscale. Il regolamento tecnico, comprensivo dell’entità e il numero dei premi messi a disposizione, sarà redatto all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Intanto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze sono arrivati i primi dettagli su regole, funzionamento e premi del concorso legato all’emissione dello scontrino fiscale Ma, poi, la pandemia da Covid19 ha ulteriormente rallentato il processo.

Sebbene manchino ancora le disposizioni attuative, è già possibile spiegare come funzionerà la lotteria dello scontrino elettronico in linea generale, anche se, lo ribadiamo, non sono ancora dati ufficiali.

Lotteria degli scontrini 2020: come funziona 

I consumatori che effettueranno acquisti di importo pari almeno ad 1 euro e che rilasceranno all’esercente il proprio codice personale, da scaricare sul sito dell’Agenzia delle Entrate, potranno partecipare alla lotteria degli scontrini. La data di avvio era inizialmente fissata al primo gennaio 2020, stessa data di avvio dello scontrino elettronico obbligatorio, ma, tenendo conto delle difficoltà operative, la misura è stata prorogata.  Per ogni euro speso si avrà diritto ad un biglietto della lotteria degli scontrini, due se si pagherà con bancomat. Tutti i dati saranno visibili al consumatore mediante un portale dedicato che dovrebbe essere predisposto dall’Agenzia delle Entrate. 

Per partecipare alla lotteria il consumatore, al momento dell’acquisto, dovrà esibire all’esercente il proprio codice lotteria in formato cartaceo (a 8 cifre) o elettronico (per esempio, un codice a barre o un QR Code). 

Che cosa è il codice lotteria e come ottenerlo: il ruolo dell’Agenzia delle dogane

Il codice sarà ottenibile tramite il “Portale Lotteria” dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. L’area riservata sarà accessibile tramite identità digitale SPID livello2, Carta nazionale dei servizi (CNS) o credenziali Fisconline/Entratel rilasciate dall’Agenzia delle entrate. Il codice lotteria arà associato in modo univoco al codice fiscale del richiedente 

Il percorso dello scontrino 

Sarà l‘Agenzia delle entrate a estrapolare i dati dei singoli scontrini per poi trasmetterli al “Sistema lotteria” dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, che avrà il supporto di Sogei.
L’Agenzia convertirà in “biglietti virtuali” della lotteria i dati degli scontrini. 

Cosa farà il cliente 

Il consumatore potrà accedere alla sezione riservata del Portale lotteria per consultare gli scontrini e i biglietti virtuali associati e verificare le vincite. In una prima fase saranno esclusi dalla partecipazione gli acquisti di prestazioni sanitarie e le fatture elettroniche. È inoltre importante ricordare che il Portale della lotteria non esiste ancora, perciò i siti Internet che si auto-dichiarano tali sono da evitare.  

Webinar 06.10.20 - Corrispettivi 7.0 e lotteria degli scontrini: scopri le nuove regole per il retail

I premi  della lotteria degli scontrini

I premi sono diversi a seconda della modalità di acquisto: chi compra beni e servizi con carte o strumenti digitali otterrà un premio diverso da chi sceglie di pagare in contanti. Per ogni euro speso si riceveranno 10 ticket, ma con il pagamento tramite carte o bancomat le opportunità di vincita dovrebbero incrementare del 20%. 

Per i pagamenti con carta e strumenti digitali è prevista un’estrazione annuale da 5 milioni di euro e 10 estrazioni mensili da 100.000 euro. 

Per chi paga in contanti, molto meno. Un’estrazione finale di 1 milione di euro e tre estrazioni ogni quattro mesi da 30.000 euro. 

Dal 2021, i premi e le estrazioni cambieranno: ci saranno 15 estrazioni settimanale di 25.000 euro per la lotteria con pagamenti con carta, e 7 estrazioni da 5.000 euro per la lotteria degli scontrini pagati in contanti. 

Lotteria degli scontrini: premi anche per gli esercenti

Premi sono previsti anche per gli esercenti che accetteranno pagamenti elettronici. Sono inoltre  e che incentivati a cambiare registratore di cassa con un credito d’imposta di 250 euro o ad aggiornarlo con uno sconto fiscale da 50 euro. In particolare l’estrazione annuale mette in palio per i negozianti  un milione di euro, quelle mensili scendono a 20.000 euro. Dal 1° gennaio 2021 le estrazioni settimanali potranno far vincere 5.000 euro a 15 negozianti.

Se però gli esercenti si dovessero rifiutare di adeguarsi e trasmettere i dati del cliente all’Agenzia delle Entrate, sono previste sanzioni da 100 a 500 euro.

Per comunicare l’eventuale vincita ai partecipanti l’Agenzia delle dogane e dei monopoli utilizzerà l’indirizzo di posta elettronica certificata, se fornito nell’area riservata del Portale Lotteria. Altrimenti è previsto l’invio una raccomandata, con avviso di ricevimento, all’indirizzo di residenza, oppure all’ultimo domicilio fiscale. 

  (Articolo aggiornato al 21/09/2020)