VRE - Virtual Reality Experience, come sarà il festival italiano sulla realtà immersiva - Economyup

L'EVENTO

VRE – Virtual Reality Experience, come sarà il festival italiano sulla realtà immersiva



Torna l’evento italiano dedicato alla realtà virtuale. La terza edizione di “VRE – Virtual Reality Experience, Extended Edition” si terrà dal 14 al 16 ottobre 2021 in luoghi fisici e virtuali, ma gli incontri partiranno da settembre. Prevista una call per realtà innovative. Qui il programma e tutti i dettagli

22 Lug 2021


L'attore Elio Germano presenterà a Virtual Reality Experience una riscrittura per realtà virtuale di "Così è (se vi pare)" di Luigi Pirandello
L’industria della realtà virtuale (VR) sta continuando a crescere e ad ottenere investimenti considerevoli. Secondo un recente rapporto di PwC, il mercato VR ha raggiunto un fatturato globale di 1,8 miliardi di dollari nel corso del 2020, un aumento del 31,7% rispetto al 2019. Nei prossimi anni, la crescita dei ricavi dovrebbe mantenersi intorno al 30%, raggiungendo 6,9 miliardi di dollari entro il 2025. I videogiochi rimarranno la forza trainante in fatto di entrate, ma PwC  prevede una crescita anche nei video VR. Il rapporto ha rilevato che il video VR ha generato 615 milioni di dollari nel corso del 2020, e probabilmente crescerà fino a 1,4 miliardi di dollari entro il 2025.
A dare spazio in Italia a questa realtà e a questi temi è la terza edizione di VRE – Virtual Reality Experience, Extended Edition (14-16 ottobre 2021), primo festival internazionale interamente dedicato alle tecnologie immersive, ideato e diretto da Mariangela Matarozzo e prodotto dall’Associazione culturale Iconialab. Tante location diverse, fisiche e virtuali, disseminate per tutto il territorio italiano caratterizzano l’edizione 2021 di VRE: una road map pensata per creare una rete e contribuire a una maggiore circuitazione della tecnologia VR e delle sue opere.
Mariangela Matarozzo, ideatrice e organizzatrice di Virtual Reality Experience

Virtual Reality Experience: il programma

Si parte il mese di settembre con tre appuntamenti di pre-apertura organizzati in collaborazione con Musei e Festival di prestigio internazionale. Dal 2 settembre all’11 settembre VRE sarà ospite del Laboratorio Aperto di Modena e del Meet – Digital Culture Center, con un Focus sul The Best of VRE; sempre durante la prima settimana di settembre sarà possibile indossare i visori al Museo del Cinema di Torino e, accompagnati da uno sciamano, si inizia un viaggio lisergico.
Le anteprime di VRE si chiudono con un evento organizzato in collaborazione con Roma Europa Festival: dal 23 al 26 settembre, presso il Mattatoio di Testaccio nella Sala delle Vasche della Pelanda, sarà allestita una sala VR con 60 postazioni dove si potrà assistere allo spettacolo adattato e diretto da Elio Germano, Così è (o Mi pare)- Pirandello VR.
Lo spettacolo accolto dal pubblico con grande successo, è una riscrittura per realtà virtuale di Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello messo in scena in una maxi visione collettiva.

WEBINAR
27 Ottobre 2021 - 16:30
FORUM PA 2021- Sanità: con i Big Data nuovo modello di salute connessa e predittiva
Big Data
Intelligenza Artificiale

Si prosegue poi nel mese di ottobre, dal 14 al 16, con la programmazione ufficiale della terza edizione di VRE.

Tante le location fisiche scelte: Roma con la Sala delle Vasche della Pelanda, dove sarà presentata la sezione dedicata alle VR Interactive con esperienze immersive da parte del pubblico di alcune fra le più interessanti realtà immersive; l’Aula Magna Unitelma dell’Università Sapienza dedicata a incontri, Panel e Talk ai quali prenderanno parte Accademici, Teologi, Antropologi ed esperti del settore, per uno scambio dialettico di confronto e riflessione; Villa Maraini, dove sarà presentata, in collaborazione con l’Istituto Svizzero di Roma la performance dell’artista Maria Teresa Guta, Cyberia.

Oltre alle location fisiche di Roma, sempre nel mese di ottobre, VRE porterà la selezione ufficiale nei Vre Satellite Venues, sei location tra le più prestigiose di sei diverse città italiane: Museo Nazionale del Cinema di Torino, Laboratorio Aperto di Modena, MAMBO – Museo d’arte moderna di Bologna, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano, MEET – Digital Culture Center di Milano, Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo.

La selezione ufficiale, composta da 20 opere provenienti da creators tra i più innovativi e ispirati del panorama internazionale sarà anche disponibile in digitale su VeeR, la piattaforma a diffusione internazionale interamente dedicata alle opere 360°. A decretare il vincitore una giuria internazionale, presieduta da Liz Rosenthal, Programmer, Venice VR, Festival Executive Producer, CreativeXR, CEO and Founder, Power to the Pixel e composta tra gli altri da Nimrod Shanit, Founder / CEO at Holy City VR and Blimey Ltd, Susanna Pollack,  President of Games for Change e Jingshu Chen, Co-Founder of VeeR ed una giuria di giovani ambassador under 25.

La call per progetti innovativi

Altra novità di VRE21 è “NeXt GeneRation Italia NGI – XR challenge”, una Call per Progetti imprenditoriali innovativi utili ad aiutare concretamente il Paese a raggiungere gli obiettivi del Next Generation Italia, il Piano per costruire il futuro della nostra nazione. Deadline 15 settembre 2021, premiazione il 15 ottobre 2021.

All’interno della Festa del Cinema di Roma e in collaborazione con Roma Europa Festival, Museo Nazionale del Cinema di Torino, Laboratorio Aperto di Modena, MAMBO – Museo d’arte moderna di Bologna, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano, MEET – Digital Culture Center di Milano, MAXXI –  Museo Nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo e VeeR VR, la piattaforma per la distribuzione di contenuti VR disponibile in 15o paesi nel mondo. L’ingresso è gratuito a tutti gli eventi con prenotazione obbligatoria.