I giovani che restano in Italia. E lavorano | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Appuntamenti

I giovani che restano in Italia. E lavorano

07 Feb 2014

“Giovani. Italiani. Lavorano”: è il titolo della seconda edizione di TEDxIED, la conferenza internazionale che l’Istituto Europeo di Design organizza l’11 febbraio a Milano. Un’occasione per raccontare quella parte del Paese che si muove, agisce ed è protagonista del cambiamento

“C’è un’Italia che si muove, agisce, è protagonista del cambiamento: è fatta da un insieme di giovani che hanno deciso di restare in questo Paese e costruire qui il proprio futuro. Alcuni aprono startup, altri lavorano da freelance, altri ancora si fanno spazio nelle imprese, tutti uniscono impegno, determinazione, capacità di darsi e raggiungere obiettivi. Sono quei giovani di cui poco si parla ma che, con le loro piccole imprese quotidiane, possono davvero rilanciare il Paese”. Così Alessandro Rimassa, direttore di IED Management Lab Milano, presenta “Giovani. Italiani. Lavorano”, la seconda edizione di TEDxIED, la conferenza internazionale che l’Istituto Europeo di Design organizza l’11 febbraio a Milano, presso la sede  IED Moda, in via Pompeo Leoni 3, dalle 18.30 alle 22.30.

“Alla crisi si reagisce con il racconto di un’Italia diversa, che funziona, che crede nel futuro. Per questo abbiamo messo insieme otto storie di giovani che hanno raggiunto il successo in azienda, o creando la propria, e otto interventi di personalità esperte di lavoro, in grado di offrire una lettura propositiva dell’attuale situazione”, continua Rimassa.

IED – Istituto Europeo di Design, attivo da quasi cinquant’anni nella formazione dei nuovi talenti creativi, ha deciso di dedicare a loro la seconda edizione di TEDxIED: non spettatori, ma protagonisti di una sfida grande e continua, da vincere insieme e non in solitaria. Valori come merito e trasparenza e concetti come condivisione e intraprendenza non saranno parole vuote ma racconto di storie reali, esempi ispirazionali, aspirazionali e motivazionali del cambiamento che è in atto.

“TEDxIED è un evento centrale per aiutare i giovani ad essere consapevoli di come si possa, davvero, lavorare oggi in Italia, diventando esempi di innovazione e motori del rinnovamento per l’intero Paese: la classe creativa può e deve essere protagonista per rilanciare il made in Italy” dichiara Emanuele Soldini, direttore di IED Milano: “La creatività è un valore centrale, è nel nostro Dna, e i giovani devono potersi esprimere con determinazione, abbandonando le proprie paure. Il compito di chi fa formazione è questo, nessuno può più sottrarsi alle proprie responsabilità, dobbiamo fare rete e spenderci per un futuro che è possibile”.

Per questo motivo sul palco di TEDxIED saliranno professori di diverse altre Università: Tito Boeri, prorettore dell’Università Bocconi, Alessandro Rosina, direttore del Laboratorio di statistica applicata e professore associato dell’Università Cattolica, Michele Tiraboschi, direttore del Centro Studi Marco Biagi e professore ordinario dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Insieme a loro esperti del mondo del lavoro, tra cui Marco Gay, presidente di Confindustria Giovani Piemonte, Giulio Xhaet, autore de Le nuove professioni del web, Marta Mainieri, autrice di Collaboriamo e animatrice di Sharitaly, il primo evento italiano sulla sharing economy, Francesco Luccisano, presidente dell’associazione Rena e consigliere del Ministro degli esteri Emma Bonino, e Cristina Tajani, assessore alle Politiche del lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca del Comune di Milano.

Sul palco si alterneranno con giovani creativi che porteranno le proprie storie di successo: Benedetta Bruzziches, fondatrice dell’omonimo marchio di borse, Annalisa Monfreda, direttore del settimanale Donna Moderna, Maria Letizia Gardoni, imprenditrice agricola di prima generazione che lavora e collabora con l’Associazione Nazionale Un Punto Macrobiotico, Matteo Sarzana, general manager di VML, società del gruppo Young&Rubicam attiva nel digitale, Alessandro Bulgarini, designer autore dell’ultima macchina da caffè Lavazza, Silvia Basani e Serafina Aiello, creatrici dell’agenzia di comunicazione per la moda sostenibile Justo, Sandro Gonnella, fondatore del marchio sartoriale di occhiali Ozona.

TEDxIED è un evento di condivisione, creatività, speranza e presente: per dire che il tema giovani e lavoro non è qualcosa da trattare in futuro, ma è l’unica possibilità di sviluppo del Paese oggi. Esistono storie di successo, esistono visioni che aiutano sul cambiamento: sfileranno tutte insieme su questo palco, portatrici di una convinzione forte: è possibile farcela, nonostante la situazione italiana attuale. Perché la speranza è chiara: cancellare quel “nonostante”, ritrasformare l’Italia nel grande Paese del made in Italy, della cultura, della moda, del design, dell’enogastronomia, del turismo.

L’Italia di domani riparte così. Sono giovani. Restano in Italia. Eppure lavorano.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati