Open Innovation, su Trenord i biglietti si comprano con Satispay. "Lavorare con una startup è salutare" | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

PAGAMENTI DIGITALI

Open Innovation, su Trenord i biglietti si comprano con Satispay. “Lavorare con una startup è salutare”

di Fabrizio Marino

11 Ott 2017

L’azienda di trasporti lombarda è il primo operatore pubblico locale a integrare questo metodo di pagamento digitale . L’AD Cinzia Farisé: «Fa bene confrontarsi con imprese veloci e flessibili. Entro il 2019 puntiamo al 35% delle vendite attraverso questo sistema. Così si migliora l’esperienza del cliente»

«È stato il valore che diamo al tempo, elemento centrale nella nostra strategia diretta a cambiare volto al trasporto pubblico in Lombardia, ad aver favorito la nascita di questa partnership. Stiamo ascoltando le richieste dei nostri clienti che, oggi più che mai, sono affamati di infrastrutture digitali e necessitano di sistemi smart per essere sempre connessi durante i viaggi». Commenta così Cinzia Farisè, amministratore delegato di Trenord, l’accordo -reso noto martedì 10 ottobre – tra la sua azienda e Satispay  per l’attivazione del servizio di pagamento di biglietti e abbonamenti direttamente dal proprio smartphone senza l’utilizzo di carte di credito.

Grazie a questa operazione, Trenord diventa il primo operatore di trasporto pubblico a offrire il “borsellino elettronico” di Satispay come modalità di pagamento per abbonamenti e viaggi singoli. «Perché innovare per Trenord – spiega Farisè – significa sia potenziare il “cuore” del nostro servizio – treni all’avanguardia e puntualità – ma anche migliorare la vita del cliente, attraverso lo sviluppo di servizi innovativi in grado di soddisfare la crescente aspettativa di “infrastrutture digitali” dei nostri clienti, a cominciare dalla scelta del titolo di viaggio. Siamo convinti che l’integrazione di Satispay rappresenti un preziosa opportunità per i nostri clienti».

Clienti che, stando alle informazioni diffuse dalla società, sono in prevalenza giovani e attenti alle nuove tecnologie. Trentasei anni la media di chi viaggia con Trenord, diplomato (55%) o laureato (30%) che durante il viaggio utilizza dispositivi digitali per chattare o informarsi: di questi l’80% utilizza le app, soprattutto whatsApp (42%), Facebook (28%) e Instagram (13%). Mentre quasi il 10% svolge operazioni bancarie durante o effettuano acquisti online durante il viaggio.

Il servizio è già attivo e per acquistare un titolo di viaggio online basta scegliere dal sito o dall’app Trenord la tratta desiderata o l’abbonamento da rinnovare, procedere con il pagamento selezionando l’opzione Satispay e – con la sola digitazione del proprio numero di telefono – si perfezionerà l’acquisto. «Al momento l’acquisto tramite Satispay – aggiunge l’amministratore delegato di Trenord – rappresenta il 10% degli acquisti di titoli di viaggio fatti online. Ci piacerebbe che questa modalità arrivasse al 35% entro il prossimo anno. Intanto pensiamo già al futuro e vogliamo estendere a breve il servizio anche ai distributori automatici e nelle biglietterie presenti nelle oltre 400 stazioni in cui operiamo».

Una grande azienda che collabora con una startup: per i cultori dell’innovazione si potrebbe parlare di open innovation. L’AD di Trenord preferisce invece definirla “convergence industry” che sta sempre più prendendo piede nel mondo della mobilità: «lavorare con una startup è stato innanzitutto salutare – aggiunge – perché ha portato innovazione e voglia di confrontarci con realtà veloci, flessibili e dinamiche. Tutto questo processo aiuta la contaminazione e non puà che far bene a tutti».

Sul fronte Satispay si registra l’ennesimo passo in avanti per quanto riguarda il consolidamento del servizio: dopo i recenti accordi con i grandi player della mobilità, Esselunga e Coop, oltre all’annuncio di un mega round di investimento da 18,3 milioni appena concluso, ecco lo sbarco in un settore sfidante come quello della mobilità. «Il nostro obiettivo è semplificare la vita delle persone attraverso servizi di pagamento semplici – spiega Alberto Dalmasso CEO di Satispay – l’opportunità che si apre con Trenord è molto importante e ci fa sentire partecipi di un aspetto, come quello della mobilità, decisivo nella connotazione di qualsiasi smart city».

Intanto, chi effettuerà la registrazione a Satispay in questi giorni utilizzando la parola chiave Trenord, avrà in regalo un buono da cinque euro per acquisti di servizi dell’operatore ferroviario lombardo.

Fabrizio Marino
Giornalista

Sono stato responsabile della sezione Innovazione e Tecnologia de Linkiesta, ho gestito la comunicazione di Innogest, sono Content Creator per PoliHub. Per EconomyUp mi occupo di innovazione e startup.

Articoli correlati