Micromobilità elettrica: Helbiz (monopattini) punta all'acquisizione degli scooter di MiMoto | Economyup

L'ACCORDO

Micromobilità elettrica: Helbiz (monopattini) punta all’acquisizione degli scooter di MiMoto



A breve un “matrimonio” nel mondo della mobilità elettrica in Italia: Helbiz, società di sharing di bici e monopattini elettrici, ha stretto un accordo con MiMoto (motorini elettrici). È il primo passo verso l’acquisizione. All’orizzonte la quotazione di Helbiz al Nasdaq statunitense. Ecco i dettagli

06 Ago 2020


Helbiz MiMoto

I monopattini elettrici di Helbiz vogliono “unirsi” agli scooter di MiMoto. La società con sede negli Usa, guidata dall’italiano Salvatore Palella, ha sottoscritto un accordo con MiMoto Smart Mobility, primo operatore italiano nel mercato dei motorini elettrici.

L’accordo è il primo step del processo di acquisizione di MiMoto, condizionato alla prossima
IPO al NASDAQ da parte della società americana di e-bike e monopattini elettrici. Da tempo, infatti, Helbiz ha annunciato di voler debuttare nel mercato azionario di New York dedicato alle imprese innovative e tecnologiche.

Dal “matrimonio” dei due attori della mobilità elettrica e sostenibile dovrebbe nascere un gruppo da 1,2 milioni di utenti e oltre 11mila mezzi. 

Monopattini elettrici: Helbiz vuole quotarsi al Nasdaq e in Borsa Italiana

 

Helbiz-MiMoto: in cosa consiste l’accordo

L’accordo ha per oggetto l’attuazione di un piano che permetta l’integrazione fra le piattaforme di utilizzo dei mezzi elettrici di Helbiz (biciclette e monopattini elettrici) con quelli di MiMoto (scooter elettrici). L’acquisizione permetterà lo sviluppo della prima applicazione di sharing di soli veicoli elettrici con operatività free floating in grado di offrire ai consumatori finali un’ampia offerta di tipologie di veicoli (motorini, monopattini e bici elettriche).

Che cosa fa Helbiz

Helbiz è indubbiamente una delle protagoniste della micromobilità in Italia. La società americana con sede a New York fondata nel 2017 dal siciliano Salvatore Palella ha saputo ben cavalcare il nuovo trend dell’utilizzo dei monopattini elettrici nelle città, iniziato qualche anno fa nel mondo e intorno al 2019 in Italia. Obiettivo di Helbiz è risolvere il problema dell’ultimo miglio attraverso una piattaforma innovativa per il noleggio di veicoli di trasporto. Connettività on-board, mezzi elettrici, trasporto condiviso e on-demand sono i driver che guidano lo sviluppo del brand, che è già presente in circa 10 Paesi nel mondo con circa 1 milione di utenti attivi in Italia. Helbiz ha al suo attivo diverse importanti partnership strategiche. Telepass è partner ufficiale e sponsor di Helbiz dal 2018. Grazie a questo accordo ha integrato la sua piattaforma nell’applicazione mobile Telepass Pay per fornire le sue soluzioni di mobilità alla clientela Telepass. Da gennaio 2020 è attiva la partnership con Alipay, metodo di pagamento ufficiale del Gruppo Alibaba, che permette a Helbiz di accettare la soluzione di pagamento preferita in Asia aprendo le porte a 1,2 miliardi di potenziali utenti. Con Helbiz ha avviato sempre nel 2020 lo sviluppo dell’attività di franchising per l’attivazione di flotte in grado di servire il mercato b2b: hotel, circoli sportivi, imprese (segmenti corporate e mid corporate) e aree commerciali private.

