Modena premia il suo innovatore dell'anno: lo chef Massimo Bottura | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Creatività e territorio

Modena premia il suo innovatore dell’anno: lo chef Massimo Bottura

11 Giu 2015

La Fondazione Democenter, che fa parte della Rete regionale dell’Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna, pur occupandosi di meccanica e biomedicale, per il suo bilancio annuale ha scelto il patron dell’Osteria Francescana, che è il secondo migliore ristorante del mondo

Massimo Bottura, chef dell'Osteria Francescana di Modena
L’appuntamento è venerdì 12 giugno nell’Auditorium del Tecnopolo di Modena. L’occasione: un bilancio delle attività della Fondazione Democenter, che si chiuderà con il premio Futurità 2015, all’innovatore dell’anno, che va a Massimo Bottura, chef patron dell’Osteria Francesca, un mito per chi ama la buona tavola, visto che il ristorante ha tre stelle Michelin e si è classificato al secondo posto nei recenti The World’s 50 Best Restaurants Awards 2015. Bottura è il guru della cucina molecolare in Italia e nei suoi piatti propone una sintesi di innovazione tecnica e carica creativa.

Democenter-Sipe è una Fondazione che riunisce istituzioni, associazioni di categoria, fondazioni bancarie e oltre 60 imprese del territorio. Ha sede all’interno del campus della Facoltà di Ingegneria ‘Enzo Ferrari’ di Modena e, grazie alle relazioni con il Tecnopolo di Modena, l’incubatore di Modena e Spilamberto (Knowbel), il Tecnopolo (TPM) e l’incubatore di Mirandola, e gli sportelli attivi a Carpi, Maranello e Sassuolo, ha sviluppato una particoalre capacità di incentivazione e sostegno dei percorsi di innovazione nelle imprese. Inoltre la Fondazione Democenter fa parte della Rete regionale dell’Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna e attraverso questa ha accesso ai maggiori centri di ricerca internazionali per trovare le risposte migliori alle esigenze delle imprese.

Democenter ha quattro aree di intervento: Motoristica e meccanica avanzata, il settore storicamente trainante del territorio modenese; ICT, design-creatività; Biomedicale e protesica, (con il Tecnopolo di Mirandola ha creato un presidio stabile ed operativo al centro del distretto industriale più importante d’Europa); Creazione d’impresa, ovvero favorire l’emersione di idee innovative, la nascita e lo sviluppo di startup e di spin-off, la costruzione di partnership tra i soggetti dell’innovazione  e gli imprenditori del territorio.

All’evento del 12 partecipano: Erio Luigi Munari, Presidente della Fondazione Democenter; Angelo Oreste Andrisano, Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia; Gian Carlo Muzzarelli, Sindaco di Modena; Enzo Madrigali, Direttore Fondazione Democenter; Marco Chiadò Piat, VP, Strategy, Business Development and New Growth Initiatives, Cardiac Surgery Business Unit, Sorin Group; Luca Panini, AD Franco Cosimo Panini Editore; Vincenzo Retus, Responsabile Relazioni Industriali EMEA – CNH Industrial N.V.

Redazione