Smart mobility, i monopattini elettrici Helbiz si potranno pagare con Telepass Pay

Che cosa fa MiMoto

MiMoto è il primo servizio made in Italy di scooter sharing 100% elettrico a flusso libero attivo nelle città di Milano, Torino e Genova. Nato nel 2015 dall’idea di tre giovani imprenditori italiani e partito da Milano, MiMoto ha in pochi anni ampliato sempre più la propria flotta rivoluzionando il concetto di mobilità urbana in chiave smart e green, e rendendo semplice, divertente ed ecosostenibile lo spostamento all’interno delle città. È semplice perché basta utilizzare il proprio smartphone per raggiungere la destinazione desiderata abbattendo costi e tempi di percorrenza. Grazie all’app proprietaria l’utente può facilmente localizzare, prenotare, accendere e lasciare il veicolo; il tutto senza preoccuparsi né del portafoglio né della ricarica. È divertente perché gli eScooter della flotta di MiMoto sono leggeri, maneggevoli, facili da guidare e permettono totale libertà di movimento, anche per due persone. È ecosostenibile perché, con un motore elettrico da 3.000 W, tutti i veicoli sono a emissioni zero e rispettano l’ambiente. Elementi che hanno fatto di MiMoto una vera icona della smart mobility e un servizio dall’experience unica che continuerà a crescere esportando il proprio modello smart, fun e green in altre città italiane e conquistando nuovi eRider, con l’obiettivo di raggiungere i 700 mila utenti attivi, 17 città e 6mila eScooter entro il 2022.

Mobilità elettrica, gli scooter di MiMoto si alleano con Just Eat e illimitybank

Helbiz-MiMoto: Salvatore Palella: “Accelerazione verso la mobilità elettrica”

“L’importanza di questo accordo – commenta Salvatore Palella, fondatore e CEO di Helbiz –
nasce dalla volontà di promuovere e di mettere a disposizione delle città un servizio integrato di
mobilità elettrica tramite la sinergia con un’azienda con competenze complementari a quelle di
Helbiz e un ramo di business che ha visto nel 2019 una crescita di fatturato del 100%, con uno
sviluppo in città strategiche per l’Italia come Milano, Torino e Genova. I prossimi mesi vedranno
un’accelerazione della transizione verso una nuova mobilità elettrica, come Helbiz stiamo
sviluppando un modello di business totalmente in ottica ESG quindi promuoviamo le nuove
politiche di sostenibilità sia ambientale che sociale di cui le principali città in Europa in UK e USA
si stanno dotando; credo sarà fondamentale promuovere mezzi agili ed in grado di occupare poco
spazio per non rivedere le nostre città bloccate dal traffico e dall’inquinamento”.

Accordo Helbiz-MiMoto: “Primo passaggio verso l’acquisizione”

“Questo accordo – affermano unanimemente i tre fondatori di MiMoto Alessandro Vincenti,
Gianluca Iorio e Vittorio Muratore – costituisce solo un primo passaggio che porterà MiMoto ad
essere acquisita da Helbiz. Insieme abbiamo un’offerta e risorse complementari e sarà sfidante
accelerare lo sviluppo di un modello di business incentrato sui servizi di micro-mobilità agili e
green. I processi di internazionalizzazione e la revisione dell’applicazione sono due primi
immediati passaggi che ci vedranno impegnati con il team di Helbiz per permettere ai nostri utenti
lo sharing dei monopattini elettrici e delle e-bike oltre che dei nostri motorini”.

L’operazione appena conclusa, segue l’assegnazione di ben otto nuove licenze ad Helbiz che dal mese di luglio opera nelle città di Bari, Cesena, Pescara, Pisa e Latina in Italia oltre ad Atlanta, Alexandria e Arlington negli USA.

MiMoto da parte sua ha recentemente inaugurato la partenza dei Comuni di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino. Grazie a queste ultime acquisizioni le due società possono contare su una flotta di 7000 monopattini elettrici, 3.000 e-bike a pedalata assistita e 1.000 motorini elettrici servendo circa 1.200.000 utenti con servizi di micro-mobilità. Nell’ambito dell’operazione, Helbiz è stata assistita da Ortoli Rosenstadt e Deloitte Legal per gli aspetti legali rispettivamente in USA e Italia. MiMoto è stata assistita da Inexo per le attività di M&A e da Dentons per gli aspetti legali.